settembre2020

Recensione - La bella estate di Mèlie di Barbara Constantine

domenica, agosto 30, 2020 Baba Desperate Bookswife 2 Comments

 

Il libro
La bella estate di Mélie di Barbara Constantine 
Editore: Cairo  | Pagine:221 | Pubblicazione: 2009 | Prezzo 15,00€| Trama Qui
Genere: narrativa 

Notizie sull'autrice
Barbara Constantine
È una sceneggiatrice francese di origini americane che ha lavorato, tra gli altri, con Robert Altman. Vive tra la campagna e Parigi. In Italia sono stati pubblicati i romanzi La bella estate di Mélie (Cairo, 2009), Non dire gatto... (Cairo, 2010), E poi, Paulette... (Einaudi, 2012).
Recensione 
4 STELLE E MEZZA SU CINQUE

Buongiorno carissimi, come state? Prima della fine del mese e dell'estate, torno a parlarvi di un libro che mi ha catturata. L'autrice la conoscevo già grazie ai consigli della mia amica Margherita. Tempo addietro lessi "...e poi Paulette" e mi piacque molto. Lo scorso anno comprai altri due libri firmati dalla stessa autrice ma editi in Italia da Cairo Editore. 

La bella estate di Mélie è ambientato in una campagna francese che profuma di ricordi, di affetto e di sentimenti positivi. 
Clara ha dieci anni e viene mandata per le vacanze estive a trovare la nonna Mélie, settantaduenne gagliarda che trascorre le sue giornate senza annoiarsi. Fanette, la madre di Clara, è alla ricerca della felicità, perché a parte la figlia, non ha grandi soddisfazioni sentimentali. 
Marcel è un vecchio amico del marito defunto di Mélie, oggi vive all'interno di una stanza presso una residenza per anziani, è un brontolone un po' imbruttito ma in fondo una brava persona. 

Barbara ci racconta di un'estate, di una bambina che sta per diventare ragazzina e prova i primi sentimenti verso l'altro sesso, ci narra cosa ha reso i personaggi quello che sono oggi, ci scrive di oggetti fatti aggiustare, di scampagnate in bicicletta, di nottate nello stesso letto, di gufi che cantano nella notte, di cinciallegre canterine, di feste estive, ma soprattutto la Constantine ci regala speranza e poesia. Fa sembrare le cose più semplici...le più belle. Che poi è così se ci si pensa bene. Bisogna godere delle piccole cose quotidiane e non perdere il momento pensando al domani. 
Non è un libro dove accade chissà che cosa, non vengono risolti misteri, non c'è una storia d'amore folle e travagliata. Ma c'è la bravura di una scrittrice poco conosciuta qui in Italia, un'autrice in grado di regalarmi emozioni semplici e durature, una persona che con il suo stile mi ha conquistata la prima volta e continua a farlo. 
Una scrittura diversa, un romanzo costruito in maniera differente, ma a livello emozionale questa storia mi ha ricordato una di quelle della mia amata Flagg. E magari la copertina non sarà come quelle della famosa autrice Americana, probabilmente in libreria non lo notereste nemmeno, ma vi assicuro che se siete alla ricerca di una storia semplice, di una scrittura diretta, che a volte passa da un personaggio all'altro senza troppe cerimonie, di sentimenti veri, allora questo libro potrebbe fare per voi. 
Se invece sentite la necessità di un romanzo prolisso e di descrizioni dettagliate di scene e paesaggi, adesso questo non fa per voi. 
Ad ognuno il suo! Il mio...l'ho trovato. ❤️
E comunque, come parla di anziani questa donnina qui... in pochi lo sanno fare. 

You Might Also Like

2 commenti:

  1. Adoro i romanzi francesi e questo non lo conoscevo! Ovviamente me lo segno, grazie Baba :-)

    RispondiElimina