Baricco,

Immagini d'inchiostro #8 - La leggenda del pianista sull'oceano

sabato, luglio 30, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 21 Comments


Immagini d'inchiostro è una rubrica da me ideata per chiacchierare di libri che sono diventati film o viceversa.


DAL LIBRO...

Titolo:Novecento
Autore: Alessandro Baricco
Casa Editrice: Feltrinelli
Pagine: 62
Prezzo: 6,60€

SINOSSI:
Il Virginian era un piroscafo. Negli anni tra le due guerre faceva la spola tra Europa e America, con il suo carico di miliardari, di emigranti e di gente qualsiasi. Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa. Dicono che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e che da lì non fosse mai sceso. Dicono che nessuno sapesse il perché. Questo racconto, nato come monologo teatrale, è uscito per la prima volta nel 1994. Nel 1998 Giuseppe Tornatore ne ha tratto il film "La leggenda del pianista sull'oceano".



...AL FILM

21 commenti:

LGS,

Ti consiglio un libro #26 - Un libro che ho regalato

venerdì, luglio 29, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 18 Comments

Questa è una rubrica nata per far conoscere dei libri senza un criterio particolare. Un paio di volte al mese troverete i nostri (Baba, La Libridinosa, Un libro per amico, La Biblioteca di Eliza) consigli sui rispettivi blog. Questa settimana vi consigliamo che abbiamo regalato.




Titolo: Pista Nera
Autore: Antonio Manzini
Casa Editrice: Sellerio

La mia recensione: Qui

TRAMA:
Semisepolto in mezzo a una pista sciistica sopra Champoluc, in Val d’Aosta, viene rinvenuto un cadavere. Sul corpo è passato un cingolato in uso per spianare la neve, smembrandolo e rendendolo irriconoscibile. Poche tracce lì intorno per il vicequestore Rocco Schiavone da poco trasferito ad Aosta: briciole di tabacco, lembi di indumenti, resti organici di varia pezzatura e un macabro segno che non si è trattato di un incidente ma di un delitto. La vittima si chiama Leone Miccichè. È un catanese, di famiglia di imprenditori vinicoli, venuto tra le cime e i ghiacciai ad aprire una lussuosa attività turistica, insieme alla moglie Luisa Pec, un’intelligente bellezza del luogo che spicca tra le tante che stuzzicano i facili appetiti del vicequestore. Davanti al quale si aprono tre piste: la vendetta di mafia, i debiti, il delitto passionale. Difficile individuare quella giusta, data la labilità di ogni cosa, dal clima alle passioni alla affidabilità dei testimoni, in quelle strette valli dove tutti sono parenti, tutti perfettamente a loro agio in quelle straricche contrade, tra un negozietto dai prezzi stellari, un bar odoroso di vin brulé, la scuola di sci, il ristorante alla mano dalla cucina divina.
Quello di Schiavone è stato un trasferimento punitivo. È un poliziotto corrotto, ama la bella vita. È violento, sarcastico nel senso più romanesco di esserlo, saccente, infedele, maleducato con le donne, cinico con tutto e chiunque, e odia il suo lavoro. Però ha talento. Mette un tassello dietro l’altro nell’enigma dell’inchiesta, collocandovi vite e caratteri delle persone come fossero frammenti di un puzzle. Non è un brav’uomo ma non si può non parteggiare per lui, forse per la sua vigorosa antipatia verso i luoghi comuni che ci circondano, forse perché è l’unico baluardo contro il male peggiore, la morte per mano omicida («in natura la morte non ha colpe»), o forse per qualche altro motivo che chiude in fondo al cuore.

Ho ascoltato l'autore al Salone del libro tre anni fa e come spesso mi capita ho compreso all'istante

18 commenti:

Garlando,

Recensione - "Per questo mi chiamo Giovanni" di Luigi Garlando

giovedì, luglio 28, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 5 Comments




Titolo: Per questo mi chiamo Giovanni
Autore: Luigi Garlando
Casa Editrice: Rizzoli
Pagine: 168
Prezzo: 9,90€
Pubblicazione: 2004
Sinossi: Qui sul sito Rizzoli
Genere: ragazzi - storie vere


 

Notizie sull'autore:
Luigi Garlando è giornalista alla “Gazzetta dello Sport”. Da anni scrive libri per ragazzi. Il suo Per questo mi chiamo Giovanni (Fabbri 2004, ora Bur), sulla vita di Giovanni Falcone, è uno dei libri più letti e adottati nelle scuole italiane. L’ultimo suo romanzo, pubblicato da Rizzoli nel 2015, è L’estate che conobbi il Che. Ha scritto anche libri per adulti.

Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, il Generale Dalla Chiesa, Don Puglisi, quante persone hanno donato la loro vita all'Italia e agli italiani per difendere la verità? Quanti agenti delle varie scorte, imprenditori, giornalisti, testimoni, bambini,  quanto sangue è stato versato per colpa di Cosa Nostra? 
Nella primavera del 1992 avevo 9 anni, ero  casa di amici di famiglia, ascoltavo annoiata i discorsi brodosi degli adulti, fantasticando su quale Polly Pocket avrei chiesto a papà se fossi stata promossa con il massimo dei voti. Ad un certo punto strilla la voce di un giornalista in televisione: un'edizione straordinaria, Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, e la scorta composta da Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro sono stati ammazzati con un clic. Si, si proprio così: clic. E' bastato un secondo a Giovanni Brusca, un secondo solo per far saltare i 500 kg di esplosivo nascosti in un tunnel scavato sotto all'autostrada. Cinque vite strappate nel tempo di un sospiro.

5 commenti:

Giallo,

Recensioni Vintage - "Pista Nera" di Antonio Manzini

mercoledì, luglio 27, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 8 Comments

Recensioni Vintage
Cosa sono? Semplice pian pianino ho deciso di recuperare i miei pensieri che popolavano il blog "Scribacchiando in Soffitta" oggi non più pubblico. Quindi...non vi spaventate, non ho riletto libri, semplicemente porto a casa le mie recensioni.




Titolo: Pista nera
Autore: Antonio Manzini
Casa Editrice: Sellerio
Pagine: 278
Prezzo: 13,00€
Pubblicazione: 2013
Sinossi: Qui sul sito Sellerio
Genere: giallo italiano


 

Notizie sull'autore:
Antonio Manzini, scrittore e sceneggiatore, ha pubblicato i romanzi Sangue marcio e La giostra dei criceti. La serie con Rocco Schiavone è iniziata con il romanzo Pista nera (Sellerio, 2013) cui sono seguiti La costola di Adamo (2014), Non è stagione (2015), Era di maggio (2015) e Cinque indagini romane per Rocco Schiavone (2016). Nel 2015 ha pubblicato Sull'orlo del precipizio in altra collana di questa casa editrice.

Recensione del 4 luglio 2014

Oggi ci troviamo ad Aosta, una bellissima città situata nel nord Italia, circondata da Montagne indimenticabili e paesini che sanno di neve mista a vin broulè: niente male - per chi ama il freddo, ovvio -. E’ febbraio, il vice questore (non commissario, mi raccomando, altrimenti si innervosisce) Rocco Schiavone è stato trasferito da appena 4 mesi in questo posto decisamente freddo e inospitale,considerando che la vista del suo ex appartamento si affacciava sul Campidoglio a Roma.

8 commenti:

Genovesi,

Recensione - "Chi manda le onde" di Fabio Genovesi

lunedì, luglio 25, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 10 Comments

Buongiorno lettori come procedono le vostre giornate puciate nell'afa? Io vivo con il ventilatore alle calcagna e lo ringrazio per permettermi di dormire un po' di più. Già, io il condizione in casa non ce l'ho e non so se lo vorrei, perchè probabilmente avrei la febbre un giorno sì e l'altro pure. Ma queste sono stupidaggini, adesso dobbiamo parlare di questo magnifico libro, gentilmente commentato da sua maetà La Libridinosa, e vuoi vedere che non riesca a farmi fare figuracce? Io che sono una personcina così seria...



Titolo: chi manda le onde
Autore: Fabio Genovesi
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 396
Prezzo: 19,00€
Pubblicazione: 2015
Sinossi: Qui sul sito Mondadori
Genere: narrativa italiana


 

Notizie sull'autore:
Fabio Genovesi (Forte dei Marmi, Lucca, 1974) ha scritto i romanzi Versilia Rock City, Esche vive(tradotto in dieci Paesi) e Chi manda le onde(Premio Strega Giovani 2015), il saggio cult Morte dei Marmi e Tutti primi sul traguardo del mio cuore, diario on the road della sua avventura al Giro d'Italia. Collabora con il «Corriere della Sera» e «Glamour».

* note in rosso della Libridinosa

Poco prima del Salone del Libro, parlando con le mie ragazze, scopro che a moderare Lorenzo Marone ci sarà Fabio Genovesi, proprio quel toscanaccio lì, che ha piazzato una "pulmina" sulla cover del suo romanzo e ha vinto anche il Premio Strega. Si perchè quel libro, tutte le volte che sono entrata nella libreria di Daniela, lo avrò preso in mano non so quante volte, ma poi sarà stato il prezzo, sarà stato il volume, non lo so, fatto sta che l'ho sempre rimesso al suo posto. Sarà stata la minchioneria?
Poi arriva il Salone appunto e vuoi presentarti dall'autore a mani vuote? Che di figure di merda ne abbiamo collezionate già tante! Ma anche no, quindi lo acquisto, sgomitando, l'unico che sgomitava era Papix perchè di copie poi non ce n'erano mica tante.

10 commenti:

Calvetti,

Le LGS sfidano i lettori - terza tappa - Titoli Bonus

venerdì, luglio 22, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 13 Comments


Carissime ragazze vi auguro BUONGIORNOOOOOO. Si lo so, sto urlando, ma voi siete così curiose da esservi alzate prima ancora del gallo per sbirciare sul blog alla ricerca di ulteriori due titoli.

Come ben avrete capito...cosa legge la Lettrice Disperata? Tanti, tanti, tanti autori italiani. Eh che ci posso fare? Ho sempre snobbato la nostra letteratura, ho sempre amato gli autori americani o inglesi, ma da qualche anno mi sono gettata a capofitto sugli scrittori tricolore e non posso che consigliarvi questi due titoli, che varranno ben 10 punti l'uno.

13 commenti:

Cazzullo,

Le Pillole di Ste #11 - Tra autori russi e guerre...tutte letture leggere da spiaggia!

mercoledì, luglio 20, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 13 Comments

Questa è una rubrica ideata da me, a cadenza casuale, all'interno della quale il mio carissimo amico voltrese ci esporrà le sue letture.


Buongiorno amici, allora siete pronti a salutare Ste nel migliore dei modi? Ho ricevuto telefonate, messaggi su facebook e addirittura qualcuno mi ha chiesto se avessi licenziato Ste - che poi, poverino, manco portasse a casa del vil denaro!!! - . No, niente di tutto ciò, io sono andata un po' in stand-by e adesso, come starete di sicuro notando, ho fatto rifornimento di benzina, ho cambiato le candele e sono pronta, se la cinghia di distribuzione non mi abbandona, proseguo a tutta birra.
Ste oggi ci parlerà di tre libri impegnativi, ma uno di questi io lo leggerò. Vediamo se indovinate quale?


Titolo: Anna Karenina
Autore: Lev Tolstoj
Casa Editrice: Feltrinelli
Pagine: 1210
Prezzo: 10,90€

Sinossi: Qui



Pillola di Ste:

Buon pomeriggio a tutti!!!!Eccomi di ritorno da un lungo viaggio in Russia,lungo e faticoso visto che le vicende lavorative non mi hanno permesso di essere continuo e costante nella lettura, comunque finalmente Anna Karenina è stato terminato!!!
Ma non sono pienamente soddisfatto,diciamo che mi viene da dire NI, Tolstoj è russo e come tutti i suoi compatrioti ha il brutto vizio di essere lento e prolisso,si perde nelle descrizioni di milioni di particolari che alla fine non ti fanno più trovare il bandolo della matassa e vaghi di pagina in pagina alla ricerca del senso di tutte quelle frasi.
Avevo già letto Guerra e Pace e mi era anche piaciuto ma si vede che avevo una disposizione diversa (e comunque più tempo da dedicargli).
Veniamo alla storia......

13 commenti:

e-book,

ATTENZIONE E-BOOK AD 1,99€ SOLO PER OGGI 19 LUGLIO gruppo Gems

martedì, luglio 19, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 2 Comments

BUONGIORNO LETTORI, OGGI VI SEGNALO UNA PROMOZIONE  VALIDA SOLO IL 19 LUGLIO, QUINDI AFFRETTATEVI E ANDATE A FARE SCORTA DI LIBRI DA CARICARE SUL VOSTRO READER. AVETE TEMPO FINO A MEZZANOTTE. SBRIGATEVI. TANTISSIMI TITOLI FAMOSI, AUTORI NOTI, INSOMMA IRRIPETIBILE.

OLTRE 2.000 EBOOK IN OFFERTA SPECIALE
IL 19 LUGLIO a €1,99

Più di 2.000 titoli ebook in promozione oggi, 19 luglio, al prezzo di 1,99€ ciascuno su tutti gli store.




Un’offerta che comprende un’ampia varietà di generi, dai romanzi d’amore ai gialli, dai thriller ai romanzi d’avventura, dai classici alla saggistica, senza dimenticare i libri per i più piccoli.

I cataloghi di Salani, Editrice Nord, Vallardi, Corbaccio, Ponte alle Grazie, TEA, tre60, Magazzini Salani, APE JUNIOR, NORD-SUD EDIZIONI e La Coccinella, saranno in promozione per un solo giorno su tutti i principali store. In promozione anche il catalogo dei romanzi pubblicati dal concorso letterario ioScrittore. Tra gli autori in promozione Robert Galbraith (pseudonimo di J.K. Rowling), Glenn Cooper, Marie Kondo, James Patterson, Jennifer Probst, Charlotte Link, JamesRollins, J. Lynn, Diana Gabaldon, Gianni Simoni, Giorgio Nardone, Albert Espinosa, Sarah Waters, Margaret Atwood.

"L'estate è il momento migliore per la lettura di ebook - commenta Alessandro Magno, Direttore area digitale GeMS - non solo perché si ha più tempo libero, ma anche perché la lettura digitale consente di portare in vacanza, su tablet, ereader o smartphone, un'intera biblioteca, senza appesantire la valigia.  Tanti ebook per tutti i gusti, per chi non ha ancora scelto le letture per l’estate e per chi vuole provare la lettura digitale".

La promozione è attiva su tutti gli store ebook. Di seguito i link ad alcuni dei principali:
Amazon/GiuntialPuntohttp://goo.gl/41dBf2


Di seguito i link specifici ai cataloghi delle varie case editrici:
Casa Editrice Nord:

Salani:

Vallardi:

Corbaccio:

Ponte alle Grazie:

TEA:

Tre60:

Magazzini Salani:

IoScrittore:

La Coccinella:

APE JUNIOR:

NORD-SUD EDIZIONI:



2 commenti:

Balzano,

Recensione - "Il figlio del figlio" di Marco Balzano

lunedì, luglio 18, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 6 Comments

Buon inizio di settimana lettori disperati. Come state? Oggi vi parlerò di un autore che non conoscevo, che ha scritto questo libro nel 2010 e pubblicato con Avagliano Editore. Proprio quest'estate la Sellerio lo ha riproposto e a giugno è uscito in tutte le librerie. Lo conoscevate già?




Titolo: Il figlio del figlio
Autore: Marco Balzano
Casa Editrice: Sellerio
Pagine: 200
Prezzo: 13,00€
Pubblicazione: giugno 2016
Sinossi: Qui sul sito Sellerio
Genere: narrativa italiana


 

Notizie sull'autore:
Marco Balzano è nato nel 1978 a Milano, dove vive. Ha pubblicato saggi e raccolte di poesie e, con questa casa editrice, i romanzi Pronti a tutte le partenze (2013, Premio Flaiano), L’ultimo arrivato(2014), con cui ha vinto il Premio Volponi e la LIII edizione del Premio Campiello e Il figlio del figlio(2016), pubblicato da Avagliano nel 2010, finalista Premio Dessì 2010, menzione speciale della giuria Premio Brancati-Zafferana 2011, Premio Corrado Alvaro Opera prima 2012.


Milano. Ci sono Leonardo, che è il padre di Riccardo che a sua volta ha generato Nicola. Padre, figlio e nipote. Il primo ha fatto la guerra in Sardegna, il secondo ha vissuto durante il boom economico e il terzo, l'unico con la laurea, in fondo un lavoro vero e proprio non ce l'ha.  Loro sono di Barletta, ma hanno spostato le loro radici a Milano, perchè i soldi si fanno dove ci sono già. La Puglia è una regione lontana, intrisa di ricordi piacevoli, ma allo stesso dolorosi, perchè la Casa, quella che ha cresciuto generazioni intere, è piena di crepe e polvere, proprio come la famiglia di Nicola, che con l'abbandono dell'abitazione si sono allentati anche i rapporti parentali, per cose dette e mai chiarite, silenzi troppo lunghi e pensieri rimasti intrappolati nella scatola cranica perchè troppo complicati da spiegare durante una festa comandata.

6 commenti:

Caldarese,

Recensione - "Ambulatorio 62 , L'inchiostro che parla di cancro" di Ivan Caldarese

mercoledì, luglio 13, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 8 Comments

Buongiorno lettori, oggi vi parlerò di una lettura seria seria, di quelle che non contengono ironia, perchè quando certi mali ti cadono addosso, non sai come li prenderai. Ivan ci racconta il suo viaggio e questo è il suo Diario. 





Titolo: Ambulatorio 62 - l'inchiostro che parla di cancro
Autore: Ivan Caldarese
Casa Editrice: Marotta & Cafiero
Pagine: 130
Prezzo: 10,00€
Pubblicazione: marzo 2016
Sinossi: Sul sito dell'editore


 

Notizie sull'autore:
Ivan Caldarese è nato nel 1977, lavora, ama cucinare e dormire, legge Hemingway, Hesse ed è maledettamente curioso di imparare. Adora vivere e gli animali, un difetto? Gli piace pensare e sognare.
Pubblica nel 2012 il suo primo libro "Il dono più bello" dove racconta l’abbraccio dell’universo e il modo con cui questo l’ha cambiato.
Ha preso parte e partecipa a svariati concorsi ottenendo ottimi risultati, nel 2014 si classifica al 5° Posto alla I^ Edizione del Premio di Poesia “Progetto Alfa”, nello stesso anno arriva Finalista alla I^ Edizione del Premio di Poesia “Una poesia per l’Africa” e al Premio di Poesia Internazionale “Alda Merini” con Targa di Merito nell’edizione del 2015, ha inoltre preso parte a rassegne poetiche di rilievo sociale come “Autori e Amici di Marzia Carocci” patrocinata dal Comune di Firenze con il ricavato a favore della Lega del filo d’oro.
Ha trovato il vero amore, guarda il mondo e pensa a come renderlo migliore per la sua bambina, chissà prima o poi scriverà un romanzo.


Un giorno di maggio stai girando gli stand del Salone del Libro di Torino quando la Libridinosa ti prende per un braccio e ti dice: "Dobbiamo andare allo stand numero GHVDFG568547598 e dobbiamo incontrare un autore". Così, presa dall'entusiasmo della mia fidata blogger detta simpaticamente Mammix, la seguo. 

8 commenti:

Kwan,

Recensione - "Asiatici ricchi da pazzi" di Kevin Kwan

lunedì, luglio 11, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 15 Comments

Buongiorno gente, siete pronti per una nuova recensione sfarzosa? Già perchè il libro che vi presenterò è tutto pizzi, merletti e diamanti da 24 carati. Ringrazio Mondadori per avermene fatta leggere una copia. Per l'estate è ok!!






Titolo: Asiatici ricchi da pazzi
Autore: Kevin Kwan
Serie: Crazy Rich Trilogy #1
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 432
Prezzo: 19,50€
Pubblicazione: giugno 2016
Sinossi: Qui 
Genere: narrativa straniera

 

Notizie sull'autore:
Kevin Kwan è originario di Singapore e famoso per aver scritto due romanzi: "Asiatici ricchi da pazzi" nel 2013 e pubblicato in Italia da Mondadori nel 2016 e nel 2015 "China Rich Girlfriend" ma non ancora tradotto. Il libro ha ispirato un film che verrà prodotto da Nina Jacobson, già famosa per Hunger Games. Questo è il primo capitolo della trilogia "Crazy Rich trilogy".

Quando non conosco un autore e nemmeno il libro che mi si propone di leggere, cerco di informarmi, per sfacciata curiosità. Non tanto se ad altri il romanzo sia piaciuto o meno, ma le tipiche domande sono: Chi è l'autore? Cosa fa nella vita? Perchè ha scritto questo libro? Così comincio a navigare follemente tra blog e siti internet.
Questa volta mi sono buttata a capofitto tra le ricche pagine, avevo disperatamente bisogno di una lettura divertente e leggera, che mi facesse visitare un mondo a me ignoto, così ho letto velocemente la trama e mi son detta "ma sì...'nduma - in piemontese andiamo- " .

15 commenti:

Calabrò,

Recensioni Vintage - " Il Tasto G" di Rossella Calabrò

sabato, luglio 09, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 4 Comments

Recensioni Vintage
Cosa sono? Semplice pian pianino ho deciso di recuperare i miei pensieri che popolavano il blog "Scribacchiando in Soffitta" oggi non più pubblico. Quindi...non vi spaventate, non ho riletto libri, semplicemente porto a casa le mie recensioni.



Titolo: Il tasto G
Autore: Rossella Calabrò
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Pagine: 216
Prezzo: 14,90€
Pubblicazione: 2013
Sinossi: Qui sul sito Sperlin&Kupfer
Genere: Narrativa Italiana

 

Notizie sull'autrice:

Rossella Calabrò, milanese come si evince dal cognome, è autrice e blogger. Quando non parla a tutti i gatti e i cani che incontra per strada, legge tantissimo, scrive abbastanza, dorme parecchio e ride appena può. Spesso anche quando non può. Tra i suoi libri: Di matrigna ce n'è una sola (Sonzogno), Perché le donne sposano gli opossum? e Facebook per romantiche (Emma Books) e, per Sperling, Cinquanta sbavature di Gigio, Cinquanta smagliature di Gina e Il tasto G.

Un ascensore. Un ascensore di quelli vecchiotti. Mmmm la parola vecchiotto però non s'addice, quindi forse lo potrei descrivere appioppandogli il termine stagionato. No, nemmeno. Vediamo: antico, con tante lune, anziano, ahhh ho trovato, l'ascensore in questione è di altri tempi. In legno massiccio, con la doppia porta e la panchetta per far riposare il posteriore delle stanche signore e uno specchio dove possano rimirarsi e aggiustare il trucco. Ma quel trabiccolo a forma di

4 commenti:

Book Salad,

Ti consiglio un libro #25 - Un libro da mettere in valigia

venerdì, luglio 08, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 6 Comments

Questa è una rubrica nata per far conoscere dei libri senza un criterio particolare. Un paio di volte al mese troverete i nostri (Salvia, La Libridinosa, Un libro per amico, La Biblioteca di Eliza) consigli sui rispettivi blog. Questa settimana vi consigliamo un libro da mettere in valigia.



Titolo: Viola Vertigini e Vaniglia
Autrice: Monica Coppola
Casa Editrice: Book Salad

La mia recensione: qui

SINOSSI: La vita di Viola è in fermento: una casa nuova tutta per sé, il ritorno della sua migliore amica Emma da New York e soprattutto l'incontro con Tancredi, affascinante editor che la coinvolge in un progetto editoriale. E anche se si tratta solamente di scrivere racconti su di un buffo tacchino, Viola decide di non lasciarsi sfuggire questa occasione: si licenzia dal call center e inizia a inventare storie sul Tacchino Poldino. Al suo fianco c'è Emma che, oltre ad occuparsi delle illustrazioni, movimenta le sue notti. Viola è decisa a raggiungere la vetta e tra le assillanti richieste delle strampalate zie, i diverbi con la madre e la cugina Archistar, tutto sembra procedere per il meglio. Sembra, perché il progetto rischia di andare a monte. E mentre sta per sprofondare di nuovo nel "pessimismo cosmico" ecco che tutti iniziano a comportarsi in modo strano: l'editore si disinteressa della stroncatura, la zia preferita parte all'improvviso, Emma diventa evasiva e indecifrabile e l'Archistar le sventola sotto il naso un misterioso biglietto giallo. E la bufera di neve che la sorprende durante un viaggio porterà una soluzione per i suoi guai o ulteriori complicazioni?

Perchè Viola in vacanza? Perchè io lo scorso anno l'ho letto sotto l'ombrellone, a giugno, in quel di Borghetto Santo Spirito. Diciamo che la località non è proprio ridente, ma il romanzo della giovane Signora Coppola ha allietato il mio umore caldo, umido e insofferente alla folla da stabilimento balneare. La storia, ambientata a Torino, ha come protagonista una giovane che si gioca anche la stima della madre pur di fare quello che più le piace: scrivere. Un romanzo fresco e intenso, con una piccola nota romantica. Non lasciatevi ingannare dalla copertina, Viola è sportiva e indossa le Converse!!!

Ora vi lascio ai consigli di Daniela, Laura e della Libridinosa. 

Alla prossima,


6 commenti:

Longanesi,

Recensioni Vintage - "La Tentazione di Essere Felici" di Lorenzo Marone

giovedì, luglio 07, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 8 Comments

Recensioni Vintage
Cosa sono? Semplice pian pianino ho deciso di recuperare i miei pensieri che popolavano il blog "Scribacchiando in Soffitta" oggi non più pubblico. Quindi...non vi spaventate, non ho riletto libri, semplicemente porto a casa le mie recensioni.




Titolo:La tentazione di essere felici
Autore: Lorenzo Marone
Casa Editrice: Longanesi
Pagine: 268
Prezzo: 14,90€
Pubblicazione: gennaio 2015
Sinossi: Qui sul sito Longanesi
Genere: Narrativa Italiana

 

Notizie sull'autore:

Lorenzo Marone nasce a Napoli, dove tutt'ora vive con la moglie Flavia e un bassotto di nome Greta. Laureato in Giurisprudenza, esercita l'avvocatura per quasi dieci anni, mantenendo parallelamente un'intima attività di scrittore. Un giorno smette di fare l'avvocato, si trova un lavoro come impiegato in un'azienda provata e comincia a spedire i suoi racconti. Suoi sono i libri Daria (La gru, 2012), Novanta. Napoli in 90 storie vere ispirate alla Smorfia (Tullio Pironti, 2013) e La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015).
Di se stesso scrive: «Amo i cani e tutti gli animali, corro tre volte a settimana, ascolto musica in ogni momento del giorno, soprattutto di gruppi rock italiani semisconosciuti, leggo la sera a letto, in genere testi di autori contemporanei, ho difficoltà a lasciare un romanzo a metà, sono molto freddoloso, adoro il cinema e le persone curiose, mi fanno paura i ragni, e per prendere l’aereo mi devo imbottire di calmanti. Preferisco la birra al vino, il salato al dolce, il cioccolato fondente a quello al latte, e i cattivi rispetto ai finti buoni. Mi piacerebbe saper cucinare, ma sono una frana, come in ogni attività manuale. Però so farmi scrocchiare la schiena con un solo movimento».


Quanti di voi si sono chiesti che fine faranno da anziani? Io tutti i giorni. La paura di invecchiare è fortissima, ma sopratutto l'ansia di arrivare ad avere il viso incartapecorito e un cespuglio albino in testa ma la consapevolezza di non aver fatto tutto quello che avrei voluto nella maniera giusta. Poi un giorno irrompe nella mia vita Cesare Annunziata, un signore di settantasette anni con apparentemente zero rimorsi e una gran voglia di continuare a vivere la sua terza età sguazzando nella sua sociopatia e accompagnato da un cuore un po' malandato.

8 commenti: