Keep Calm and Read Nadia #15 - Quando un romance diventa un trattato di sociologia, ovvero e contraddizioni in America

Ciao! Come state? E' già il dodici dicembre?? Oh Santa Polenta...è tardi, è tardi, è tardissimo!! Ci sono saggi di Natale da preparare, recite da provare, costumi da misurare, oh my God...portate pazienza, il mio lavoro è così, ma per fortuna c'è Nadia, vi lascio in sua compagnia!

Buongiorno lettrici e lettori, come state?
Oggi voglio parlarvi di un libro che ho appena finito di leggere, Il lago dei desideri di Susan Elizabeth Phillips. Molto probabilmente conoscerete già quest’autrice, ma per me è stato il primo approccio con lei, e volevo raccontarvi le mie sensazioni che penso saranno un po’ diverse da quelle della maggior parte delle sue lettrici.
Come sempre non mi dilungo con la trama, che potete trovare qui, ma vorrei come sempre darvi il mio punto di vista sulle sensazioni che mi ha lasciato questo romanzo, perché sono partita con l’intenzione di leggere qualcosa di leggero, e invece ho finito con l’avere l’impressione di essermi immersa in un trattato di sociologia. Sento che le amanti del romance mi stanno urlando dietro ChecavolostaidicendoNadia?! 

Riflettendo sui generi letterari, le ambientazioni e i periodi dell'anno


Buonasera, siamo all'8 di dicembre, io ho addobbato l'albero, ho messo luci a destra e a manca, candele come se non ci fosse un domani e in più ho Sister qui seduta di fianco a me. Che volere di più? Beh tra una chiacchiera e l'altra si stava parlando di generi e ambientazioni, ovviamente riguardo ai libri. 
Io ad esempio, non amo leggere  libri ambientati al mare o comunque d'estate mentre io sto vivendo realmente l'inverno. Poi per carità, se devo lo faccio! Ma potendo scegliere, preferisco romanzi innevati d'inverno e assolati d'estate. Se poi siamo a Natale, allora si aprono i bauli e si tirano fuori i vari "Canto di Natale", "Fuga dal Natale", "Natale a New York" e così via. Le copertine devono essere rigorosamente speziate, i colori caldi, quindi marrone e rosso e alla fine una spruzzata di neve non guasta.

Visual Challenge - Sfida di Lettura 2018 - ISCRIZIONI

Ciao a tutti!!! Sorpresaaaaaaaaaaaa!!!
O ve lo aspettavate? Vabbè, noi speriamo di fare cosa gradita presentandovi la nuovissima Challenge 2018, firmata  Desperate Bookswife e Un libro per amico e  Ebbene sì, squadra vincente non si cambia e noi siamo ancora qui, irriducibili, nonostante probabilmente molti sperassero il contrario!
Già, e una di noi oggi compie pure gli anni, 35. Quindi prima di tutto facciamo tantissimi auguri a me!
Ma torniamo alla nuova Challenge. 
Se in quest'anno in chiusura vi abbiamo sfidato in un'impresa titanica, che comunque molti di voi hanno accolto e completato con grande entusiasmo, con l'anno che verrà abbiamo pensato di essere più buone regalandovi una sfida meno impegnativa ma, speriamo, comunque super divertente! Quindi adesso mettetevi comodi e prendete nota!!!


Visual Challenge, come potete già intuire dal titolo, sarà totalmente basata sulle immagini. In questo mondo di blogger, influencer, twittatori folli le immagini hanno ormai un'importanza enorme e in più, lo sapete, io e Baba siamo estremamente attirate dalle cover dei libri quindi abbiamo pensato di mettere insieme le due cose. Come? In un modo semplicissimo...

GDL Leggendo Serialmente #4 - La saga dei Cazalet - Settima Tappa


Buongiorno a tutti, come state?Abbiamo letto 2046 pagine, fino ad ora. Vi rendete conto? Come le lumachine procediamo a piccoli step e portiamo a casa il risultato. Ma ricapitoliamo,