#Recensione,

Review Party - Il destino della rosa blu. L'ascesa di Alexandra Rose

venerdì, dicembre 14, 2018 Baba_Books Desperate Bookswife 2 Comments

Il libro
Il destino della rosa blu - l'ascesa di Alexandra Rose
Editore:Self| Pagine: 387| Pubblicazione: 2018| Prezzo 15,08€| Trama Qui
Genere: fantasy-romance
Recensione 


Questo volume è il primo di una serie romance-fantasy scritto dall'autrice esordiente Alexandra Rose (Cover curata da Pamela Fattorelli di Catnip Design). La protagonista di questa avventura si chiama Elinor, ha venticinque anni ed è una fanciulla cresciuta in un piccolo villaggio immerso nei boschi presso le Montagne del Nord. Elinor e sua madre vivono praticando un antico mestiere, quello delle erboriste e guaritrici e la loro vita scorre serena  fino al brutto giorno in cui giunge al villaggio un gruppo di mercenari sconosciuti che distruggerà tutto quello che faceva parte della vita di Elinor. Durante la fuga la punta di un dardo le trafiggerà la caviglia e sulla ferita comparirà il disegno di una rosa blu.  La protagonista infatti non è una ragazza qualunque, il suo destino in realtà è già segnato: durante il sonno visita un mondo onirico nel quale incontra un ragazzo, Dorian, a lei unito da un legame indissolubile e profondo...
Le potenzialità di questa storia sono veramente ampie: all'inizio le descrizioni rendono la trama molto interessante, ad esempio al principio le pagine sono incentrate sull'incontro di due coppie di fanciulli: la descrizione di queste scene è splendida e accattivante, anche se io personalmente non ho apprezzato il fatto che entrambi gli incontri siano descritti dal punto di vista di tutti i protagonisti. Questa tecnica aggiunge notizie riguardo ai personaggi ma secondo me toglie molta fluidità alla narrazione. Ho trovato troppo prolisse le descrizioni, che all'inizio di una serie sono perfette per creare una giusta ambientazione, ma dopo molteplici pagine rallentano e dilungano troppo una lettura che dovrebbe risultare più scorrevole.
Ma una cosa mi è piaciuta veramente molto, ovvero la storia intricata e dalla forma dettagliata, indubbiamente alla Rose non manca la fantasia e la voglia di mettersi in gioco in un genere letterario tutt'altro che semplice da seguire e sviluppare. Il fantasy è un genere complicato perchè il lettore è particolarmente esigente: se in un romanzo di narrativa contemporanea le storie possono assomigliarsi perchè trattatasi di vita inventata ma che potenzialmente potrebbe essere vera, in un mondo inventato di sana pianta tutto è più complesso e il lettore appassionato non ama leggere storie "già viste", quindi l'autore deve fare uno sforzo enorme per non rischiare di emulare involontariamente qualche predecessore.
Come concludere la mia ascesa su questo blog? Che mi sembra di essere tornata indietro di tre anni!! A parte questo però, che poco ha a che fare con questo romanzo, posso dirvi che la penna di Alexandra non è per niente male (considerando che la leggiamo così, presumo senza editing) e sono curiosa di vedere come ha sviluppato il secondo capitolo di questa serie. Allora ci rileggiamo a gennaio e per adesso...in bocca al lupo Alexandra Rose.



You Might Also Like

2 commenti:

  1. Recensione interessante Baba!! 😊📖 anch'io Non vedo l'ora di conoscere i quattro protagonisti e scoprire questo mondo fantastico... comprese le descrizioni prolisse 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara! Dobbiamo ringraziare Ombretta per la gentile apparizione, speriamo duratura. Io invece credo non faccia per me, penso...
      Un bacio

      Elimina