#Nadia,

Keep Calm and Read Nadia #36 - Recensione Fandom

mercoledì, dicembre 26, 2018 Baba_Books Desperate Bookswife 8 Comments

Buongiorno lettori belli come state? Innanzi tutto auguri a tutti coloro che si chiamano Stefano o Stefania. Torna Nadia, ecco la sua recensione per noi :-) 

Buongiorno lettrici e lettori e buone feste! Per me questo è forse il periodo dell’anno in cui riesco a leggere di più, anche se non credo che ce la farò a completare la mia reading challenge personale su Goodreads dal momento che mi mancano ancora quattro libri. Considerando però che questo è stato un anno abbastanza impegnativo sotto parecchi punti di vista, direi che posso ritenermi soddisfatta.

Oggi vorrei parlarvi di uno degli ultimi libri che ho letto, Fandom di Anna Day. Si tratta di un romanzo piuttosto particolare, una sorta di distopico/fantasy che credevo fosse autoconclusivo (e l’ho letto fondamentalmente per quello), ma su Goodreads viene classificato come “The Fandom #1”, quindi deduco che ci sarà un seguito anche di questo come del 99% dei distopici/fantasy in circolazione (e io mi chiedo e vi chiedo: perché? Perché tutta questa necessità di continuare un romanzo? Non è più rimasto nessuno in circolazione, tranne me, che preferisce concludere l’avventura in un unico volume? Va beh. Spunto di riflessione/discussione n.1).

Tornando a Fandom, la trama è presto detta: Violet, il fratello Nate e le amiche Alice e Katie partecipano al Comi-Con di Londra (una specie di Lucca Comics britannico, immagino) per conoscere gli attori protagonisti del film La danza delle Forche, tratto dall’omonimo libro di cui sono fan sfegatati (tranne Katie in realtà, che lo conosce solo perché le amiche le fanno una testa così da mesi). Al Comi-Con però succede qualcosa, e i quattro ragazzi si ritrovano loro malgrado a vivere nell’universo del loro romanzo preferito, che si rivela essere decisamente più crudo e inospitale di ciò che appariva leggendo il libro o guardando il film. Violet e gli altri avranno ciascuno un ruolo da interpretare alla perfezione se vogliono avere qualche chance di “tornare a casa”.

Questo romanzo, come dice il titolo stesso, è essenzialmente un omaggio al Fandom, ovvero al mondo fatto di fanfiction e cosplay in cui giovani appassionati reinterpretano, riscrivono e modificano personaggi e storie già esistenti e particolarmente amati, per sentirli ancora più propri. Io sono “anziana”, ma credo che per tutti ci sia stato un libro particolarmente amato in un determinato periodo, soprattutto nell’adolescenza, con cui avremmo forse desiderato interagire di più. Oggi, probabilmente anche grazie alla maggiore tecnologia che i ragazzi hanno a disposizione, le fan fiction sono un fenomeno massiccio e di tutto rispetto, a cui la Day strizza l’occhio. A dire la verità questo non è l’unico libro ispirato dal fenomeno che ho letto: penso a Fangirl e a Carry on di Rainbow Rowell, ma qui la Day fa un passo in più, giocando con il metateatro (o in questo caso dovrei dire metalibro?) e inserendo un nuovo livello nella storia, dove i protagonisti diventano “attori attivi” anche del romanzo amato.

Mi sento di consigliare parecchio questo libro ai ragazzi coetanei dei protagonisti (tra i 14 e i 18 anni), soprattutto se amanti delle fan fiction e del cosplaying. Per me che, lo ripeto, sono anziana e forse un po’ più smaliziata purtroppo il finale non è stata una sorpresa, perché la Day fa in modo di inserire “indizi” un po’ troppo marchiani che rovinano un po’ il piacere della lettura, almeno a mio avviso. È comunque un libro ben scritto e originale, condito anche da qualche elemento magico che appassionerà i giovani lettori.



A presto e ancora buone feste a tutti!

You Might Also Like

8 commenti:

  1. Mmm... Forse comincio a essere un po' troppo "cresciutella" anch'io per questo genere di libri. Però sono contenta che si sia comunque rivelata una lettura piacevole, anche se un po' prevedibile e leggera! ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esatto Sophie, stiamo crescendo accidenti! 😀

      Elimina
  2. Nadia, sai che ho sempre snobbato questo libro? La copertina e il titolo mi hanno sempre fatto pensare a qualcosa di non adatto ai miei gusti. Mi piace ogni tanto leggere qualcosa scritto per i più giovani. Almeno lo terrò in considerazione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Baba, la copertina in effetti non c'entra nulla con la storia come spesso accade ultimamente... Sì ok, c'è un libro, ma il collegamento con il romanzo è tutto lì. Questo per ragazzi è un libro carino secondo me!

      Elimina
  3. Dovrò farci un pensierino. Nella mia testa, fin da giovane, ho sempre interpretato e modificato a mio piacimento le trame di libri e film, altrimenti non sarei sopravvissuta alla noia delle ore di economia aziendale. Buone Feste Nadia. Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandissima Lea! Allora dai una chance a Fandom, potrebbe davvero piacerti! Tanti cari auguri di buone feste anche a te!

      Elimina