Heaberlin,

Recensione - "Gli occhi neri di Susan" di J. Heaberlin

lunedì, aprile 11, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 16 Comments

Buongiorno lettori, sono riuscita a destabilizzarvi vero? Eh già, ho pubblicato una bella recensione vuota. Dovete sapere che io ogni tanto programmo le bozze dei post e poi per mancanza di tempo non porto a termine il lavoro. Ok, questa è la volta buona, la recensione c'è!!! Non è positiva ma c'è.







Titolo: Gli occhi neri di Susan
Autore: Julia Heaberlin
Casa Editrice: Newton &Compton                                                                  
Pagine: 327
Prezzo: 12,00€
Pubblicazione:  31 marzo 2016
Sinossi: Qui sul sito Newton

Notizie sull'autrice: Nata in Texas, è una giornalista pluripremiata, che ha lavorato per varie testate locali («Fort-Worth Star Telegram», «The Detroit News» e «The Dallas Morning News»). Con Gli occhi neri di Susan è arrivata in vetta alle classifiche degli Stati Uniti e presto dal suo romanzo sarà tratto un grande film. Vive a Dallas. Per maggiori informazioni, visitate il sito juliaheaberlin.com.

VOTO: 

















Avete presente quanto prendete tra le mani un libro dalla cover promettente, la sinossi niente male e in fondo siete eccitatissimi perchè la casa editrice ve lo ha mandato in anteprima, inviandovi una copia  addirittura fuori commercio? Ecco, a me è capitato proprio così, ma ho dovuto attendere più di quindici giorni prima di potergli dedicare il giusto tempo. Purtroppo. 


Tessa oggi è una donna adulta, madre di una deliziosa adolescente e donna single. Tessie ieri era una ragazzina sportiva dalle doti eccezionali, che è stata rapita e ritrovata in un fosso, in mezzo a scheletri e ad un cadavere, con una caviglia spaccata e tante margherite gialle a fare da cornice. 
Tessa oggi cerca ardentemente il modo di scagionare l'uomo che è stato accusato di aver ucciso le "Susan" - così vennero chiamate le vittime del particolare Serial Killer - .
Tessie ieri era dallo psichiatra, a scervellarsi sulle motivazioni che l'hanno resa cieca e a litigare quotidianamente con lo stesso dottore che dovrebbe aiutarla a ricordare un passato prossimo buio. 
Questo "Thriller" è un continuo oscillare dal presente al passato, in cerca di una verità che in fondo saremmo curiosi di sapere: ma porcaccia la miseria, CHI E' CHE HA RAPITO TESSA? 

Ecco, forse dalla mia imprecazione avrete compreso che c'è qualche cosa che non va. Innanzi tutto partiamo dalla catalogazione del romanzo. Vogliamo parlarne? Un thriller per definizione dovrebbe far accelerare il battito cardiaco e incutere ansia la lettore, le aspettative altissime di incastrare il mostro di turno dovrebbe essere attese. 
Purtroppo tutto questo non accadrà, mettetevi il cuore in pace,  perché se ovviamente durante i capitoli ambientati nel presente si narrano i fatti riguardanti la vita odierna della vittima, ci si aspetterebbe che Tessie dallo Specialista ci racconti l'accaduto. Invece niente, nada, nisba. 
Il lettore trascorre tutto il tempo con il libro in mano a chiedersi...ok, ma quando succede qualche cosa? Cosa è successo a questa ragazza? 
Mi dispiace, ma nessuna risposta appagherà la vostra curiosità, il lettore con mooooolta calma si darà da solo le risposte, insomma, se la canta e se la suona. 

Però devo essere onesta: le ultime quaranta pagine non sono male, un finale particolare potrebbe deliziare il lettore, ma non me: ho iniziato a nutrire dei dubbi sulle persone coinvolte a circa cento pagine dalla fine. 
L'autrice però ha una penna scorrevole, i capitoli brevi sono sempre apprezzabili e comunque l'idea poteva non era malvagia, ma se un thriller è noioso per per quattro quinti della sua durata è come dire al barista di fiducia: "ciao Marcello, vorrei una cioccolata calda bianca, grazie" e ritrovarsi nella tazza una bevanda scura e amarognola. Uhhh certo, sul fondo però c'era un po' di zucchero. 

Punti di Forza:
  • L'idea e lo stile scorrevole.
Punti deboli:
  • La noia. Ho impiegato una settimana per finire un romanzo di trecentoventisette pagine, solitamente in tre giorni lo avrei letto e recensito.
  • La protagonista non riesco a comprenderla, per quanto mi sforzi è odiosa da ragazzina e strana da adulta.
  • In alcuni momenti la trama imbarca acqua: il lettore deve barcamenarsi tra informazioni date solo a metà, per poi non ricevere risposte. Ad esempio: cosa è stato fatto a Tessa? 



You Might Also Like

16 commenti:

  1. Nuooooooo l'ho già comprato dannazione! So già che sarà una ciofeca pure per me. Lo metto in libreria a prendere polvere e passo ad altro! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuuu mi dipiace, ma visto che lo hai già comprato leggilo mannaggia!! Magari a te piacerà un po' di più... :-)

      Elimina
  2. Concordo sister! Ha poco del thriller se non nelle ultime 50 pagine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, per me forse si sono ridotte a quaranta, ho fatto così fatica...

      Elimina
  3. Dopo aver letto il pensiero di Dani e il tuo ho deciso che non darò nessuna chance al romanzo... comunque la suspance ce l'hai messa tu con la pubblicazione della recensione vuota, ehehehe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia, ah ah ah hai visto, ho cercato di sopperire alle mancanza del romanzo!! No scherzi a parte ho fatto un po' di pasticcio. Comunque se non lo hai ancora comprato...non farlo!! ci sono un sacco di thriller meravigliosi, chiedi a Dany che lei è competente più di me!! baci

      Elimina
  4. Mi sa che non mi catapulterò in libreria a comprarlo, molte recensioni che ho letto non sono propriamente positive.. Penso proprio che mi fiderò delle tue parole e vado avanti con altri libri, che non mancano mai ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mia "cioccolatina"!! Ecco, ci mancassero le cose da leggere!!! ma per fortuna abbiamo grandi scorte :-)

      Elimina
  5. Sentiiiiiii... guarda che hai promesso, eh! C'era anche zia: niente più programmazioni vuote. Che io sono stufa di dover entrare a casa tua e mettere pezze ovunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sentiiiii...hai ragione, ho promesso. Però tu sarai pure entrata a casa mia, però non hai tolto il post disgraziata!!!!! comunque scherzi a parte, dopo questa figuraccia (ma in fondo è giusto che la gente sappia con chi ha a che fare) no, non programmo più post a metà, solo bozze.

      Elimina
  6. dai però il finale è bello! Però sono d'accordo su quasi tutto, noioso all'inizio, zero empatia con Tessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, ehm, ci credi che avevo intuito qualche cosa un sacco prima? non proprio tutto eh...che però fossero coinvolte quelle due persone si, quindi non mi sono goduta nemmeno il finale sig :-(

      Elimina
  7. nooooooooooo l'ho appena iniziato :-(
    PS. bellissima la nuova grafica!!!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amri, ma dai, in fondo sono gusti,io incrocio le dita che ti piaccia!!! grazie!!diciamo che adesso sono ancora più minimal...cagnine a parte :-) baciotti

      Elimina
  8. Oh no! Ed io che mi disperavo perché vedevo le varie foto in giro per il web e pensavo 'lo voglio anche io!'. Per fortuna era una ciofeca :D Ma toglimi una curiosità, in copertina c'è scritto il thriller più bello dell'anno o roba del genere? Perché in tal caso si spiega tutto ;) bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anna, la cover è magnifica, il titolo anche, la sinossi sembrerebbe niente male...ma purtroppo il contenuto mi ha deluso. Diciamo che lo stile è buono e magari io ho bisogno di emozioni più forti... però non me la sento di dirti di leggerlo :-(

      Elimina