Kwan,

Recensione - "Asiatici ricchi da pazzi" di Kevin Kwan

lunedì, luglio 11, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 15 Comments

Buongiorno gente, siete pronti per una nuova recensione sfarzosa? Già perchè il libro che vi presenterò è tutto pizzi, merletti e diamanti da 24 carati. Ringrazio Mondadori per avermene fatta leggere una copia. Per l'estate è ok!!






Titolo: Asiatici ricchi da pazzi
Autore: Kevin Kwan
Serie: Crazy Rich Trilogy #1
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 432
Prezzo: 19,50€
Pubblicazione: giugno 2016
Sinossi: Qui 
Genere: narrativa straniera

 

Notizie sull'autore:
Kevin Kwan è originario di Singapore e famoso per aver scritto due romanzi: "Asiatici ricchi da pazzi" nel 2013 e pubblicato in Italia da Mondadori nel 2016 e nel 2015 "China Rich Girlfriend" ma non ancora tradotto. Il libro ha ispirato un film che verrà prodotto da Nina Jacobson, già famosa per Hunger Games. Questo è il primo capitolo della trilogia "Crazy Rich trilogy".

Quando non conosco un autore e nemmeno il libro che mi si propone di leggere, cerco di informarmi, per sfacciata curiosità. Non tanto se ad altri il romanzo sia piaciuto o meno, ma le tipiche domande sono: Chi è l'autore? Cosa fa nella vita? Perchè ha scritto questo libro? Così comincio a navigare follemente tra blog e siti internet.
Questa volta mi sono buttata a capofitto tra le ricche pagine, avevo disperatamente bisogno di una lettura divertente e leggera, che mi facesse visitare un mondo a me ignoto, così ho letto velocemente la trama e mi son detta "ma sì...'nduma - in piemontese andiamo- " .


Rachel Chu e Nicholas Young si frequentano da un paio d'anni, abitano a New York e nella vita insegnano in un prestigioso College, lei economia e lui storia. Sono entrambi cinesi, entrambi studiosi, belli e desiderosi di far carriera. Fino a quando Nick non chiede alla sua bella dagli occhi a mandorla di seguirlo a Singapore per l'estate, il suo migliore amico Colin si sposerà a breve con una celebre modella, quale migliore scusa per una lunga vacanza a casa? Peccato che qualcuna sia totalmente ignara di ciò che la attenderà a Singapore, sarà una cacciatrice di dote oppure una povera sventurata ragazza normale, buttata in un mare popolato da squali? 

Il romanzo inizia con una scena del genere: I parenti di Nicholas, molti anni prima, appena arrivati a Londra comprano l'Hotel più prestigioso di Myfair. Sì, avete letto bene, lo comprano. Perchè?? Perchè il direttore si rifiutava di dar loro la suite che avevano prenotato,  a causa della loro pelle gialla. Il problema l'hanno risolto alla base. Cosa saranno mai qualche milione di sterline in contanti. Tzè. 

Ecco, dopo l'incipit ho capito che questo libro mi avrebbe portato mooolto lontana, quindi ho assistito ad un addio al celibato con i contro fiocchi, un addio al nubilato su di un'isola deserta, ville, abiti da migliaia di dollari, gioielli da far arrossire i Reali Britannici, insomma cose dell'altro mondo. 
Una storia frivola, basata sul lusso più sfrenato, ma contemporaneamente molto rigida, perchè l'aristocrazia cinese ha delle regole molto severe che non possono essere infrante, se da una parte si buttano soldi per una festa che avrebbe potuto sfamare l'intera Africa australe, dall'altra bisogna rispettare le gerarchie, e non disubbidire al volere dei potenti nonni. Come potranno mai vivere dei ricchi, giovani cinesi che hanno deciso di sbarcare in America e si sono inevitabilmente occidentalizzati?   Semplice, o ubbidiscono come scimmiette ammaestrate oppure la peggior pena: LA DISEREDAZIONE. 

L'autore è nato ricco e questa trilogia prende spunto proprio dai ricordi legati alla sua infanzia. A soli undici anni si è trasferito in America, ma le sue radici sono indelebili e non sradicabili. Ha deciso di scrivere un trilogia e questo volume, uscito nel 2013, è sbarcato in tutte le librerie italiane il 28 giugno 2016. Il film tratto da questa storia è già in lavorazione. 

Punti forti:
  • E' scorrevole, fresco e ci si ritrova spesso a sorridere delle pazzie e manie di questi ricchi asiatici onnipotenti.
  • E' una storia diversa dal solito - o almeno lo è stata per me - che mi ha permesso di staccare la spina e sognare ad occhi aperti di poter sorseggiare un mojito all'interno del mio bungalow in Polinesia. 
Punti deboli:
  • Per quanto mi riguarda, troppe pagine, e anche fitte fitte. Ecco, credo che una storia del genere, quando arriva a 300, sia già dettagliatamente ricca.
  • Troppe parole e modi di dire scritti in cinese e poi tradotti a fine capitolo con le classiche note. Mi hanno dato abbastanza sui nervi.

Consigliato a tutte le fashion victim, alle adulatrici dei grandi marchi, alle fanciulle che amano sognare senza mezzi termini, in maniera assolutamente spudorata. A tutti coloro che desiderano staccare la spina dalla faticosa quotidianità per immergersi in una storia assolutamente pazza. Un libro scritto da un uomo, per le donne!

VOTO:



Alla prossima, buon lunedì a tutti!!!

You Might Also Like

15 commenti:

  1. Per ora non mi attira tantissimo, magari gli darò una chance in futuro! baci xxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Roby, diciamo che è un romanzo proprio di lusso. si legge in fretta, ma non è che lasci proprio moltissimo. Tiene compagnia ecco. Bacione

      Elimina
  2. non sono fashion victim, però sognare attraverso un libro mi piace e un libro scritto da un uomo per le donne già mi ispira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara :-) nemmeno io come avrai capito sono una fashion victim, devo ringraziare suocera e marito che si prendono cura del mio guardaroba!!! Se vuoi sognare cose dell'altro mondo, questo libro può fare per te!!! bacio

      Elimina
  3. Non reggerei 100 pagine di vita da ricchi, figuriamoci oltre 400, poi le note in cinese danno la mazzata definitiva. Io passo. Sono però contenta che a te abbia dato la boccata di freschezza di cui avevi bisogno.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefy! No allora mi sa proprio che non fa per te! Baciotto

      Elimina
  4. credo che gli darò una chance. mi ispira vedere come vivono, per una volta, i ricchi asiatici e non sempre i ricchi americani ;-)
    ti dirò.
    un abbraccio
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amrita! Credo che ti potrebbe piacere! Potrebbe tenerti compagnia in questa calda estate. Bacioni

      Elimina
  5. Mmh, perché no? Prendo nota e chissà un giorno lo leggerò, anche se non mi piacciono le pagine fitte fitte :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna! Eh purtroppo le pagine fitte fitte ci sono, però scorre bene :-) a parte le parole in cinese . Kiss

      Elimina
  6. Baba tu sai che leggo le tue recensioni per puro, autentico piacere, se poi, già che ci siamo, il libro mi attira pure, abbiamo fatto tombola.
    Una trilogia di cui ero totalmente ignara e che per fortuna ho scovato qui da te. Mi precipito su Goodreads per prendere nota!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! Eh come tu ben sai i tuoi commenti sono linfa vitale per me. Grazie come sempre. Spero che ti piaccia e ti intrattenga piacevolmente. Un abbraccio e a presto

      Elimina
  7. ho letto il libro e mi è piaciuto!! qualcuno di voi sa se uscirà anche in italia il 2 cioè china rich girlfriend???

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. ho letto il libro e mi è piaciuto!! qualcuno di voi sa se uscirà anche in italia il 2 cioè china rich girlfriend???

    RispondiElimina