Anteprima,

Alessia Gazzola ci presenta la sua nuova protagonista austeniana: Emma De Tessent

lunedì, maggio 30, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 16 Comments




Buongiorno lettori, oggi non potevo non scrivervi un post riguardo all'incontro avvenuto in casa editrice Feltrinelli con la celebre Alessia Gazzola.
Sono incappata nel libro "L'Allieva" proprio grazie a mio marito Burro, che un giorno, dopo aver fatto la spesa, torna a casa con un regalino per la mogliettina malata.
Da quel momento è stato amore!!
Li ho letti tutti. Non me ne sono fatto scappare nemmeno uno.
Secondo voi, quando mi contatta la casa editrice, cosa è capitato? Dunque, ho trascorso quattro giorni sommersa letteralmente dalle mie tonsille abnormi e ovviamente mi sono eclissata dal mondo. Non appena la febbre ha deciso di abbandonare il mio corpo, prendo in mano il telefono e vedo la mail: La Feltrinelli mi invita a Milano il giorno dell'uscita in libreria del romanzo "Non è la fine del mondo" Recensione qui. Noooooooooooo, sarò ancora in tempo per  confermare la mia presenza? Disastro, avranno già tirato una riga sopra al mio profumato nick-name. Per una volta però la sfortuna ha spostato la nuvoletta su di un altro cranio e mi lasciato cogliere questa magnifica opportunità.


Cosa vi posso raccontare? Ho un sacco di materiale  e non so nemmeno da dove iniziare. Alessia è una persona dolcissima e molto disponibile, ci ha raccontato tanto, senza nessuna remora. Ha deciso di lanciarsi in una nuova avventura, proprio durante il maggior successo di Alice Allevi.

Emma è una sfida, perchè l'autrice ha un sacco di storie nel cassetto che vorrebbero una possibilità,  desidera un percorso parallelo alla sua serie, da un lato Longanesi  e la sua Specializzanda, dall'altro Feltrinelli per mano ad  Emma De Tessent.

L'autrice ci ha raccontato di aver preso spunto dalla letteratura anglosassone ottocentesca e gli amanti di Jane Austen non potranno che sorridere compiaciuti, perchè un sacco di riferimenti, a partire dal nome della protagonista, sono inequivocabili.
La Gazzola osserva, prende nota mentalmente e trascrive, perchè lei ha una fortuna pazzesca, quella dell'ispirazione: se per tanti autori è un problema, per il momento lei riesce a scrivere senza ricorrere a strani riti propiziatori, si accomoda nel suo studio, accende lo stereo e vola in un altro mondo.
Ci tiene a precisare però che nonostante le sue storie siano tratte dalla vita vissuta, le sue protagoniste sono indipendenti e viaggiano con le loro belle gambette snelle: qualche tratto della personalità dell'autrice c'è, ma non confondiamo Alessia, Alice ed Emma.

E se si incontrassero tutte e tre alla fermata della metro? Alice attaccherebbe bottone con Alessia, che si lascerebbe trascinare a far quattro chiacchiere con una gioviale sconosciuta, e molto probabilmente Emma le osserverebbe pensando "che pizza, ma quando smetteranno di mettermi in mezzo queste due chiacchierone?"

Devo ammettere che durante la lettura ho temuto di ritrovare qualche tratto della Specializzanda nella nuova protagonista, invece è stato fatto un lavoro impeccabile e nonostante lo stile dell'autrice sia inconfondibile e ben delineato, Emma è proprio Emma, così io ho pensato: dopo una serie ancora in crescita non deve essere semplice costruire una figura femminile della stessa fascia d'età, senza ricordare anche involontariamente la pasticciona Alice.  La Gazzola è proprio in gamba.

Credo di aver compreso che la giovane autrice abbia la necessità di staccarsi un po' dal vecchio personaggio, che è piacevole, famoso ma ingombrante a tal punto che involontariamente mi sono rivolta a lei chiamandola Alice. Quindi cara ALESSIA io spero di leggere ancora molte storie indipendenti e auto-conclusive, perché grazie ad Emma è come se ti scoprissi per la seconda volta.

Il più grande insegnamento che Emma ci possa dare? Non è la fine del mondo, niente lo è, solo la morte. Emma ci insegna ad essere un po' più positivi e a guardare le cose per quelle che sono, perchè in fondo c'è sempre una giornata più brutta delle altre, un episodio che ci procura più nervoso del previsto o delle persone che feriscono i nostri sentimenti. MA NON E' LA FINE DEL MONDO.  Devo ammettere, che per una pessimista cronica come me, è un consiglio utilissimo.



Pensavate fosse finito qui vero? ehhhhh no!! Perchè oltre al aver conosciuto Chicca del blog Libri in Tavola, che vi consiglio di andare a visitare, ho viaggiato in ascensore.

Si, ho schiacciato il Tasto G e ho condiviso le mie fobie e nevrosi con...ROSSELLA CALABRO' . Proprio lei, la donna con la quale ho in comune: il non senso dell'orientamento, la claustrofobia, il problema delle direzioni all'interno di una palestra - se poi bisogna lavorare a specchio è proprio la fine del mondo cara la mia De Tessent - il non amore per la folla e la passione per gli animali. Un incontro inaspettato che mi ha donato gioia.
Uh, oltre  a scrivere romanzi, come appunto "Cinquanta sbavature di Gigio", "Cinquanta smagliature di Gina", "Il Tasto G", "Di matrigna ce n'è una sola" e altri ancora, potrete leggerla sul suo blog Colibrì.


Adesso non mi resta che fare la blogger rompiscatole e consigliarvi spassionatamente di andare a comprare "Non è la fine del mondo". E se avete voglia di sorridere di gusto...anche i libri di Rossella vi aspettano!!


You Might Also Like

16 commenti:

  1. Uh, io adoro le sbavature di Gigio della Calabrò!!! Non sapevo avesse un blog, corro a leggerlo!!!
    Ancora non ho avuto modo di iniziare la serie di Alice Allevi, ma so già che mi conquisterà sicuramente! Spero di inziarla presto!
    Grazie di aver condiviso con noi le emozioni di questa giornata, mi son divertita a leggerle! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alinixedda!! Uhh corri a leggere la Gazzola :-)
      LA Calabrò è una forza, è stato un piacere assistere alla presentazione insieme a lei.
      Un bacione a te, e grazie per avermi seguita!

      Elimina
  2. Carinissima Alessia, e non vedo l'ora di leggerla ancora. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mr Ink, sì è una persona piacevolissima. spero che il carattere introverso di Emma ti conquisti :-)

      Elimina
  3. Che sorpresa fantastica ritrovarmi tra le tue parole.
    Ho cominciato Emna ieri e spero di scrivere un articolo bello come il tuo.a presto
    Chicca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chicca!! beh è stato un piacere e io ho scritto la verità :-)
      Sei gentile, ma so già che lo scriverai benissimo!!
      Baci

      Elimina
  4. Alessia è dolcissima ed io ho appena fatto la conoscenza di Emma; hai ragione, al momento niente che ricordi Alice in vista. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cecilia, mi avevi detto che Alessia mi sarebbe piaciuta, infatti avevi ragione!! E' proprio una bella persona. Sono contenta che tu abbia iniziato l'ultimo romanzo, non vedo l'ora di leggere il tuo pensiero!! Bacio

      Elimina
  5. Che bel resoconto! Anch'io temevo che Emma ricordasse un po' Alice, ma ora che so che è una protagonista fatta e finita sono ancora più curiosa di leggere questo libro! Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia!! No stai tranquilla, Emma ha una personalità ben definita e non assomiglia per niente ad Alice, spero che ti terrà buona compagnia :-)
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Un bel resoconto frizzante!
    L'ultimo libro della Gazzola l'ho letto in una giornata e questo non mi capita spesso. Direi che l'ho bevuto in un solo sorso e mi ha lasciato dentro una sensazione di calore.
    Un caro saluto da lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno mia cara Lea, sono molto molto felice che questo romanzo sia stato di tuo gradimento, Alessia è proprio in gamba e spero che possa continuare a deliziarci con le sue storie.
      Un bacio grande

      Elimina
  7. Io, io sono una piccola Austeniana :D (si può dire? vabbè al massimo avrò coniato un nuovo termine!)
    Comunque già sai che voglio conoscere la Gazzola e, guarda un po', un suo titolo l'ho appuntato nella mini TBR di Giugno che pubblicherò domani sul blog :)
    Ovviamente recupererò anche il suo ultimo romanzo! Una giornata meravigliosa la tua, ti invidio molto, sappilo! Bacio

    RispondiElimina
  8. ero curiosissima di questo incontro, grazie per averlo reso così bene che sembrava di esserci!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  9. Ma che meraviglia! Alessia è una persona carinissima, ho avuto l'occasione di incontrarla un paio di volte ed è stata sempre molto gentile e disponibile.
    Inutile dire che ho preso Non è la fine del mondo appena uscito e l'ho divorato in due sere. Ai libri della Gazzola proprio non so resistere xD
    Emma mi è piaciuta molto come protagonista, ho amato il suo modo di fare e soprattutto la sua tenacia. Alice è un personaggio molto diverso e credo che l'autrice in qualche modo abbia fatto bene a distaccarsi un po' dalla sua serie per proporre qualcosa di indipendente ed autoconclusivo.
    Ho apprezzato molto, insomma :3

    RispondiElimina
  10. che bella esperienza, non vedo l'ora di leggere Non è la fine del mondo, è un'autrice che già apprezzo e conosco. Capisco il volersi staccare da Alice, come hai detto tu sopra, è facile poi confondere personaggio e autore.
    PS di Rossella Calabrò ho letto Danza d'amore per principianti e l'ho trovato proprio bello

    RispondiElimina