Anteprima,

Recensione in Anteprima - "Non è la fine del mondo" di Alessia Gazzola

giovedì, maggio 26, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 32 Comments

Buongiorno lettori, con grande piacere oggi vi presento la mia recensione in anteprima dell'ultimo romanzo di Alessia Gazzola: "Non è la fine del mondo" esce proprio oggi in tutte le librerie e io potrò conoscere l'autrice proprio nel pomeriggio.  Per questo ringrazio la Casa Editrice Feltrinelli, ma in particolare Valeria, per aver invitato proprio me!! Vi racconterò. Nel frattempo vi lascio il mio pensiero.






Titolo: Non è la fine del mondo
Autore: Alessia Gazzola
Casa Editrice: Feltrinelli
Pagine: 224
Prezzo: 15,00€
Pubblicazione: 26  maggio 2016
Sinossi: Qui sul sito Feltrinelli
                           
 

Notizie sull'autrice:
Alessia Gazzola (Messina, 1982), maturità classica, laurea in 
Medicina e Chirurgia, è specializzata in Medicina Legale. Della fortunatissima serie dedicata alle avventure amorose e professionali di Alice Allevi fanno parte:L'Allieva, Un segreto non è per sempre, Sindrome da cuore in sospeso, Le ossa della principessa e Una lunga estate crudele, tutti pubblicati da Longanesi. I suoi libri sono tradotti in Germania, Francia, Spagna, Turchia, Polonia, Serbia e Giappone. Dai primi tre romanzi Endemol e RAI1 hanno realizzato una fiction televisiva con Alessandra Mastronardi nei panni di Alice Allevi. Ama viaggiare, leggere (lo considera una tipologia di viaggio) e cucinare. Vive a Verona con il marito e le sue due piccole bambine. Per Feltrinelli ha pubblicato Non è la fine del mondo (2016).



Chi sarà mai Emma De Tessent? Una nobildonna ottocentesca? Una dama d'alto rango? Un personaggio legato alle storie di Jane Austen? Una tenace stagista. Sì, sì, sì, proprio così, Emma De Tessent lavora presso una casa di produzione cinematografica, come stagista. Eterna stagista. Sono ormai tre anni che questa piacevole trentenne si prodiga per un salario decisamente scarno e un ufficio condiviso. Adesso si merita un premio, il famoso CONTRATTO , che tanto le è stato promesso, e lei è lì, con le dita incrociate dietro la schiena, come un bambino al quale è stata promessa una generosa porzione di Nutella a fine pasto.
Nutella FINITA. Sogni infranti. Scrivania sgomberata. Emma non prende il volo.

Che io nutra una forte simpatia nei confronti di Alessia Gazzola è risaputo: la serie che mette in mostra Alice Allevi occupa un posto speciale all'interno della mia "cella librosa" e sono onorata di aver potuto leggere la storia di Emma in anteprima. 
Emma è una ragazza che ha moltissimo da dire e da dare, è legata alla sua famiglia, condivide l'appartamento con la mamma, ormai vedova, ed essendo single si occupa volentieri delle due Nipoti, figlie di Arabella, sua sorella maggiore. 
E' un personaggio dal carattere distintivo e discrepante, ama le storie d'amore vendute in edicola, sogna di possedere un villino romantico  con il glicine, ma è una donna in carriera  (o almeno ci prova), attiva e operosa e non credo sarebbe in grado di depositare i remi in barca  per farsi mantenere dal principe azzurro.  Insomma, ama i romanzi regency ma non si godrebbe mai una storia simile. O forse la vivrebbe, se tradotta in chiave moderna - e non è detto che il principino non sia dietro l'angolo -.

Un altro personaggio che è stato in grado di donarmi serenità e benessere è proprio l'autore l'italo-giapponese che Emma cerca in ogni modo di convincere a venderle i diritti per poter girare un film. Diventeranno quasi amici, o comunque il loro rapporto evolverà e io non mai potuto fare a meno di immergermi all'interno delle loro brevi conversazioni e per respirare la saggezza di un uomo d'altri tempi.

Infine, qualche riga la dedico all'Atelier, a quell'emporio di abiti di lusso per bambini, confezionati a
mano, uno per uno, con pizzi e merletti che solo la proprietaria è in grado di scovare, spinta dalla passione per il suo lavoro e dal buon gusto innato.
Sarà un clichè, la protagonista entrata in profonda crisi, si rifugia a  cucire completini, al sicuro dal mondo e protetta dall'anziana proprietaria; quel piccolo laboratorio di confezioni per bambini, che profuma di tradizioni e di legno chiaro, dove il viola non è viola ma pervinca, malva, lavanda o melanzana, un luogo dove solo il levriero Arturo, grazie alla sua flatulenza, è in grado di riportarci con i piedi per terra, perchè altrimenti potevamo convincerci di essere su di una nuvola.  Ecco, proprio questo luogo mi ha convinta, perchè ogni persona in fondo al cuore sa di avere un luogo sicuro dove potersi rifugiare nei momenti più impegnativi e confusi. Emma aveva il villino con i glicini, adesso ha la piccola sartoria.
Lo avrete capito, questo libro è stato di mio gradimento, posso confermare che l'autrice, anche lontana dagli obitori, riesce a dare il meglio e a regalare momenti di serenità, descrivendo luoghi e persone alla perfezione, senza però dilungarsi troppo.

Punti forti:
  • I personaggi ben caratterizzati e descritti con cura. Dal produttore spietato, all'autore zen, al cognato fedifrago ma orgoglioso e potrei proseguire per altri cinque minuti... 
  • I luoghi particolari diventano delle vere e proprie "chicche" se narrati da Alessia, vien voglia di indossare il soprabito e accompagnare Emma a far due passi.
  • Emma. Quante persone si possono sentire rappresentate dalla protagonista? Credo molte. Mi sono affezionata alla Tenace Stagista, che si è conquistata una parte del mio cuore.
Punti deboli:
  • Onestamente non ne ho trovati, questa favola è bella così com'è. Classica. Romantica. Ma maledettamente reale, anche se il finale, sicuramente prevedibile,  spazza via le nuvole e ci mostra un raggio di sole.

Alla prossima,





You Might Also Like

32 commenti:

  1. Non vedo l'ora di leggerlo! Sola la copertina mi mette allegria.
    un bacio da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tessa, eh mi raccomando, leggilo in fretta perchè Emma è una buona compagna di viaggio :-) Ti mando un bacio grandissimo

      Elimina
    2. Ih ih ih oramai io e Tessa siamo diventate tanto cici coco' che ci confondi. ;-)
      Non posso dire che mi dispiaccia però.
      bacio
      Lea

      Elimina
    3. Oh ma signur....scusa Lea, no ti giuro che sapevo di leggere il commento tuo, ma non so perchè ho scritto Tessa, o forse l'ho fatto dopo aver letto la tua e.mail ah ah ah
      Un bacio a te

      Elimina
    4. Bello, mi piace cicì cocò ;)
      Comunque questo romanzo mi intriga dopo aver letto la tua recensione! di solito non amo la Gazzola, ma qui mi pare ci sia qualcosa di diverso dal solito. bacio.

      Elimina
    5. Uhhh buongiorno Tessa!!! Che dolci che sono le mie donne! Spero che tu possa aver voglia di questa aria nuova!! Bacione

      Elimina
  2. Alessia è una delle autrici di cui comprerei a scatola chiusa pure la lista della spesa, anche solo per la gentilezza e la simpatia. Come Lea, non vedo l'ora di leggerlo e conoscere Emma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco Cecilia, ci capiamo, mi piace Alessia, un sacco. Oggi avrò il piacere di conoscerla e non vedo l'ora. Scrive bene, mi intrattiene e mi fa anche un po' sognare. Ti piacerà :-)

      Elimina
  3. Non conoscevo quest'autrice ma mi incuriosisce! Mi è piaciuta tantissimo la tua recensione. Lo metto subito in WL!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Grazie per essere passata a trovarmi :-)
      Uhhhh Alessia Gazzola mi piace molto, è famosa per aver scritto "L'Allieva" e il seguito della serie. La storia di una Specializzanda in medicina legale. Non mi aspettavo questo libro. Mi ha confermato che amo il suo stile narrativo

      Elimina
  4. Non vedo l'ora di leggerlo! Già la serie di Alice mi ha conquistata, la protagonista stagista già mi ispira. Ma sarà una nuova serie o è a sè? Bella questa recensione, l'ho letta col sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, grazie mille :-) sono felice che ti sia piaciuta. No, credo che sia finito, anche se, un seguito ci potrebbe essere, ma la storia comunque finisce. Oggi chiedo!!!!

      Elimina
  5. Di questa autrice ho letto solo il primo della serie di Alice Allevi, ma questo mi ispira molto, sarà che adoro i glicini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beth, tu pensa che per assurdo il primo della serie di Alice, l'Allieva, della serie è quello che mi è piaciuto meno, e ti ho detto tutto!!! Anche io adoro i glicini. Leggilo, ne sarà valsa la pena. Un abbraccio

      Elimina
  6. Anche se sono TANTO affezionata ad Alice Allevi tutte le sue avventure mi hanno fatto fare grosse risate, vedo già che questo nuovo romanzo della Gazzola promette molto bene :-)
    Sarà sicuramente uno dei prossimi acquisti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E brava Sonia!!! leggi leggi :-) che Emma ti piacerà!! Per ora ti abbraccio. smack

      Elimina
  7. Come sempre ho deciso di recuperare i romanzi con protagonista Alice Allevi fino ad arrivare ad Emma :)
    Buona la Nutella!
    Bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella gioia, la Nutella è indispensabile ah ah ah
      Spero di conoscere presto il tuo punto di vista, un abbraccio

      Elimina
  8. Che io ami Alice Allevi tanto quanto chi l'ha creata non è una novità. Che non veda l'ora di conoscere Emma, nemmeno. Che aspetto? Chennesò! Ah, sì: di procurarmi il libro, condizione indispensabile per poterlo leggere! Bacio!
    P.S. Ci vediamo più tardi, quando mi accomoderò sulla tua spalla 😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco. Ti sto aspettando che siamo in ritardoooooo. Nel frattempo corri a comprare il libro :-) o chiedi a Lea che lo ordini per la biblioteca

      Elimina
    2. Che credi? Che non abbia già abbondantemente stalkerizzato la mia spacciatrice di novità? Leucciaaaaa! È arrivato?!??!

      Elimina
    3. Che credi? Che non abbia già abbondantemente stalkerizzato la mia spacciatrice di novità? Leucciaaaaa! È arrivato?!??!

      Elimina
    4. Ah ah ah sei grande!!!!!! Ps Alessia è dolcissima :-)

      Elimina
    5. Ah ah ah sei grande!!!!!! Ps Alessia è dolcissima :-)

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Avevo amato lo stile della Gazzola leggendo L'allieva ma non mi aveva convinto la storia spacciata più per giallo che per il romanzo rosa che invece credo che sia. Sono felice che questo libro sia slegato da quella serie e credo che lo leggerò! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai sister leggilo :-) voglio sapere cosa ne pensi

      Elimina
  11. Ciao Salvia! Anche io amo la Gazzola e la sua serie con Alice protagonista... adesso sono incuriosita anche da Emma però!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia. Emma, Emma, Emma. La tenace stagista lascia il segno. Più ne parlo e più ne parlerei.
      Un bacio

      Elimina
  12. io lei la adoro e questi libro mi ispira molto! al salone poi ho scoperto che in autunno usciranno le nuove avventure di Alice Allevi e non vedo l'ora!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amrita, preparati. Emma è tosta, e ti piacerà. Bello. Sopratutto se ti piace la Austen.
      Baciotti

      Elimina
    2. Ciao Amrita, preparati. Emma è tosta, e ti piacerà. Bello. Sopratutto se ti piace la Austen.
      Baciotti

      Elimina