Lackberg,

Ti consiglio un libro #14 - Un libro che leggeresti d'inverno

venerdì, febbraio 12, 2016 Baba Desperate Bookswife 18 Comments



Questa è una rubrica nata per far conoscere dei libri senza un criterio particolare. Un paio di volte al mese troverete i nostri (Salvia, La LibridinosaUn libro per amicoLa Biblioteca di Eliza) consigli sui rispettivi blog. Questa settimana abbiamo pensato di scegliere un libo che noi leggeremmo solo d'inverno, uno di quei libri che fanno venir voglia di stare al calduccio con una copertina sulle ginocchia! 


Titolo: La principessa di Ghiaccio
Autore: Camilla Lackberg
Casa Editrice: Marsilio
Genere: Giallo
Pagine: 458
Prezzo: 18,50€
Pubblicazione: 2010

La mia recensione: qui

Sinossi:Erica Falck è tornata nella casa dei genitori a Fjällbacka, incantevole località turistica sulla costa occidentale della Svezia che, come sempre d'inverno, sembra immersa nella quiete più assoluta. Ma il ritrovamento del corpo di Alexandra, l'amica d'infanzia, in una vasca di ghiaccio riapre una misteriosa vicenda che aveva profondamente turbato il piccolo paese dell'arcipelago molti anni prima. Erica è convinta che non si tratti di suicidio, e in coppia con il poliziotto Patrik Hedström cerca di scoprire cosa si nasconde dietro la morte di una persona che credeva di conoscere. A trentacinque anni, con la sensazione di non sapere bene cosa volere nella vita ma stimolata da un nuovo amore, approfitta del suo status di scrittrice per smascherare menzogne e segreti di una comunità dove l'apparenza conta più di ogni cosa.

Lessi "La principessa di ghiaccio" un anno e mezzo fa, ero una blogger alle prime armi, ma sicuramente non sbagliai la scelta del libro: la Lackberg fu un successo per me. Perchè lo consiglierei d'inverno? - premetto che se dovessi leggerlo ad Agosto non è che lo butterei nella spazzatura - Perchè il paesaggio nordico, il paesello dove è ambientata da storia, i fiordi, i pescatori imbacuccati, il gelo, il ghiaccio, insomma è un'ambientazione che per me è sinonimo di inverno, quello che qui, nel 2016 non c'è ancora stato. E' uno di quei libri che leggerei sorseggiando una tazza di tè fumante all'arancio e cannella, una coperta morbida morbida appoggiata sulle gambe e magari una sedia a dondolo sulla quale poter appoggiare il mio Lato B. 
Beh, quest'anno non fa così freddo, ma ve lo consiglio ugualmente!

E adesso andate a leggere i consigli delle mie tre amiche Dany, Laura ed Eliza!

Alla prossima
Salvia

You Might Also Like

18 commenti:

  1. Che belli i libri della Lackberg! Per me sono una coccola! L'anno scorso mi sono anche fatta autografare Il segreto degli angeli quando è venuta al salone del libro ed ero stupidamente emozionata come una bambina. Li leggo in tutte le stagioni, anche in riva al mare se capita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia! Lo scorso anno al Salone l'ho vista che firmava le copie, mi sono messa in fila, poi ho problemi con la folla e me ne sono andata. Magari ci siamo urtate senza saperlo :-)
      Bella la Lackberg, piace tanto tanto!!!!
      A presto Nadia

      Elimina
    2. Anch'io l'ho vista al salone del libro l'anno scorso :-)

      Elimina
  2. Direi che già il titolo ispira inverno e tanti gradi sotto zero :) ho già un leggere brivido lungo la schiena xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina!!! Vero??? E' forte questa autrice :-)

      Elimina
  3. Ciao cara Salvia, questo libro l'ho letto. In realtà della Lackberg ho letto solo questo: non mi piace che nei gialli ci siano storie d'amore. Mi piace che ci siano delle simpatie, o delle cose non dette, delle tensioni emotive e sentimentali (come tra Cormoran e Robin), ma non voglio mai entrare troppo nel privato. Comunque lo ricordo come un libro piacevole, ma non abbastanza da farmi leggere anche quelli che l'autrice ha scritto dopo. D'altra parte i con i gialli e i thriller sono molto esigente, basta un nulla per farmi disamorare.
    Un bacio da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao dolce Lea!! Uhh a me non ha infastidito, anche se in effetti preferisco più distacco e qualche sguardo complice piuttosto che una storia sdolcinata. Ma devo ammettere che anche io ho letto solo il primo, anche se possiedo quasi tutti gli altri!!! Però mi è piaciuto talmente tanto che prima o poi li leggerò tutti o quasi!!!
      Però...la vera esperta di gialli sei tu, quindi chiederò al più presto i tuoi consigli se avrai voglia di sopportarmi!!
      Ciao Bella donnina, a presto, bacioni

      Elimina
    2. Ciao Salvia! Sei gentile a definirmi esperta di gialli. Smack.
      Io a tutti consiglio L'uomo che odiava i martedì di Hakan Nesser. Altro che storie d'amore, matrimonio, prole ecc... I gialli sono gialli e le storie d'amore devono stare a margine, per quello che quel grandissimo uomo dell'Ispettore Dalgliesh ha alle spalle solo una moglie (morta). E quando la James lo fa fidanzare succede di tutto (anche che la scrittrice per raggiunti limiti d'età non pubblichi più nulla).
      Il giallo come piace a me è malinconia, non panni da stendere e lavatrici. Ma magari sbaglio. Le lavatrici vanno sempre bene, basta che non ce le descriva lo scrittore.
      O no?
      buon fine settimana cara Salvia e sappi che a me i tortelli piacciono!
      lea

      Elimina
  4. Mi piace Camilla e questo primo romanzo secondo me è uno dei migliori ( forse proprio perchè c'è una certa tensione tra i due protagonisti, prima del matrimonio, prole e storie del parentado, che in effetti, ultimamente trovo un po' noiosi).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tessa, mannaggia io ho letto solo il primo :-( l'ho scoperta lo scorso anno e non sono riuscita ancora ad inserire gli altri. Li ho, ma non li ho ancora letti. Devo rimediare il prima possibile!!
      Baci

      Elimina
  5. Ho in TBR praticamente tutti i libri della Lackberg ma ancora non ne ho letto neanche uno... sicuramente inizierò da questo, so che è bravissima ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sonia, siiii leggi leggi che ne vale la pena

      Elimina
  6. Lo terrò in considerazione ^_^

    RispondiElimina
  7. Uhhhh la Camilla! Tu sai quanto io ami i nordici...
    Di questa autrice però ho letto solo questo che mi è piaciuto ma non tanto quanto altri autori dello stesso genere quindi poi mi sono fermata. Chissà, un domani forse potrei cambiare idea! Ti consiglio Mankell però, moooolto superiore! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sister, eh hai ragione, Mankell lo dovrei cominciare, ma ho l'ansia di iniziare nuove serie ah ah ah non riesco a finirle

      Elimina
  8. Ciao, adoro i romanzi della Lackberg, per ora sono arrivata al quinto libro (Il bambino segreto, che ho recensito nel mio nuovo blog http://langolodiariel.blogspot.it/2016/01/il-bambino-segreto.html).Io, invece, ho letto "La principessa di ghiaccio" quest'estate, a luglio, durante il periodo più caldo dell'estate, diciamo che l'ambientazione mordica è servita a rinfrescarmi mentalmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel, io ammetto di aver letto solo questo, e non ho più continuato, perchè i tempi sono sempre stretti e ho un mare di cose da leggere. Ma vorrei continuare la serie al più presto :-)

      Elimina