#Recensione,

Recensione - La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin - Enrico Ianniello

giovedì, aprile 02, 2020 Baba Desperate Bookswife 4 Comments

Il libro
La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin  di Enrico Ianniello
Editore: Feltrinelli| Pagine: 272| Pubblicazione: 2015| Prezzo 16,00€| Trama: Qui
Genere: narrativa
Notizie sull'autore
Enrico Ianniello (Caserta, 1970) è un attore, regista e traduttore. Ha lavorato a lungo nella compagnia di Toni Servillo. Dal catalano ha tradotto le opere di Pau Miró, Jordi Galceran, Sergi Belbel. Al cinema ha lavorato con Nanni Moretti, in televisione è il commissario Nappi della serie “Un passo dal cielo”. La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin (Feltrinelli, 2015), il suo primo romanzo, ha vinto il Premio Campiello Opera Prima 2015 e diversi altri premi, tra cui Il premio John Fante Opera prima 2015, il Premio Cuneo 2015 e il premio Selezione Bancarella 2015. Per Feltrinelli ha pubblicato anche, nella collana digitale Zoom Flash, Appocundría (2016) e il romanzo La Compagnia delle Illusioni (2019).
Recensione
e1/2
La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin è il romanzo d'esordio del già famoso Enrico Iannello e narra le avventure di Isidoro, bambino nato in un paesino campano di provincia (Mattinella), figlio unico di Quirino, rosso sindacalista inventaparole, e Stella, morbida donna del sud che profuma di pasta fresca.
Oltre ad essere un ragazzino ben educato, intelligente e capace, Isidoro ha un dono: l'urlafischio. Eh sì, avete letto bene, perché quando venne al mondo lui non pianse, ma fischiò. Oltre ad avere una voce pazzesca, il nostro piccolo amico riesce a comunicare con gli uccelli e se ne accorge grazie ad un merlo indiano di nome Alì.
Il lettore viene catapultato nel mondo di questo personaggio, cosparso di affetto che profuma di farina , e di simpatia durante una pallocentrica completa alle 6 del mattino. Per sapere cosa sia una pallocentrica...dovete leggere il libro.
Fino ad un certo punto ero convinta che questo libro fosse la storia d'infanzia, raccontata in modo ironico, di un ragazzino che sapeva fischiare, pensavo diventasse un personaggio locale famoso grazie ai suoi concerti e pensavo finisse così. Ad un certo punto invece tutto cambia, inizia a percepirsi il senso della perdita, la sua vita da bambino diventa meno spensierata fino a quando...beh anche questo non posso scrivervelo.
Durante la sua prodigiosa vita Isidoro conoscerà moltissime persone e ognuna di loro gli lascerà qualcosa che lui interiorizzerà e lo renderà migliore.
E' complesso da spiegare, ma la delicatezza di questa storia è significativa, come lo è l'ironia con la quale è narrata. Se ad un primo impatto può sembrare semplicemente un racconto divertente, piano piano scopriamo  quanto sia commovente, trattando dei temi purtroppo attuali, che affiorano poco alla volta, rendendolo completo.
Il personaggio che più mi ha colpito è il padre di Isidoro, Quirino, un uomo semplice ma con il cuore pieno d'amore e una capacità straordinaria di mettere nero su bianco i suoi sentimenti, il luogo migliore in cui riesce a farlo è in bagno, quando è da solo con i suoi pensieri e davanti ha un foglio e una matita.
C'è poi l'affetto che si trasmettono un merlo e un bambino che diventerà ragazzo, un rapporto fraterno, che solo un figlio unico probabilmente può capire, e so che sembra un contro senso, ma se ci pensate bene è così.
Se vi state chiedendo allora cosa mi abbia raffreddato, beh proverò a spiegarvelo. Se da una parte ho sorriso moltissimo, mi sono emozionata, ho versato una lacrimuccia e mi sono nutrita d'amore, sopratutto nella parte iniziale del romanzo, dall'altra non riuscivo ad entrare pianamente nella storia, perchè a mio avviso l'autore ha divagato un po' troppo, rendendo la narrazione lenta. Era il romanzo perfetto, di quelli che piacciono a me, peccato che io abbia a volte faticato ad andare avanti e non per scarso interesse; questo è il motivo per il quale ci sono 3 stelline e mezza.
Vorrei però dirvi che questa storia merita di essere letta, il protagonista è pazzesco, ma tutte le sue spalle non sono da meno. Se volete affrontare una lettura diversa dal solito questo libro fa per voi. Se siete amanti dei libri raccontati con ironia, beh allora questo fa per voi. Se non vi spaventano degli aspetti al limite dello straordinario, allora non potete perderlo. Se volete essere coccolati da una famiglia magnifica, dategli una possibilità. Dovete però dedicargli del tempo, perchè questo libro ne ha bisogno. 

You Might Also Like

4 commenti:

  1. Beh, direi che mai come in questo momento il tempo non mi manca! E allora buttiamo anche questo in lista, dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia, sììììì butta butta e poi mi fai sapere :-)

      Elimina