#Rubrica,

Ti racconto di un pomeriggio estivo #8 + Recensione: Lontana da te

sabato, giugno 24, 2017 Baba_Books Desperate Bookswife 7 Comments

Buongiorno lettori, vi state chiedendo il significato di questo strano titolo? Lo immaginavo. Io e la signorina Lucrezia (sì proprio lei, Lucrezia Scali, quella famosa), abbiamo iniziato una nuova collaborazione. A chi non piacciono le lettere? Abitiamo non troppo distanti, ma vedersi è comunque difficile, allora abbiamo pensato, viste le nostre passioni comuni, di raccontarci una nostra giornata, immerse nella lettura e avvolte dal profumo di una buona torta appena sfornata.
Cara Lucrezia,
oggi ti racconterò una delle mie giornate trascorse al mare, in un delizioso campeggio di Albenga. Da quando Isotta è nata, io, mia suocera e di tanto in tanto i miei genitori, prepariamo la valigia e ci rechiamo ad Albenga, in modo che la pupetta possa trascorrere un periodo respirando aria salmastra.
Il campeggio per le famiglie con bambini piccoli è l'ideale: abbastanza sicuro, con accesso diretto sul mare e la macchina volendo si potrebbe addirittura dimenticare nel parcheggio. Quest'anno mia madre si è aggregata per tutto il periodo, così le FANTASTICHE QUATTRO sono arrivate al Camping Italia a bordo del mitico pandino rosso fiamma. Che squadra! Siamo riuscite a far stare tutto il necessario ed è stato un vero spasso (va beh, nei tratti in salita la macchinina chiedeva pietà, però tutto sommato si è comportata divinamente).
Quando è stata ora di disfare il bagaglio mi sono resa conto di aver portato:
- 1 shampo per Isotta 
- 1 doccia schiuma post sole
- 1 gel all'aloe vera rinfrescante
- 1 crema just alla menta
- 1 crema protezione 50
- 1 crema protezione 6
- 1 crema viso protezione 20
- 1 olio abbronzante protezione 10
- 1 olio abbronzante protezione 0
- 1 olio per capelli argan
- 1 balsamo ricostituente
- 1 crema per il viso 24 ore
- 1 crema contorno occhi
Ecco, forse mi è un po' sfuggita la mano, cosa dici? Anche perchè, oltre al pareo, un copricostume, un vestitino e un paio di pantaloni lunghi e una maglietta...non c'era nulla all'interno della borsa da viaggio, a parte ovviamente tre libri accompagnati dal kobo. 
Bene, tra i libri letti ho portato a termine "Lontano da te" di Romina Casagrande, edito da Arkadia Editore.
Questa è la storia di Sofia, una ragazza italiana che vive da qualche tempo nella metropoli inglese più famosa in Europa. Lei è una ragazza in gamba, esperta fotografa e appassionata d'arte, ha diversi amici e un segreto che nessuno conosce. In Toscana, nella Maremma, abita Bianca, ovvero la sorella di Sofia, ma da due anni le due sorelle non si rivolgono più la parola: durante una festa di paese capita un incidente, la verità non è mai venuta a galla del tutto e Bianca e Sofia hanno spezzato il loro legame, chi per rabbia e chi per incapacità di adattamento. 
La giovane quasi londinese però un giorno si rende conto di essere stata tradita dal suo fidanzato, così insieme ai suoi due amici fidati decide di mettersi in viaggio per l'Italia e torna momentaneamente a casa.
Questa è una storia particolare, che al suo interno cela più di una sorpresa: innanzi tutto è una storia di amore fraterno, di tradimenti, di gelosia, di voler vivere dentro al corpo di qualcun altro. E' la storia di un dolore, che non riesce ad uscire, ma non può più restare dentro e rompe gli argini, ormai resi fragili dal tempo. 
I personaggi sono interessanti, anche se non del tutto definiti e la forma e piuttosto impegnativa. Ho impiegato parecchio tempo prima di riuscire ad entrare pienamente nel libro. Non necessariamente è una cosa negativa, l'autrice ha curato molto lo stile, non lasciando niente al caso, anche se io ho appunto fatto fatica a simpatizzare con la trama, poichè personalmente amo gli stili un po' più snelli. Mi è piaciuto però il messaggio che ha lasciato al lettore e sopratutto gli intrecci che ha saputo creare: un libro tutt'altro che leggero e spensierato, ma un romanzo da gustare con calma e attenzione. E tu Lucrezia lo hai letto? Io credo proprio che potrebbe piacerti molto.
Tu invece hai letto qualcosa di interessante nonostante il caldo? 
Abbraccio virtualmente te e tutti i nostri lettori, e sopratutto mi aspetto che ci raccontino un loro pomeriggio estivo!
A presto e...non dimenticate di andare a leggere cosa ha combinato Lucrezia, basta cliccare Qui.
Baba



You Might Also Like

7 commenti:

  1. Io non amo molto il mare, ma con questo caldo asfissiante ti invidio un po' la permanenza in campeggio! A proposito della lettura, mi fa piacere leggere la tua opinione su questo romanzo che ho anche io ad aspettarmi sul tablet, ma che non sono ancora riuscita a leggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beth! Si siamo stati al fresco in effetti. A Torino 40 gradi e in campeggio si è no 25. Altra storia:-). Spero di leggere presto la tua opinione! Bacio

      Elimina
  2. Ahah allora è proprio vero che tu e la valigia avete un rapporto... conflittuale! :-D non conoscevo questo libro ma adesso me lo appunto, mi ispira parecchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Nadia! Ah ah ah vedi? Te lo avevo detto! Pessimo, pessimo rapporto ah ah ah

      Elimina
  3. Il libro non penso che faccia per i miei gusti però voglio fare i complimenti alla panda che vi ha portato sulle montagne anche se con fatica. E' stata grande ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia! Si in effetti la macchinina della mia mamma si è comportata da vera combattente! Ringrazia sentitamente per i complimenti!

      Elimina
  4. Ciao tesoro bello, non hai una foto da mostrarmi delle fantastiche quattro? :D Eh, direi che la situazione ti è un po' sfuggita di mano, ma almeno di sicuro non tornerai a casa bruciata :)
    Non conoscevo questo libro, credo che andrò a indagare.
    ti abbraccio forte

    RispondiElimina