#Recensione,

Recensione - Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito) di C. Parenti

lunedì, giugno 19, 2017 Baba_Books Desperate Bookswife 12 Comments

Il libro
Tutta colpa del mare di Chiara Parenti
Editore: Rizzoli| Pagine: 319| Pubblicazione: 2017|Prezzo 8,90€| Trama Qui
Genere: narrativa rosa
Notizie sull'autrice

Chiara Parenti è nata a Lucca dove vive con il marito, il figlio e due gatti combinaguai. Laureata in Filosofia, è giornalista pubblicista e lavora nell’ambito della comunicazione. Ama disegnare, leggere e viaggiare. 




Recensione
Inizio subito con il dirvi che questa storia l'ho vista in giro per il web quando ancora era solo un ebook edito da Rizzoli, collana "You Feel". Io che adoro il mare bello e sopratutto le isole deserte...beh non ho potuto non farmi attrarre dalla copertina. Però non l'ho mai comprato, leggo pochissimo in digitale e ho deciso di dedicarmi ad altro. Lo scorso mese vado in libreria e lo avvisto da lontano, manco avessi il radar, così lo prendo. Evviva dopo tre anni è uscito in versione cartacea! La combinazione vuole che la mia sister Daniela mi dica che lo leggerà a breve, poichè l'autrice in persona l'ha contattata. e che faccio, non mi metto in mezzo anche io? Certo che sì! Inizino le danze...
Maia Marini è una ragazza molto fortunata: ha un bellissimo e ricchissimo fidanzato che si chiama Lapo, una futura cognata che è anche la sua migliore amica (Diana), un lavoro per un importante pubblicista, e una quasi suocera...beh il rapporto può essere discutibile, ma comunque cordiale, perchè Atena ha classe e l'eventuale guerra la combatte con gli sguardi, seguiti da abbracci discutibilmente sinceri.
Tutto procede per il meglio, fino a quando Maia, Diana, Margherita e Gaia non partono per un addio al nubilato e con grande sorpresa Maia si ritrova in Versilia, il luogo dove ha trascorso le estati dell'adolescenza, quelle fatte di cotte estive, arrossamenti della pelle e batticuori irrefrenabili. Peccato che la protagonista abbia davvero lasciato un pezzetto del suo cuore da quelle parti e non sia mai più tornata a riprenderselo. Marco l'ha fatta soffrire e lei non ha mai più voluto mettere piede nella casa dei nonni. Da quel momento si è dedicata anima e corpo allo studio e ha iniziato a basare la sua vita sul rigore, a partire dal cibo, che si nega per far felice il suo fidanzato, che la vuole vedere strizzata in abitini taglia 40.
Cosa potrebbe mai succedere se Maia dovesse incontrare Marco, detto Tonno, bere come se non ci fosse un domani, portare tutti gli amici (attuali e di vecchia data) nella casa della futura suocera e svegliarsi senza ricordarsi nulla?  Ovviamente non mi spingerò oltre.
Mi è piaciuto questo romanzo, eccome. Questa è una storia leggera, di puro intrattenimento, ma molto intelligente e ben scritta. Non parlo del linguaggio o dello stile, sono semplici e le frasi permettono di arrivare subito al punto, ma mi riferisco alla storia e di quello che l'autrice cerca di comunicarci.
Ho riflettuto sul fatto che alcune persone vivano delle vite che non gli appartengono, solo per far felici gli altri, senza più tener conto dei propri desideri. Io non mi riferisco al senso del dovere, parlo proprio del modo di essere: "metto questa gonna perchè al mio fidanzato piace un sacco. Sì beh, io preferisco i pantaloni a sigaretta, ma lui apprezza tanto le mini colorate..." Questa frase può sembrare una banalità, ma spesso le persone cambiano per soddisfare i desideri altrui, ma gli altri non ricambiano la cortesia, al contrario vorrebbero degli amici/compagni di vita su misura.
Quante volte invece una professione o un titolo di studio riescono a rendere una persona più o meno interessante? Quando conoscerete Gaia ne riparleremo.
Un romanzo che si legge d'un fiato, preparatevi a sorridere e anche a commuovervi, perchè la Parenti è molto brava a coinvolgere il lettore. Chiudete gli occhi, respirate profondamente e immergetevi nei ricordi, ricordando la colonna sonora dell'estate più pazzesca che abbiate vissuto. Non importa se oggi siete sposati, fidanzati o altro ancora, le estati passate non torneranno, ma i ricordi hanno tracciato segni indelebili e ogni tanto è bello rispolverarli e tornare a sognare, in compagnia degli amici del mare, con i quali almeno una volta avrete fatto le ore piccole, cantando tutti insieme sulla spiaggia.
Punti di forza
 - Mi piacciono i romanzi leggeri ma intelligenti, quelli nati per intrattenere, ma che nascondono tra le pagine spunti di riflessione, che uno può cogliere oppure no, perchè tanto la storia è bella ugualmente.
 - La contrapposizione tra un Lapo meccanico ed impostato ed un Marco sognatore. Sono due personaggi che ho apprezzato notevolmente nonostante le loro notevoli differenze.
- Madre...mi ha ricordato la matrigna di Cenerentola! La suocera che nessuno vorrebbe avere. In generale tutti i personaggi hanno un ruolo ben definito. Ottimo!

Spero di avervi incuriositi, andate subito a leggerlo, la stagione è quella giusta!!

You Might Also Like

12 commenti:

  1. Una recensione bellissima Baba, sei riuscita ad emozionarmi! Tu e Dany mi avete convinta a leggere questo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia!! Devi leggerlo se ti capita, perchè ne vale proprio la pena :-)

      Elimina
  2. Ciao Baba! Mi ero già segnata il titolo ma ora che si avvicina il grande caldo e ci prepariamo per l'estate, la copertina mi attira ancora di più! Anche questo sarà quindi un libro che leggerò entro la fine dell'estate! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Jasmine, bene, sono felice di sapere che lo leggerai in questo periodo e sono proprio curiosa di sapere quale sarà il tuo pensiero. Un abbraccio!

      Elimina
  3. ciao Baba,
    questo libro ha stuzzicato molto anche me, per ora ancora non ho avuto modo di leggerlo, però con la tua recensione mi stai dando una svegliata :D spero di recuperarlo presto anche perchè ho già avuto modo di apprezzare Chiara con la voce nascosta delle pietre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chicca, è vero, tu hai letto il suo ultimo romanzo, io ancora no. Vorrei proprio leggerlo anche io e sopratutto recuperare tutti i precedenti! Un abbraccio

      Elimina
  4. Ciao! Della Parenti ho letto Con un poco di zucchero e mi aveva fatto ridere molto.
    Su questo potrei farci un pensierino perché mi piacciono le letture leggere, ma che al contempo fanno riflettere.
    un saluto da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Lea, uh bene, allora mi procuro prima di tutti proprio quello! un saluto a te e buone letture!

      Elimina
  5. A me è piaciuto molto e l'ho letto tempo fa anche se per ora il libro di questa brava autrice resta Con un poco di zucchero che ho adorato e che ti consiglio di segnare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy! Anche tu mi consigli "con un poco di zucchero", devo proprio averlo e mi piacerebbe leggerlo in questo periodo estivo. Vediamo come riuscirò ad organizzarmi!

      Elimina
  6. era indecisa perchè temevo fosse "troppo" leggero, invece mi hai convinta, per l'estate mi sembra adatto senza cadere nella banalità più scontata!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amrita, anche io temevo fosse "troppo", infatti non l'ho mai comprato in ebook. Poi succede che un libro ti dia proprio la caccia, fino a trovartelo in libreria. Beh, è leggero, sicuramente, ma lascia il segno e sopratutto fa riflettere tra una risata e una lacrimuccia. A presto, un abbraccio

      Elimina