Giveaway,

"Te lo dico sottovoce - Giveaway"

martedì, gennaio 12, 2016 Baba Desperate Bookswife 45 Comments

Buongiorno lettori come state? Oggi ho pensato di farvi una sorpresa: mettere in palio una copia cartacea del romanzo edito da Newton Compton - gentilmente messo a disposizione da Antonella Sarandrea che ringrazio - Te lo dico sottovoce dell'autrice torinese Lucrezia Scali.
Questo è un romanzo che parla d'amore tra due persone, ma non solo, Mia vuole portare la pet terapy all'interno degli ospedali. Quanto i nostri amici a quattro zampe possono aiutarci? Se glielo permettiamo possono andare oltre alla sacrosanta compagnia.
Ho pensato di farmi i fatti vostri, tanto per cambiare, e chiedervi di raccontarci un aneddoto che abbia come protagonista il vostro amico a quattro zampe. 

IL ROMANZO:



Titolo: Te lo dico sottovoce
Autore: Lucrezia Scali
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Pagine: 257
Prezzo: 9,90€

SINOSSI: Mia ha trent’anni, un passato che preferisce non ricordare e una famiglia da cui cerca di tenersi alla larga. Meglio stare lontano dalle frecciatine della sorella e da una madre invadente che le organizza appuntamenti al buio… Di notte sogna il principe azzurro, ma la mattina si sveglia accanto a Bubu, un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo morbido. La sua passione sono gli animali e infatti, oltre a gestire una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino, Mia sta per realizzare un progetto a cui tiene moltissimo: restituire il sorriso ai bambini in ospedale attraverso la pet therapy. Il grande amore romantico, però, non sembra proprio voler arrivare nella sua vita. O almeno, così pensa Mia, prima di conoscere Alberto, un medico affascinante, e Diego, un ragazzo sfuggente che si è appena trasferito a Torino dalla Puglia. Cupido sta finalmente per scagliare la sua freccia: riuscirà a colpire la persona giusta per il cuore di Mia?

LUCREZIA SCALI è nata a Moncalieri nel 1986, Cresciuta a pane e Nutella e cartoni animati, ha
dedicato molto tempo alla raccolta punti dell’ospedale Regina Margherita che  l'ha ripagata con strani regali e una riserva di determinazione in più. Alle scuole elementari ho iniziato ad amare la lettura razie alla collana "Il battello a vapore",  e da quel momento è stata inarrestabile, ha divorato pagine come se non dovesse esserci un domani - povera foresta amazzonica - .
L'amore per la scrittura è arrivato più tardi, sotto forma di diario segreto.Il 2013 ha rappresentato una svolta, perché è riuscita finalmente a terminare il suo primo romanzo, Te lo dico sottovoce.
Nel 2015 è stata adocchiata dalla Newton e finalmente, il 4 gennaio 2016 esce il suo primo romanzo in tutte le librerie italiane.

Regolamento:

  • Diventare lettori fissi del mio blog, cliccando "unisciti a questo sito" nella barra laterale a destra.
  • Cliccare "mi piace" su Facebook, alla pagina Desperate Bookswife
  • Cliccare "mi piace" su Facebook alla pagina di Lucrezia Scali Autrice 
  • Commentare questo post scrivendo: il vostro indirizzo e-mail, il nick name con il quale siete iscritti, e UN ANEDDOTO SIMPATICO SUL VOSTRO ANIMALE DOMESTICO O QUELLO DI UN VOSTRO AMICO. Lucrezia sceglierà quello che l'ha più colpita, che sarà il vincitore!

Quindi...non vi resta che commentare e provare a stupire la nostra autrice  

Avete tempo fino martedì 19 gennaio.

Vi aspetto, ma sopratutto non scordatevi di condividere questa iniziativa.

Salvia

You Might Also Like

45 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  2. Il mio indirizzo perlara@hotmail.it sono iscritta come Lara Webgirl! Ci sarebbero tanti aneddoti da raccontare sulla gatta di mia nonna che poi é anche un po mia abitando praticamente di fronte! La mattina se mia nonna non la sente e la lascia fuori miagola davanti alla porta di casa mia fino a quando mio papà esce.. a quel punto attira la sua attenzione sdraiandosi a pancia in su in mezzo alla strada e lo obbliga ad andare su da mia nonna e ad aprirle la porta!! É divertente perché se non le dai retta continua avanti e indietro fino a quando non ottiene quello che vuole...e ogni volta che io torno a casa mi fa praticamente la guardia restando al di fuori perché sa che mia mamma non la vuole dentro casa..:)

    RispondiElimina
  3. marinaenza@virgilio.it.la mia gatta si chiama paolina l'ho rubata alla sua mammache era un batuffolo selvaggio.....ma da 5 anni sono io la sua mamma sono convinta che mi parla....la considero parte della famiglia...senza di lei la casa sarebbe vuota

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao:-) benvenuta / o e buona fortuna, solo non trovò la tua iscrizione, mi diresti con quale nickname ti sei unito/a aL blog? Grazie e a presto

      Elimina
  4. Ho questo libro in WL quindi non posso che partecipare. La mia mail è cristina.borghesi@yahoo.it e seguo il blog come Cristina LeggereinSilenzio.
    Detto questo, l'aneddotto.. non so se sia divertente, ma è la caratteristica saliente della mia micia Luna di 5 anni. Detto così può anche sembrare strano, ma lei ciuccia * stile ciuccio dei neonati * il pigiama di mia madre. Quando la sente andare in bagno, è già seduta sulla sua parte del letto in trepidante attesa. Poi si accosta, lenta lenta.. e accoccolandosi sul suo braccio, testa contro testa, inizia quel rumore da motorino a benzina che sono le sue fusa con un'espressione che, vi giuro, è beata.. sembra un bimbo stretto stretto al suo biberon. E io l'adoro ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina grazie mille! In bocca al lupo e la tua micetta già mi piace-

      Elimina
  5. ci riprovo.... bella idea!!! io ho una gatta Minu', che e' arrivata a casa nostra dopo un inizio un po' turbolento.la piccina; unica cucciola di una gatta da cascina; appena ha iniziato ad affacciarsi al mondo e' caduta da un balconcino ed ha riportato un trauma alla testa, i suoi padroni precedenti l'hanno affidata a noi perche' la veterinaria ha detto che sarebbe rimasta menomata. ora e' con noi da 5 anni ed e' un po particolare ma a noi piace cosi!! il mio indirizzo e' catele80@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena! Eh sì Minù è particolare ma adorabile! Buona fortuna

      Elimina
  6. Ciao provo a partecipare anche io!
    Io vi racconto della mia gattina di nome Milla. Non è particolarmente affettuosa o dolce, in realtà viene a cercarci solo quando vuole da mangiare, per il resto dorme tutto il giorno sul mio letto a castello. La cosa buffa è che con ogni estraneo che entra in casa (anche la nonna per dire!!) lei si mette a ringhiargli contro. Si accuccia, si gonfia tutta (mi fa davvero paura quando lo fa!!) e inizia a fare questi borbottii e a tirare fuori i denti ringhiando. E se in quel momento tenti di avvicinarti a lei ti soffia!! Non lo so perchè è così asociale!!! Ma ce la teniamo così, ormai la sopportiamo da 7 anni e non potremmo fare a meno della sua cattiveria:):)
    La mia mail è lilly2blu@yahoo.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura!! Anche tu una micetta, per ora hanno spopolato. Buona fortuna e a presto :-)

      Elimina
  7. dilorenzomarianna07@gmail.com
    Marianna Di Lorenzo
    Ho la fortuna di avere due "amiche" fantastiche : Gaia la cucciola di casa (meticcio di 11 anni ) e
    Fiocco di Neve gattina di 1/5 anno dolce e in..tammatella ...ridiamo ancora quando un mese
    fa non trovavo in casa Fiocco di Neve ..si era nascosta dentro l'armadadio di mio fratello
    abbiamo cercato dappertutto solo grazie al nasone della Gaia siamo riusciti a scovarla in
    fondo a una pila di maglioni è riuscita a trovarla e ci chiamava per comunicarcelo poi
    la spingeva fuori l'armadio con il muso dandogli tanti bacini...sono adorabili...noi troppo presi dalla ricerca non le abbiamo dato subito retta e lei ci tirava per chiamarci e poi invece solo lei era riuscita a trovarla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marianna!che bello avere una coppia di amici così:-) non mi resta che augurarti in bocca al lupo

      Elimina
  8. ciao. idea molto carina... sono sicura che ne verranno fuori molti aneddoti divertenti. che dire della mia Luna? adottata un anno e mezzo fa, dopo che i suoi ex padroni l'avevano abbandonata per strada. lei è una cagnolina molto di carattere... per non dire isterica...ma per me è adorabile... ci sono tante piccole cose divertenti che lei ha portato nella nostra vita, ma vi racconterò di quando è scappata. stava con noi da qualche mese, ma essendo una canina intelligente e ubbidiente (più o meno) a volte la scioglievo nella piazza vicino casa. una sera, ha trovato per terra un tozzo di pane ed è scappata via, da sola, in mezzo alla strada. io ho iniziato a correre come una pazza, anche io in mezzo alla strada, per fermare le auto (lei è piccola e nera, non potevano vederla) e corri corri, la perdo di vista. disperata, passo davanti a casa e te la trovo lì, seduta davanti al portone, con il suo bel tozzo di pane in bocca, con un'espressione che sembrava dire: ma dove cavolo eri? è un'ora che ti aspetto per entrare.... sobh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la mia email: phone1@katamail.com
      Maria Sole Bramanti

      Elimina
    2. Ciao Maria Sole, che bel nome che hai mi piace molto. Certo che i nostri amici ci fanno prendere degli spaventi pazzeschi. Ma tutto è bene quel che finisce bene. Buona fortunata!

      Elimina
  9. Wow che bel giveaway, partecipo molto volentieri! luigi8421@yahoo.it iscritto sul blog e su fb col nome di Luigi Dinardo
    La mia famiglia possiede due gatti, ma dato che mia madre non li vuole in casa, vivono nel nostro giardino. Felix (nome non proprio originalissimo) è un gran furbone. Si gira il quartiere miagolando sotto tutte le finestre per farsi dare da mangiare (e lo ottiene sempre, anche perchè come si fa a dire di no ai suoi occhioni volutamente compassionevoli?). Poi ovviamente mangia anche la razione che noi gli portiamo all'ora di pranzo. L'altro gatto, Tom, è piccolo ma è già un gran furbone. Salta come una gazzella e ama nascondersi dietro i tronchi della legna per poi sbucare all'improvviso porgendo la zampetta! Adorabili! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luigi grazie sono contenta che ti piaccia. I tuoi gatti sembrano davvero simpatici. Non mi resta che augurarti buona fortuna

      Elimina
  10. Parlare del proprio amico a 4 zampe, è raccontare delle marachelle di un figlio, non lo avrei voluto, dopo Kira la mia dolce e tenera yorkshire, la figlia primogenita non immaginavo di affezionarmi ad un altro cuore batuffoloso...è stato amore a prima vista, piccolo e indifeso mi guardava con i suoi occhioni, ed era, come se mi dicesse...tienimi con te...giuro,, non ti farò arrabbiare...l'ho preso in braccio, l'ho stretto e...mi ha baciata o meglio...slinguazzata...ed è stato subito feeling...beh mi sto dilungando, che dire ora non riesco a non perdonarlo...il mio cuore ha ripreso a battere, anche se Kira avrà sempre un posto speciale...Rex...come dice mio figlio, è un barboncino, travestito da lupo...mai senza di loro, riempono la vita❗❗❗ Torniamo a noi...ovviamente partecipo, condivido....like. like e la mia email antonietta.diaferio@alice.it e...buona fortuna a tutti...






    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella mannaggia come ci fanno soffrire loro quando passano a miglior vita...lasciamo perdere. È uno strazio. Però quando entra un amico nuovo in casa riesce a modo suo a riportare l'allegria, nonostante rimanga un vuoto dentro di noi. Ti auguro buona fortuna :-)

      Elimina
    2. bella storia e bella definizione di "barboncino travestito da lupo"... io la mia Luna, invece, la descrivo sempre come un deobermann dentro uno yorkshire.... :-)

      Elimina
  11. A fine agosto ho ampliato la famiglia portando a casa un pappagallino (una calopsite, per essere precisi). All'inizio è stato difficile conquistare la sua fiducia e addomesticarlo, ma adesso l'amore è reciproco e mi segue ovunque vada quando giro per casa. Se sono "ferma" in una stanza lui gioca ed esplora i dintorni, quando devo spostarmi lo chiamo per attirare la sua attenzione e lui vola da me per non restare solo. ("Abbandonarlo" per andare altrove, anche fosse nella stanza accanto per pochi secondi, è un peccato gravissimo, punito con urla atroci, neanche lo stessi sottoponendo a qualche tortura medievale) XD
    Comunque... qualche settimana fa lo perdo di vista. Un'occhiata in giro non mi rivela la sua posizione, così lo chiamo. Mi risponde un cinguettio attutito. Ancora non riesco a capire dove sia. Continuo a chiamarlo e lui imperterrito cinguetta in risposta, ma non mi raggiunge. Lo cerco per tutto il soggiorno, tentando invano di capire dove sia in base alla provenienza del suono. Morale della favola? Era caduto dentro a un vaso dal collo stretto e alto e non riusciva più a uscire x°D Povero piccolo!

    FB Giulia Anna Gallo
    kaya_kuro.neko@yahoo.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia!! Fantastico, abbiamo anche la storia di un pappagallino!! Io non ho mai avuto uccellini, mi fa piacere leggere il tuo racconto. Comunque...tutto è bene quel che finisce bene!!
      A presto, Salvia

      Elimina
  12. Eccomi, partecipo molto volentieri anche io! Si parla di pelosi e non posso mancare :)
    Io ho sempre avuto cani in casa, fin dalla più tenera età; in assoluto le situazioni più fantozziane le ho vissute con Gipsy, la bassotta a pelo ruvido che ha accompagnato la mia fanciullezza. Intanto doveva essere una bassottina nana, piccina e tenerina, regalo di papà a mamma, ma si è ben presto capito che le sue dimensioni erano...fuori standard, come la sua fame smisurata e il suo carattere tutt'altro che dolce. Gipsy era un "siluro" grigio e arruffato, nato per far dispetti , malgrado le zampette corte arrivava ovunque (anche perchè alzandosi sulle zampe posteriori era alta quanto me!) e rubava qualunque cosa. Tipo? una scatola-ancora incartata-di cioccolatini al liquore inopinatamente lasciati da un ospite sul tavolo, il mio diario di quinta elementare, un volume dell'enciclopedia britannica (mio padre non ne fu felice), un blister di ansiolitici di mia nonna (niente da ridere, finimmo tutti dal veterinario di notte, angosciati che andasse in coma)(in realtà non fece una piega, neanche un sonnellino). Aveva anche il vizietto di mordere, specie i bambini, niente di grave, eh, ma abbastanza per terrorizzare tutti i miei amichetti e parenti. Mio cugino ancora la ricorda...anche perchè a lui toccò la morsicata più "vergognosa": inseguito e colpito sul sedere! La ricordano tutti la mia Gipsy, enorme, bisbetica, ladra, ma amatissima compagna di ben 16 anni di vita!
    Vado a spammare in giro l'iniziativa. La mia mail la conosci. A Lucrezia auguro un enorme in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tessa!! Grazie , sono contenta che tu abbia deciso di partecipare!
      Woe che caratterino la tua Gipsy - e anche il nome mi piace un sacco - , dev'essere stata una sagoma, fantastica :-)
      A presto, ti abbraccio
      Salvia

      Elimina
  13. Come potrei non partecipare?? Faccio il tifo per Lucrezia e il suo romanzo dalla prima pubblicazione online!! =)
    Duuunque vale un aneddoto per ciascun animale? Non so scegliere tra loro!!!

    1) Bastet, il mio gatto (ribattezzato MicioMiao dalla famiglia, perché l'altro nome era troppo pomposo): pensava che noi riuscissimo a capire il suo miagolio e passavo le ore a miagolare di rimando insieme a lei, che poi mi guardava sorpresa come a dire "ma scusa, ti ho chiesto pollo per pranzo, mi hai detto di sì e ora non fai niente??" La sua specialità era nascondersi: mia mamma non la voleva dentro casa la notte, doveva dormire in legnaia, nel suo regno al calduccio, ma lei saliva nel mio letto e si metteva tra le mie gambe e il muro e si appiattiva per rendersi invisibile!! ♥ Qualche volta riuscivamo a spuntarla e dormivamo assieme ♥

    2)Dimoniu, il cagnolone di casa mezzo labrador e mezzo pastore tedesco, nero come la notte!! È un eterno cucciolone di quasi 50 chili, e mi fa troppa tenerezza quando al parco incontriamo cani più piccoli di lui: quelli si spaventano e lo abbaiano e lui allora si stende a terra come a dire "vedi che siamo alti uguali" e piagnucola speranzoso di poter giocare!!

    3) infine Emma, la trovatella presa in canile e traumatizzata dai maltrattamenti precedenti: fa un sacco di danni in cortile e quando è arrivata non era nemmeno capace di bere (infilava tutto il muso nell'acqua e non riusciva a dissetarsi come si deve!). Un giorno Emma non si trovava più: era sparita, non c'era in casa, non c'era in cortile, le porte erano chiuse e il mistero si infittiva: poi abbiamo alzato lo sguardo e la vediamo tutta scodinzolante correre sulla tettoia del cortile, che è a livello del muretto della scala: era riuscita ad arrampicarcisi sopra come i gatti! Ho la foto che la ritrae felice a passeggio sui tetti, altrimenti nessuno ci avrebbe creduto!! O.o

    Condivido l'iniziativa in giro e tornerò a leggere gli aneddoti degli altri partecipanti, sono tutti dolcissimi e divertenti!!

    alenixedda84@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alenixedda!!
      Sono contenta di averti qui con noi!! Wow perfetto tante storie, una più carina dell'altra, ma Emma mi fa tantissima tenerezza, avrei già voglia di abbracciarla.
      A presto, un abbraccio

      Elimina
  14. Ciao! Innanzitutto grazie per l'opportunità!
    il mio indirizzo email è: monica-89m@virgilio.it
    il mio nickname: Monica M

    Quando ho letto la domanda a cui bisogna rispondere mii è venuto in mente il giorno in cui , ben 15 anni fa, sono stata al canile con i miei genitori per prendere un cucciolo . Ricordo che c'erano tantissimi cani ma quello che mi ha colpito è stato un cucciolino con una zampa tutta bianca e l'altra bianca solo per metà, non tanto per questa particolarità quanto per il fatto che , appena il gestore ha aperto la sua gabbia per farci vedere il cucciolo, lui è subito saltato letteralmente in braccio a mio papà leccandogli felice la faccia. Ricordo ancora l'esclamazione di mio papà: " questo cucciolo ha già capito tutto". Da quel giorno è entrato a far parte della nostra vita e io lo adoro.. è praticamente cresciuto insieme a me! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica! Questi cuccioli pelosetti entrano a far parte della famiglia in un batti baleno, basta uno sguardo.
      Ti ho scritto una e-mail per un "problema" di nickname, a presto!

      Elimina
  15. fam.cuore@hotmail.it
    in casa mia i gatti aprono il frigo , con il vecchio frigo nessuno se ne accorgeva , pero' a mio figlio mancava spesso il pezzo di asiago (il suo formaggio preferito ) era suo e solo suo , pensavamo gli e lo rubava il fratello anche se negava ma era un mistero .. abbiamo cambiato frigo che dopo un po' suona , abbiamo beccato la gatta rubare l'asiago dal frigo
    https://www.facebook.com/fam.cuore/posts/10207804108679207

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fam.cuore, grazie per la tua testimonianza :-) ti ho mandato una mail!!

      Elimina
  16. Partecipo volentieri :)
    Facebook: Irene Cancellieri Give
    E-mail: irysgive@virgilio.it
    Gfc: Irys Give
    Link condivisione:
    https://www.facebook.com/irys.give/posts/1595395300701905?pnref=story
    Il mio animale domestico è il mio dolce Lucky chiamato così proprio perchè per me è stata una fortuna riceverlo ed è il mio batuffolino di pelo bianco che stringo ogni giorno a me e coccolo tanto (anche troppo). Ho una vera e propria passione per gli animali, specie per i cani, per questo mi piace prendermi cura del mio dolce amico a 4 zampe, fosse per me avrei la casa piena di animali! :) Buona fortuna a tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Iris grazie per essere dei nostri e buona fortuna! Comunque la passione per i cani ci accomuna proprio :-)

      Elimina
  17. Non partecipo perché purtroppo non ho aneddoti spassosi da condividere sugli animali domestici... pur adorandoli non ho mai potuto e tuttora non posso tenerne :-( però ho acquistato ieri il libro di Lucrezia (non potevo non sostenere una mia quasi concittadina!) e non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia!! Uhh ma allora lo hai già comprato! Però ti ringrazio per essere passata a darci la tua solidarietà, un abbraccio

      Elimina
  18. Ciao! Mi sono appena iscritta al tuo blog e devo ammettere che è molto carino! Quindi, complimenti! Prima di tutto, ti ringrazio per questo giveaway: ho sentito parlare molto bene del libro di Lucrezia e sono molto curiosa di averlo tra le mani. Ti seguo come Rosie A. , la mia email è rossella.alberico@hotmail.it e ho messo 'mi piace' ad entrambe le pagine su fb. Ho una gatta di nome Didone, che è una 'regina' di nome e di fatto: ama i cuscini su cui può appallottolarsi e la sua più grande paura è che qualcuno possa sottrarle il suo amato 'trono'. Inoltre, è particolarmente desiderosa di attenzioni: ama entrare in casa furtivamente e correre dappertutto, in modo tale che si è costretti ad inseguirla disperatamente per evitare che possa entrare in camera da letto, ma, soprattutto, per evitare che possa impadronirsi di altri cuscini. Spero di averti divertita con questi aneddoti! Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, dimenticavo, ho anche un altro animaletto domestico: si chiama Enea ed è un pappagallo. Per la cronaca, odia Didone con tutto se stesso. Hai presente 'il passero solitario' di cui parla Leopardi? Bene, penso di aver reso l'idea.

      Elimina
    2. Ciao Rosie, benvenuta!! Grazie per i complimenti, mi fanno molto piacere, anche se, devo crescere ed imparare ancora molto!!
      Non mi resta che augurarti un grande in bocca al lupo :-)

      Elimina
  19. partecipo con piacere
    carla.antognoni@libero.it
    Io ho una piccola gattina, non di età ma di dimensioni, quando è arrabbiata si mette nell'agolo della stanza, seduda, attaccata al muro con la testa piegata verso il basso, ed appaggia il musetto all'angolo del muro, come se stesse in punizione, è capace di stare in questa posizione anche più di dieci minuti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla, grazie per esserti unita a noi, sei la benvenuta :-)
      Ti auguro buona fortuna!!

      Elimina
  20. Ciao ti seguo sul blog come Pasquy, sulle pagine fb con la mia pagina "Leggere è viaggiare con la fantasia"...la mia mail è pasquyyy@hotmail.com.
    La mia gatta "Mucchetta" così battezzata per il caratteristico colore del pelo l'abbiamo trovata per strada tutta sola e accudita. Appena trascorso qualche anno ha mostrato la sua forte indipendenza infatti non capivamo la sua irritibilità... poi abbiamo capito che aveva bisogno di libertà... infatti sono un paio d'anni che vive in giardino per sua volontà. Ha fatto amicizia con altri randagi ha partorito i suoi gattini, quando ci avviciniamo ci fa le fuse si fa coccolare..ma poi ritorna nel suo angolino di giardino dove non vuole essere disturbata. Io a distanza di tempo resto meravigliata del suo desiderio di libertà e autonomia (che mi rispecchia molto)...e da quel giorno ho lasciato che restasse in giardino perchè amare qualcuno vuol dire anche lasciare a ciascuno le proprie scelte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pasquy!! Grazie mille per la tua partecipazione, ti auguro un grosso "In bocca al lupo"!!!!

      Elimina
  21. correggo 4 rigo: *l'abbiamo

    RispondiElimina