AAA...Autori Emergenti

AAA...Autori Emergenti - Maria Teresa Steri scrive "Bagliori nel buio"

lunedì, gennaio 25, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 0 Comments

Buongiorno come state? Oggi, dopo parecchio tempo, torna la rubrica "AAA...Autori Emergenti", che mi permette di presentarvi Maria Teresa Steri, giornalista e autrice di due romanzi: "I Custodi del destino" e "Bagliori nel buio".




L'AUTRICE:




Maria Teresa Steri è nata nel 1969 e cresciuta a Gaeta. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia si è trasferita a Roma, dove vive attualmente con il marito. Ha collaborato come giornalista pubblicista nella redazione di quotidiani e riviste per la scrittura di articoli, la revisione di testi e l’impaginazione. 
Cura il blog Anima di carta dedicato a chi ama scrivere e leggere. Si interessa di scrittura creativa e antroposofia. È un’appassionata di Alfred Hitchcock. I suoi autori di narrativa preferiti sono Ruth Rendell, Richard Matheson e Robert Sawyer.
Ha pubblicato nel 2009 il suo primo romanzo “I Custodi del Destino”, un mistery basato sull’idea della reincarnazione. “Bagliori nel buio” è il suo secondo romanzo.

Per qualsiasi informazione l'autrice sarà a vostra disposizione e potrete scriverle una e-mail a questo indirizzo:
Oppure potrete visitare il suo blog Anima di carta. Gli amanti dei Social Network la troveranno su Facebook qui , oppure su Google+ qui.


IL ROMANZO:

Titolo: Bagliori nel buio
Autore: Maria Teresa Steri
Casa Editrice: self publishing
Pagine: 360
Prezzo: 1,99€ e-book , 12,50€ cartaceo
Pubblicazione: 2015
Genere: Noir soprannaturale

Dove acquistarlo?
Amazon in ebook qui
Kobo in ebook qui
Cartaceo qui

Sinossi:Disoccupata e intrappolata in una relazione sentimentale senza futuro, Elena vive come sospesa tra passato e presente. Non passa giorno senza che i suoi pensieri vadano all’uomo conosciuto due anni prima su Internet, consumata dal senso di colpa per aver provocato la sua morte. Interessarsi di fenomeni paranormali sembrava solo un passatempo innocente, ma ora il terrore che la polizia venga ad arrestarla non le dà tregua. E per riappropriarsi della sua vita non le resta che tornare là dove tutto è iniziato, un quartiere che affaccia sulla spiaggia, e provare a far luce sull’accaduto. 
Ma chi era davvero l’uomo che ha ucciso? Quale mistero nasconde il luogo della sua morte, il Pozzo del Corvo? E quanto sono fondate le voci che parlano di presenze soprannaturali sul promontorio? 
Man mano che la verità viene a galla, un incubo ancora più grande si delinea all’orizzonte, costringendola a fare i conti con le sue paure e ad affrontare nemici che non sospettava di avere. 


L'INCIPIT:

Si svegliava ogni mattina con la stessa fantasia in testa: un ispettore di polizia bussava alla sua porta. Se lo figurava sempre nello stesso modo, con folti baffi, aria da gentiluomo inglese e cravattino a farfalla, un’immagine che aveva tratto dal film di Hitchcock Il delitto perfetto. 

“Abbiamo il sospetto che lei sia implicata nella morte di un uomo”, le diceva con tipica cadenza britannica. Entrava in casa togliendosi il cappello e sfoderando modi gentili, ma Elena sapeva che non avrebbe avuto nessuna pietà di lei, l’avrebbe condotta in centrale e sottoposta a un interrogatorio snervante e interminabile. Si visualizzava in una saletta squallida, senza poter bere un solo goccio di acqua, torturata dall’emicrania e dalla vescica piena, preda di poliziotti sadici, pronti a tutto pur di indurla a confessare. E subito dopo era tra le pareti di una prigione, raggomitolata su una lurida brandina, condannata per omicidio. 

L’idea di quell’uomo che compariva alla porta l’accompagnava tutte le sere a letto, quando nel buio lottava per lasciarsi andare al sonno, ascoltando il respiro pesante di Matteo accanto. E riaffiorava la mattina, come un relitto portato a galla dagli abissi dell’inconscio. L’ispettore-capo di Scotland Yard era sempre nella sua mente, con un’espressione perspicace e un po’ sorniona stampata in faccia, pronto a ricordarle che prima o poi la verità sarebbe saltata fuori.



Allora ditemi, siete curiosi almeno un po'? io adesso vi saluto e vi aspetto sempre qui!!!

Salvia

You Might Also Like

0 commenti: