Le pillole di Ste,

Le pillole di Ste #1: Un Bestseller che "il marinaio" non ha apprezzato

venerdì, marzo 20, 2015 Baba_Books Desperate Bookswife 0 Comments


Pensavate che abbandonassi il mio uomo di fiducia sulla spiaggia vero?? Non ci ho mai nemmeno pensato. Il  piccolo marinaio genovese viene con me (lo troverete anche da Menta di tanto in tanto!). Oggi ha deciso di bocciare un libro che invece hanno apprezzato in molti. Ste è una di quelle persone che ammiro, perchè davvero legge tutto, ma per tutto intendo proprio tutto. Se un romanzo gli capita tra le mani, prima di regalarlo, lasciarlo su di una panchina etc, lui lo legge. Tanta ammirazione davvero. Questa volta però, non è stato sbaciucchiato dalla fortuna, e ci racconterà proprio qui sotto il perchè.




Titolo: A'Isha, L'amata di Maometto
Autore: Sherry Jones
Casa Editrice: Newton
Genere: narrativa straniera
Prezzo: 6,90€
Pagine: 414
Pubblicazione: 2010


IL COMMENTO DI STE:

Buon weekend!! Dopo qualche rallentamento dovuto all'influenza sono di nuovo qui. Ho portato a termine con fatica "A'Isha, l'amata di Maometto" di Sherry Jones. Un libro femminile, scritto per un pubblico femminile e per ciò non proprio il massimo per un lettore uomo, ma tant'è che me lo sono trovato in biblioteca e ho deciso di portarlo a termine anche se non mi ha soddisfatto per niente.


Siamo all'inizio della grande predicazione maomettana. Il Profeta è impegnatissimo tra gli sconvolgimenti che la nuova religione ha portato fra le tribù arabe,le guerre che ne sono sorte.le nuove rivelazioni e un harem che sta crescendo e sta diventando sempre più turbolento (e che non riesce a comprenderne fino in fondo le dinamiche).

Maometto è già stato sposato ma la prima moglie è morta da tempo e anche i due figli avuti da lei.

Le allenaze con le tribù vicine si sono sempre stipulate in vari modi,economici,bellici e matrimoniali. L'Islam non piace a tutti,è ancora un abbozzo,è tutto in divenire,ci sono molte resistenze e tanta gente è ancora legata ai vecchi idoli e vorrebbero veder spazzata via questa novità invadente e fastidiosa.

Ha imposto la regola delle 4 mogli al massimo per uomo ma egli stesso non vuole e non può tenervi fede. Sposa la bimba A'isha (ha solo 9 anni) perchè è stata promessa da tanto tempo e perchè la famiglia è una fedele seguace dell'umma. Lei è davvero una bambina,splendida,con i capelli rossi e un carattere decisamente forte; ma non è ancora pronta per consumare il matrimonio (non ha avuto neppure il primo menarca) e perciò si decide di rimandare al momento favorevole.

Solo che nel frattempo l'harem si popola ben oltre la regola del 4,sono tutte donne bellissime e volitive,che desidererebbero entrare dalla porta principale del cuore del profeta e comandare all'interno del sarraglio.Le guerre intestine sono terribili.combattutte fra colpi bassi e alleanze inmprobabili...e un erede che non arriva mai.

Maometto si sposa 10 volte ma un bimbo proprio non riesce a concepirlo per il momento.

A'isha è la protagonista assoluta del libro,per carattere e personalità sicuramente spicca;si mettono anche in mostra tutte le future contraddizioni dell'islam sulle donne,il velo,il considerarle inferiori,i tentativi di nasconderle al mondo. Gli uomini del deserto sono troppo ottusi per provare a capirle e preferiscono rinchiuderle.

L'erede finalmente arriva ma anche questo morirà in fasce e quindi Maometto lascerà la sua gente senza un suo diretto discendente. Al momento della sua dipartita infatti cominciano le lotte per il potere fra gli uomini e dali partirà anche la Jihad che continua ai giorni nostri.
Si mette in mostra un Profeta molto meno "uomo" di quello che viene dipinto dai suoi biografi,un uomo combattuto fra la politica e la nuova religione che vorrebbe quasi essere un asceta e che invece viente tirato in ballo da tutti. Lascia mano libera alle sue donne e invece ogni volta deve correre ai ripari con regole,restrizioni e punizioni. Un Islam ancora immaturo e incompleto nelle sue regole, un libro che non ha fatto contenti gli Imam moderni perchè mette le donne come protagoniste e relega Maometto in secondo piano e in una posizione nemmeno troppo felice. Insomma...quasi eretico!!!!
Bello nelle linee guida ma non nella scrittura.
Non soddisfatto

STE

You Might Also Like

0 commenti: