#Nadia,

Tre libri su cui non vedo l’ora di mettere le mani (più uno che è già nelle mie grinfie!)

martedì, gennaio 09, 2018 Baba_Books Desperate Bookswife 5 Comments

Buongiorno e buon martedì, eccoci giunti ad un altro giorno insieme a Nadia, che oggi vi parlerà dei libri che non vede l'ora di leggere. Curiosi?

Buongiorno a tutti, lettori e lettrici! Come state? Le feste sono finite e dopo quindici giorni di sveglia più o meno libera per me è stato abbastanza traumatico riprendere ad alzarmi alle 5:30/6… ma stendiamo un velo pietoso che è meglio!

Comincia un nuovo anno e mi è venuta voglia di condividere con voi i tre libri che aspetto con ansia di possedere. E sì. Perché a volte per noi lettori alcune attese libresche sono più dure di quanto non sia per i bambini aspettare Babbo Natale!

Cominciamo subito con l’ultima fatica di Fred VARGAS: forse qualcuno si ricorderà che ne avevo parlato proprio qui, ai miei esordi sul blog di Baba, quando era uscito in francese. Ebbene, finalmente la casa editrice Einaudi, con i suoi tempi (tranquilli ragazzi, in fondo da maggio sono passati solo otto mesi, quasi un parto insomma!), mi accontenta pubblicandolo in Italia, con il titolo di Il morso della reclusa (data di uscita prevista: 23 gennaio). Devo confessarvi che non vedo l’ora di rileggerlo, per vedere se la traduzione si rivelerà all’altezza dei numerosi giochi di parole presenti nell’originale. La copertina è abbastanza sconfortante, ve ne do atto, ma ci sono degli alberi e quindi, se la mia socia non mi smentisce, potete usarlo anche come obiettivo per la Challenge in corso, oltre a leggere una piccola perla! Che consigli che vi do, eh?!
A proposito di perle, dopo un anno dal precedente capitolo, è uscito da qualche giorno il quarto volume della saga delle Sette Sorelle, dal titolo appunto de La ragazza delle perle. Questo romanzo fa parte dell’ambizioso progetto in sette volumi di Lucinda RILEY, la fantastica storia delle sorelle D’Apliése, adottate da Pa’ Salt nei quattro angoli del mondo. Dopo i libri dedicati rispettivamente a Maia (ambientato in Brasile), Ally (Norvegia) e Star (Inghilterra) la Riley ci promette un’altra appassionante avventura tra Thailandia e Australia, stavolta per seguire l’evoluzione di CeCe alla scoperta delle sue origini. Non vi tedierò ripetendo per l’ennesima volta che scrittrice eccezionale sia a mio parere la Riley, ma se avete voglia di un libro che vi trascini letteralmente altrove provate ad avvicinarvi a questa serie: ne diventerete dipendenti come me!
Il terzo libro di cui voglio parlarvi uscirà a febbraio nei Paesi anglofoni (già prenotabile on line), ma so per esperienza che la Kinsella è di fattibilissima lettura anche in inglese. Si intitola Surprise me e racconta la storia di Sylvie e Dan. I due, in coppia da dieci anni, si conoscono ormai così bene da completare uno le frasi dell’altra e sono convinti di conoscersi alla perfezione. Nel tentativo di rendere un po’ più frizzante la loro relazione, cominciano a farsi piccole soprese a vicenda, ma presto il gioco rischia di sfuggirgli di mano… Dal momento che non ho la più pallida idea di quando verrà tradotto in Italia credo proprio che lo acquisterò in lingua originale, perché adoro la Kinsella e la sua capacità di raccontare con ironia anche situazioni spinose, stimolando interessanti riflessioni!

E per concludere, vi lascio con questa piccola chicca che mi sono già procurata in francese: si tratta dell’ultimo romanzo di Michel Bussi, autore che ho scoperto grazie a Dany di Un libro per amico (leggi Baba, leggi!!!) e di cui adesso voglio recuperare proprio tutto! Si intitola On la trouvait plutôt jolie (“sembrava piuttosto carina”) e adesso non vedo l’ora di leggerlo! 



Ecco gente, queste sono le novità che voglio leggere al più presto, e voi? C’è qualche nuova uscita per la quale non state più nella pelle? Ditemi ditemi, la Wishlist non chiede altro che di allungarsi!


You Might Also Like

5 commenti:

  1. Ecco, e io che non so una parola di francese come faccio a leggere Bussi??? Aspetto comunque con impazienza il tuo giudizio.
    Della Vargas devo recuperare tutto, chissà chi me l'ha consigliata...
    La kinsella mi ispira, vedremo!
    Bacioni

    RispondiElimina
  2. Ciao Nadia!
    E buon proseguimento di anno nuovo 💚

    Dei primi due zero assoluto, ma li conosco di nome...
    Li segno, anche se non sarà a breve

    Invece il terzo mi intriga sia per la copertina che x la stOria.
    Mi piacerebbe leggerlo in lingua originale, ma nn vorrei mi portasse via troppo tempo...

    E l'ultimo: Michel Bussi... ma di quand'è?? Ho letto il suo ultimo che m'è piaciuto assai assai...
    Qui x me la lingua francese -bellissima- nn è proponibile!

    Ciao e buon martedì, Marina

    RispondiElimina
  3. Ciao Marina, e tanti cari auguri anche a te! Per quanto riguarda la Kinsella, solitamente è fattibilissima anche in inglese, ha uno stile semplice e scorrevole, se gai voglia prova senza paura! Quello di Bussi dev'essere uscito in patria l'anno scorso, proverò a leggerlo appena sarò un po' più tranquilla! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Buongiorno Nadia! Altri libri moooolto interessanti. Bussi, devo leggerlo vero? ah ah ah bacione

    RispondiElimina