#Recensione,

Recensione in anteprima - La cercatrice di corallo di Vanessa Roggeri

martedì, gennaio 23, 2018 Baba_Books Desperate Bookswife 10 Comments

Il libro
La cercatrice di corallo di Vanessa Roggeri
Editore: Rizzoli| Pagine: 322| Pubblicazione: 23 gennaio 2018 | Prezzo 18,00€| Trama Qui
Genere: narrativa contemporanea 
Notizie sull'autrice
Vanessa Roggeri
è nata e cresciuta a Cagliari, dove si è laureata in Relazioni Internazionali. La sua passione per la scrittura è nata grazie alla nonna che le raccontava favole e leggende sarde. Ha pubblicato Il cuore selvatico del ginepro (2013) e Fiore di fulmine (2015).
Recensione 
e mezzo
E finalmente il gran giorno è arrivato! A partire da oggi, in tutte le librerie, il nuovissimo romanzo della nostra amatissima Vanessa Roggeri. Chi di voi lo stava aspettando? Io sono fortunata, grazie alla Casa Editrice Rizzoli ho potuto leggerlo in super anteprima.
E' emozionante immergersi nei libri di questa autrice, perchè si conosce già in anticipo la meta, anche questa volta infatti i nostri protagonisti sono sardi, ma sarà necessario salire sulla macchina del tempo, girare la manopola e tornare agli anni '20.

Ci sono Achille e Regina, due giovani amanti, e tutta questa storia gira intorno a loro. Si incontrano da bambini, nel 1919, in una situazione non proprio piacevole, ma i caratteri già all'epoca erano ben formati: Regina dolce e generosa e Achille sensibile e determinato. Trascorrono gli anni, la giovane è una cercatrice di corallo, lei e la sua famiglia abitano sulla costa e il mare è il suo habitat. Fortunato, il padre della ragazza, non sta attraversando un periodo propizio, la famiglia è caduta in disgrazia, ma lei riesce in qualche modo, grazie al suo dono, a risollevare le sorti di tutti.
Achille invece abita nell'entroterra, in un paesino arido, dove insieme a sua madre Dolores e ai suoi fratelli ha rischiato di non vedere sorgere molte albe, ma la il fato, unito all'astuzia di sua madre, ha fatto sì che la fortuna si voltasse dalla loro parte e con gli anni la situazione ha cambiato volto. Nonostante l'agiatezza, Achille è un irrequieto, lui desidera conoscere, ama i libri, si è istruito sa dolo, facendo preoccupare la madre, che lo ama più di tutti gli altri figli, forse proprio per il suo carattere introverso e quella voglia di migliorarsi, che in fondo possiede anche Dolores, anche se in forma differente. Dolores non esiterà a chiedere al suo prediletto un enorme favore e lui partirà, per accontentare la donna che lo ha messo al mondo.
Dopo tanti anni, proprio in occasione del viaggio che Achille ha intrapreso per conto della madre, i due giovani si incontrano nuovamente, anche se non rammentano di essersi conosciuti da bambini. L'amore non bussa, quando arriva devasta, spalancando portoni e dimenticandosi di suonare il campanello. Così nasce questa storia, così carica di empatia da far male, così ricca di passione da provare invidia per questa coppia, che però non avrà una vita semplice.
Vanessa Roggeri non scrive solo storie d'amore, scrive romanzi strutturalmente complessi e ricchi, all'interno dei quali inserisce delle storie passionali, cariche di tradizioni e che profumano di mare e legno bruciato dal sole.
L'autrice stupisce, perchè se il lettore ad un certo punto pensa di aver capito...beh può star certo che non andrà come ha immaginato.
Io sono strana, gli amori troppo profondi e sdolcinati solitamente mi fanno cariare i denti, nella vita privata sono una persona che non ama le paroline di zucchero e miele, ma in questo caso....non si può non amare la trama, la passione che ha incendiato due cuori e lo stile inconfondibile di Vanessa.
Mi sono immersa nelle pagine e come per magia sono giunta su di un'isola meravigliosa, conosciuta sopratutto per il suo mare cristallino, ma che ha tanto altro da offrire. Sono salita su di una corallina di nome Medusa, sono entrata in abitazioni tipiche, ho conosciuto una spigolatrice e una cercatrice di corallo, mi sono riempita i polmoni di aria salmastra, ho cavalcato dall'entroterra alla costa, ho zappato la terra e sono entrata in una grotta per scoprire il guano - concime naturale composto da escrementi di uccelli, sopratutto marini - . Adesso il viaggio l'ho terminato, sono a casa mia, ho già disfatto la borsa, ma non posso non consigliarvi di comprare un biglietto che vi porterà in quei luoghi e costa solo 18,00€. Ahhhh la magia dei libri :-)

Punti forti
- Se volete partire per una vacanza, questo è il momento adatto. La Sardegna fuori stagione è ancora più bella! Scherzi a parte, questa storia è talmente coinvolgente che il lettore si immedesima, fino a provare amore o odio per questo o quell'altro.
- Amo i romanzi ricchi e dalla struttura complessa, quelli in grado di stupirmi, quelli che sono stati scritti con calma,  onestamente, un libro così mi ricorda il titolo di una canzone dei Morcheeba  Rome wasn't built in a day . 
- Tutti gli autori che tengono alla propria terra, alla cultura e alla tradizioni del luogo che li ha visti nascere, per me hanno una marcia in più. Letture come queste sono piacevoli, ma permettono anche di conoscere.
 Punti deboli
- C'è stato un momento in cui ho pensato "non ce la faccio, c'è troppo amore per me", ma come ho argomentato sopra,  ad un certo punto diventa irrilevante e mi sono ampiamente ricreduta. E io amo ricredermi! 

You Might Also Like

10 commenti:

  1. Bellissima recensione Baba! Di quest'autrice ho letto Fiore di fulmine e l'avevo adorato... adesso non vedo l'ora di immergermi anche in questa storia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia, grazie mille!!! anche io lessi fiore di fulmine, mentre invece mi manca il primo :-) lo possiedo ma devo ancora leggerlo!

      Elimina
  2. Non vedo l'ora di leggerlo, aspettavo un altro libro della Roggeri, visto che i suoi precedenti romanzi mi erano piaciuti molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, sì, finalmente è uscito il suo terzo libro. Bello bello, te lo straconsiglio e spero che tu mi faccia sapere cosa ne pensi. Un abbraccio

      Elimina
  3. Ho adorato i libri precedenti di Vanessa quindi ho altissime aspettative... vedremo! :)

    RispondiElimina
  4. Bellissima recensione, mi incuriosisce molto! Dell'autrice ho letto "il cuore selvatico del ginepro" che mi ha rapita e "fiore di fulmine" che però ho interrotto perché troppo inquietante per me.. Ma questo mi ispira positività, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marta, io il primo ancora non l'ho letto, ma lo possiedo, mentre il secondo mi è piaciuto anche se questo l'ho apprezzato maggiormente. Positività...non saprei, non tanto in realtà. E' una storia bellissima, ma molto molto travagliata, diciamo che non è è un libro sereno! PErò bellissimo!

      Elimina
  5. Mai letto niente di quest'autrice ma questo libro mi incuriosce particolarmente e la tua recensione mi conferma che potrebbe proprio piacermi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, bene allora sì, è ora di conoscerla :-) io devo leggere ancora il primo, ma conto di farlo entro l'anno!!!

      Elimina