#Recensione,

Recensione - Tutta colpa della mia impazienza di Virginia Bramati

venerdì, aprile 28, 2017 Baba_Books Desperate Bookswife 7 Comments

Il libro
Tutta colpa della mia impazienza e di un fiore appena sbocciato di Virginia Bramati 
Editore: Giunti| Pagine: 236| Pubblicazione marzo 2017|Prezzo 14,90€| Trama Qui
Genere: Narrativa 
               

Notizie sull'autrice
Virgina Bramati vive e lavora a Milano. Ha esordito in rete, con un ebook che si è presto trasformato anche in un libro di carta: Tutta colpa della neve (e anche un po' di New York) (Mondadori 2014) poi seguito da Meno cinque alla felicità e E se fosse un segreto?. Tutti i suoi romanzi ruotano intorno al piccolo, verdeggiante borgo di Verate, in Brianza: un luogo immaginario eppure più che mai verosimile, destinato a diventare per le sue protagoniste un vero luogo del cuore.

Recensione
e 1/2

Di Virginia Bramati ho letto "Tutta colpa della neve ( e anche un po' di New York)" e "Meno cinque alla felicità". "E se fosse un segreto?", non so perchè, devo averlo perso per strada.
Ma veniamo a quest'ultimo e non perdiamoci in ciance.
Agnese è una donna che sta per affrontare uno dei giorni più significativi della sua vita: ovvero sta per convolare a nozze con la sua dolce metà, conosciuta parecchi anni prima, al quale decide di scrivere una lettera dolcissima proprio poche ore prima della cerimonia e da quello che le sue parole fanno intuire...lei l'amore l'ha trovato, senza se e senza compromessi. E' proprio così che inizia il romanzo, con una lettera, ma la storia vera e propria arriva subito dopo: si fa un bel salto temporale e si atterra a Terzi, l'estate della maturità, l'anno in cui Agnese ha seppellito sua madre e così si trasferisce con il papà in un paesino dimenticato da tutti, l'estate in cui però, inaspettatamente conosce l'amore della sua vita. Sempre in quei mesi, come se il dolore non fosse già abbastanza, suo padre decide di infliggere loro l'ennesima tortura, questo trasferimento seguito dalla sua partenza per i paesi nordici, con la scusa di dover studiare qualcosa di assolutamente fondamentale per il suo lavoro (è un medico), lasciando la ragazza in balia dei suoi diciotto anni e dei fantasmi che spesso la rincorrono.

Questo romanzo è stata una sorpresa, le precedenti storie uscite dalla penna della Bramati le ho trovate piacevoli, ma non necessarie o indimenticabili. mi sono fatta entusiasmare dalla copertina meravigliosa, dal ricordo di precedenti avventure romantiche e delicate e ho iniziato a leggere. Agnese è un fiume in piena, è impaziente, vive già il domani senza godersi pienamente l'oggi. E' una ragazza amata da quel che resta della sua famiglia, ma in un certo senso abbandonata alle sue emozioni. Ha accettato le decisioni di suo padre, ha cambiato vita, ha perso gli amici ed è riuscita a farsene solo uno nuovo, Adelchi, un metallaro secchione, frequentante in liceo classico e amante dei fiori. Questo strano personaggio, che chiama Agnese "Leo" a causa della sua criniera leonina, è entrato a gamba tesa nella vita della ragazza, rompendo la solitudine che la teneva prigioniera. Durante il viaggio del padre arriva il Dottor Aleardi, essendo il medico del paese la sua assenza deve essere colmata, così questo dottore giovane ma malinconico, andrà ad occupare "la dependance", per dirla in parole povere, il vecchio fienile, e dovrà condividere il cortile con Agnese.
In queste pagine narrate con così tanto trasporto, non c'è solo la nascita di un amore, ma pian piano viene fuori tutta Agnese: la sua sofferenza, il suo essere ribelle, l'accettazione della nuova condizione, l'approccio con un paesino dove lo spazio si misura in numero di campanili, la serenità che solo la natura può infondere, ma sopratutto la lealtà verso il prossimo e la ricerca della verità, anche a costo di farsi del male e di cacciarsi in guai seri.
Questo è un libro dalle tante sfaccettature, contiene l'amore, l'amicizia, il lutto e un pizzico di giallo, che rende questa storia completa e difficilmente dimenticabile.
Per i fedeli fan...torna Sassi, la protagonista di Tutta colpa della neve. Non ha un vero e proprio ruolo, l'autrice le ha assegnato una parte minore, ma un sorriso nostalgico si disegna sulla faccia del lettore, che non può non ricordare l'orgogliosa e pasticciona Annalisa.
Beh, per concludere devo assolutamente consigliarvi questo romanzo, che migliora la qualità del tempo che il lettore dedica al suo hobby preferito.
Punti forti:
- Agnese, detta Leo, è una liceale dal carattere ingombrante, come d'altronde tutte le protagoniste ideate dalla Bramati. Ma il suo vero Io si definisce pian piano, pagina dopo pagina, fino ad arrivare al cuore del lettore.
- Scritto in prima persona, potrebbe essere considerato quasi un Young Adult, vista l'età della protagonista. Ecco questa storia invece va bene per tutti, nonostante si leggano i pensieri più intimi di una maturanda.
- Un libro completo: come ho scritto poche righe sopra, al suo interno contiene molti ingredienti, così diversi tra loro ma amalgamati decisamente bene. Perchè scrivere è come cucinare, uno può saperlo fare, ma i piatti (e i libri) fatti con amore...hanno tutto un altro sapore!

You Might Also Like

7 commenti:

  1. L'ho letto anch'io. Premetto che non è il mio genere, ma l'ho trovato freschissimo (però tifavo Adelchi). :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Non è nemmeno tanto il mio genere, ma ho notato un cambiamento nella scrittura dell'autrice e sono rimasta colpita. In effetti...anche io ho fatto un tifo sfegatato per Adelchi <3

      Elimina
  2. L'ho richiesto in bliblioteca e ora aspetto solo che mi arrivi!!
    Speriamo di farcela in tempi brevi.. davanti a me ci sono altre 8 prenotazioni!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine! uhh caspita spero proprio che ti arrivi presto, è delizioso :-)

      Elimina
  3. ce l'ho sul comodino e mi ispira parecchio! ho già letto i precedenti della bramati e devo dire che pur essendo sempre scontati mi piace come scrive!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amrita, a me manca il penultimo, che leggerò presto, spero. Vedrai che lo stile è cambiato e se prima era piacevole, adesso lo è ancora di più! Spero di leggere presto un tuo commento in proposito :-)

      Elimina
  4. Ciao Baba, passo per avvisarti che da oggi sul mio blog The Connor Nation non pubblico più perché ho problemi con l'url e lo devo chiudere :( Ho copiato il contenuto su un nuovo blog che si chiama "Daily Connor", se ti va di seguirmi sul nuovo blog ne sarei contenta!
    xoxo Connor
    http://daily-connor.blogspot.it/

    RispondiElimina