#gruppo di lettura,

GDL Leggendo Serialmente - La casa dei ragazzi speciali di Miss Peregrine - R. Riggs - Terza Tappa

giovedì, aprile 20, 2017 Baba_Books Desperate Bookswife 9 Comments

Buongiorno lettori, eccoci di nuovo al gruppo di lettura dedicato alla serie completa di Miss Peregrine di Ransom Riggs e pubblicata da Rizzoli. Stiamo leggendo e commentando il primo volume della serie: La casa dei ragazzi speciali. Vi ricordo che potete iscrivervi in qualsiasi momento, per saperne di più trovate tutte le informazioni qui.
Bando alle chiacchiere, veniamo alle date:


Prima di passare allo spoiler senza freno ci ricordo la suddivisione dei volumi:



LA CASA DEI RAGAZZI SPECIALI
06 aprile 2017 - Un libro per amico: commento da pag. 0 a pag. 150 (i primi 5 capitoli). - Link qui
13 aprile 2017 - Un libro per amico: commenteremo insieme da pag. 153 a pag. 263 (fino cap. 8 compreso) Link Qui
20 aprile 2017 - Desperate Bookswife: commento da pag. 267 a pag. 378, ovvero fino al termine del romanzo.




HOLLOW CITY
Ci comportiamo come se la trilogia fosse raccolta in un unico volume, quindi abbiamo appena terminato il volume uno ma senza ulteriori presentazioni iniziamo a leggere il secondo.
27 aprile 2017 - Un libro per amico: commento da pag. 19 a pag. 168, (fino capitolo 5 compreso)
04 maggio 2017 - Desperate Bookswife: commenteremo insieme da pag. 171 a pag 312 (fino capitolo 10 compreso)
11 maggio 2017 - Un libro per amico: commenteremo da pag. 315 a pag. 430 (fine libro).

LA BIBLIOTECA DELLE ANIME
18 maggio 2017 - Desperate Bookswife: commenteremo da pag. 17 a pag. 164(fino al capitolo 3 compreso).
25 maggio 2017- Un libro per amico: commenteremo insieme da pag. 167 a pag. 300 (fino al capitolo 6 compreso).
01 giugno 2017 - Desperate Bookswife: commenteremo da pag. 303 a pag. 488 (fino alla fine del libro).


A breve vi comunicheremo anche la suddivisione dell'ultimo uscito I racconti deli speciali.

ATTENZIONE SPOILER!!!!!
Ohhhh buongiorno a tutti carissimi, finalmente è giunta l'ora della mia tappa, mi sono aggiudicata la  parte più interessante, che dite? 
Ma veniamo subito al dunque: Jacob scopre di essere speciale: lui vede i mostri che nessun altro riesce a scrutare. Quindi non è mai stato pazzo, nessuno psichiatra gli sarebbe servito, solo suo nonno, che per proteggerlo gli ha celato la sua più grande risorsa, ma al tempo stesso la sua condanna. Avrebbe dovuto passare la vita a nascondersi, oppure a combattere o addirittura entrambe le cose. 
Poi c'è Emma, la ex ragazza di Abe che però, nonostante sembri un intreccio alquanto bizzarro, sembrerebbe interessata proprio a Jacob (anche se fino al giorno prima piangeva per il nonno, l'amore della sua vita che non ha smesso di aspettare).
Continuano ad accadere spiacevoli incidenti, la gente normale non comprende i motivi, ma gli speciali sanno che i Vacui e gli Spettri hanno bisogno di alimentarsi e per il momento, in attesa di cenare con qualche bel pezzetto di carne umana, si accontentano di quel che passa il convento. 
Nel frattempo il nostro ragazzo è indeciso su quale sia il suo posto: una vita quasi normale, a casa sua, con mamma e papà oppure nella casa, protetto dall'Uccello, ma anche controllato a vista? E' possibile continuare a rivivere sempre la stessa giornata in compagnia delle medesime persone? 
Quanto la presenza di Emma influirà sulla scelta? Poi accade che...beh il suo psichiatra è un cattivone, che lo ha seguito per un sacco di anni, cambiando aspetto, proprio come un camaleonte. Peccato che quando era un semplice giardiniere non sapesse niente della vita privata di Jacob, ma da analista...conosce tutti i segreti del nonno Abe e degli speciali. Li ha messi in trappola lui stesso, senza rendersene conto. Però proprio a causa di questo incidente prende la decisione più importante della sua vita: seguire Miss Peregrine e i suoi ragazzi e combattere Spettri e compagnia bella.  
Allora che mi dite? Va bene, va bene, inizio io! Innanzi tutto posso dirvi che questa parte così movimentata non è stata niente male, a partire dallo scoprire il "potere" di Jacob, che subito non sembrava niente di fantasmagorico: non è così spettacolare come generare del fuoco o far rivivere dei cadaveri, però è uno di quei talenti che si apprezza a lungo termine, insomma come un motore diesel. Poter guardare il nemico dritto negli occhi, essere il solo e l'unico a poterlo fare...diciamo che crea un certo tipo di vantaggio. Per quanto riguarda la simpatia che scorre tra Emma e Jacob, non saprei che dire: da una parte mi verrebbe da fare il tifo per loro, dall'altra però non ho sentito quel brivido tale da desiderare la loro unione, insomma l'autore si è concentrato più su altri aspetti. 
Cosa mi dite invece della scelta di mollare tutto e scappare in un mondo parallelo insieme a personcine alquanto particolari? E sopratutto come è possibile che il padre lo lasci andar via così, senza parlare con la madre, senza provare a convincerlo, senza versare una lacrima, insomma!!! Se mia figlia domani mattina mi comunicasse di voler scappare con le Winx...oddio non che proprio la farei andare via tanto facilmente, almeno cercherei di mettere sul piatto della bilancia pro e contro. No, non è vero, le risponderei che una volta raggiunta la maggiore età se ne sarebbe riparlato. 
Altra domanda da un milione di dollari: come mai Miss Peregrine è rimasta un Uccello? Sarà per l'ala spezzata? E in che epoca andranno a finire? Inutile e assolutamente superfluo scrivere che non vedo l'ora di scoprire cosa accadrà, ma ormai ho premuto i tasti e non lo cancello! 
Domandona: mi rendo conto che Zafòn e Riggs non siano paragonabili, ma tra i due, per il momento, quale preferite? (Mi rivolgo sopratutto alle partecipanti dei due Gruppi di Lettura).
Beh, vi saluto, per il momento, e vi do appuntamento sul blog Un libro per amico la prossima settimana!

You Might Also Like

9 commenti:

  1. Ciao Baba! anche a me è piaciuta molto questa ultima parte, azione e scelte importanti! Il rapporto tra Emma e Jacob è un po' controverso, in fondo lei ha amato Abe e ora casualmente riversa tutto l'interesse per Jacob?...non mi fa provare scintille ma sarà che li vedo anche come ragazzi e quindi non riesco a immedesimarmi più di tanto. Miss P è giusto un pesonaggio secondario, certo tutto si regge sulle sue spalle anelli e protezione ma.. praticamente non è mai presente nei fatti importanti!ahah vabbè, per quanto riguarda Jacob credo che abbia fatto una scelta coraggiosa per aiutare questi ragazzi ma che in fondo non ne sia convinto della sua scelta. vedremo come si snocciolerà la questione. Infine mi spiace davvero un sacco per il padre di Jacob. Probabilmente è rimasto travolto dagli eventi e non è riuscito a reagire adeguatamente. magari a scoppio ritardato farà qualcosa!XD In realtà tra Zafon e Riggs non riesco proprio a decidermi, sono due storie originali e meravigliose che sono felice di condividere con voi!alla prossima tappa!

    RispondiElimina
  2. Ciao Baba! Allora, alla fine avevamo tutte ragione a sospettare dello psichiatra, eh? Anche il nome Golan, mi evocava assonanze con il Golem, sarà stato quello! In effetti per quanto riguarda l’inizio di una specie di storia d’amore tra Jacob e Emma, a me ha fatto un po’ impressione quello che notavi tu, cioè il fatto che per Emma Jacob e il nonno Abe siano quasi intercambiabili… capisco che vivere sempre nello stesso giorno possa confondere un po’, ma io nei panni di Jacob mi sarei un po’ risentita . Per quanto riguarda la tua domanda sul confronto Zafon-Riggs, nonostante stia apprezzando l’autore di miss Peregrine la mia preferenza va ancora a Zafon, per la ricchezza della scrittura e la complessità degli intrecci.

    RispondiElimina
  3. Ciao Baba e anche ciao Daniela - e Ciao a tutte le lettrici del Gruppo!
    Non posso che essere completamente d'accordo con voi per quanto riguarda il malefico Dott. Golan (ma oramai tanto vale chiamarlo GOLEM!!), che poi nel film si trasforma della Dott.ssa Golan - mah? chissà poi perchè? - e d'accordo anche per il feeling che si instaura tra Emma ed il ns Jacob. Dovrò pensarci un po' su, perchè per me Emma oramai era l'innamorata del nonno di Jacob, pur con tutte le considerazioni da farsi :-)
    Ora tra l'altro, avendo anche visto il film in settimana, sono un po' confusa.
    Però molti dei temi che l'autore tratta, vedi la guerra, gli anziani, il tipo di genitori e parenti di Jacob (qui ci vorrebbe il Dott. Golan!!) - ed ora mi sovviene anche il parallelo delle persone che giorno dopo giorno vivono sempre la stessa vita - sono tempi universali che l'autore tratta con leggiadra maestria - per introdurre questo tipo di tematiche, ma a misura di ragazzo, stimolando la sua fantasia ...

    Per quanto io mi sia fermata al 1° romanzo di Zafon, concordo anche qui con Nadia.
    Due universi un po' diversi, quanto ad intreccio e complessità degli scritti.

    Ed ultima cosa: quanto per me è più semplice seguire un gruppo di lettura con il cartaceo...

    Un saluto ed un abbraccio a tutte le lettrici, BUONA GIORNATA!, Marina

    RispondiElimina
  4. Ciao Baba! ^_^
    In effetti questa è la parte più movimentata delle 3 di questo primo libro... Non saprei dire se mi sia piaciuta più o meno delle due precedenti, ma devo ammettere di aver notato un notevole cambio di stile, nel senso che il ritmo è più incalzante, più "devastante" e più misterioso... se nelle prime due parti del libro mi sono incuriosita molto e sono entrata pian piano nel mondo degli speciali, qui ci si immerge tutto d'un fiato nell'azione!! E non è solo un gioco di parole, visto che i poveri bambini/ragazzi ne passano davvero di tutti i colori, rischiando il fiato e la pelle!! Infatti mentre leggevo tutta la fuga, le sparatorie con quel vigliacco dello Spirito Golan e tutte le immersioni sott'acqua, mi è venuta l'ansia temendo che qualcuno rischiasse di rimanere soffocato per il pochissimo ossigeno!! Invece sono proprio speciali, in tutti i sensi!! ;-)
    Mi aspettavo dei colpi di scena, ma l'autore è riuscito a spiazzarmi sia per il cambio repentino dell'azione, sia per le improvvise rivelazioni: lo Spirito che ha seguito Jacob praticamente tutta la vita cambiando sempre aspetto e personaggio, l'improvvisa cattura delle ymbryne, l'improvviso non -riavvolgimento dell'anello e la conseguente fuga di tutti i ragazzi dalla casa e dalle loro sicurezze... (che poi inizialmente mi pareva che i bambini Speciali in quella casa fossero moltissimi, poi nelle 3 barche in fuga si schiacciano solo in 10 per starci... ma allora erano solo in 10 in totale, più il povero fratello di Bronwyn morto anni addietro?)
    Sono rimasta alquanto sconvolta, diciamo più o meno in positivo dai, anche se ammetto che non vorrei trovarmi nei panni del papà di Jacob al suo risveglio, né tantomeno nella povera Miss Peregrine disperata che non solo vede le sue amiche rapite una dopo l'altra, ma che non potendo ritornare nella forma umana non può fare altro che urlare disperata, sbattendo una sola ala...
    Nemmeno io so se sto dalla parte della coppia Emma-Jacob, per il semplice fatto che Emma (a parte l'enorme differenza d'età) ha cambiato di punto in bianco il suo amore da Abe al nipote, e quanto l'effettiva emozione di Jacob sia condizionata da tutto l'insieme... mi spiego meglio: se non si fossero trovati in pericolo, si sarebbero innamorati l'uno dell'altra ugualmente? Boooh... :P
    Per il resto il finale è mozzafiato e non vedo l'ora di iniziare il secondo libro!!! ^_^
    Mmh la tua domanda Baba è assai difficile: chi sceglierei tra Il Cimitero dei libri dimenticati e la serie di Miss Peregrine? Mmh lo stile di scrittura e le storie sono talmente diverse che non posso proprio paragonarle... certo è che mi piacciono entrambe e mi hanno piacevolmente coinvolta nella lettura, seppur in maniera completamente diversa...
    Ed ora, coi miei dubbi, le mie perplessità e curiosità ed un salto nell'ignoto, mi tuffo nella lettura del 2° libro!! ;-)

    RispondiElimina
  5. Anche stavolta concordo su tutto (ma va?! :D). Che il dottor Golan fosse strano l'avevamo intuito, soprattutto dopo la strana telefonata sull'isola nella parte precedente proprio non mi convinceva e in effetti si è rivelato il vero cattivo della vicenda, certo non mi sarei aspettata tutti i retroscena, addirittura seguiva Jacob da anni!
    L'amore tra Emma e Jacob non mi entusiasma, lei è passata dallo struggersi per Abe (dopo anni dall'abbandono) al nipote troppo velocemente, anche se la loro storia al momento è messa molto sullo sfondo davanti a tutti gli altri avvenimenti e sinceramente mi va bene così.
    Mi aspettavo che l'autore desse maggiore risalto a Miss Peregrine, spero che ciò accada nei prossimi libri.
    Per concludere, tra Zafon e Riggs io preferisco senza dubbi il primo. Il genere è totalmente diverso e il fantasy non è proprio la mia prima scelta, quindi sicuramente ciò influenza la mia valutazione, ma credo anche che le descrizioni, gli intrecci della trama e la caratterizzazione dei personaggi nel Cimitero dei Libri dimenticati siano nettamente superiori.

    RispondiElimina
  6. Finalmente un po'di movimento. Per carità l'autore ha l'abilità di non far perdere interesse nella storia ma cominciavo ad annoiarmi vivendo sempre la stessa domanda con un mucchio di domande che l'uccello evitava o rimandava, tutti questo mistero che mi faceva venire l'ansia e poi finalmente tac. La storia ha preso vita, lasciandomi senza parole cioè i vacui, ok forse uno in particolare, hanno sempre fatto parte della vita di Jacob senza che lui se ne rendesse conto. Quanto siamo superficiali a volte con le persone anziane se solo lui avesse davvero ascoltato il nonno. Mi ha fatto molto piacere vedere che è riuscito a combattere dimostrando a se stesso che anche lui può essere coraggioso come il nonno, insomma un bel romanzo di cui non vedo l'ora di conoscere il seguito...

    RispondiElimina
  7. Ebbene sì avevo indovinato.mil cattivo è proprio Golan, che proprio non mi piaceva. Ho trovato questa parte dl romanzo avvincente e movimentata al punto giusto.
    Finalmente si scopre che anche Jacob è un bambino speciale e ora ha una nuova missione, portare in salvo i bambini speciali.
    Non è facile pensare, come ha detto Baba, alla partenza di Jacob, andrei in panico se uno dei miei figli prendesse una decisione del genere, tenendo conto soprattutto dei pericoli che potrebbe incontrare. E poi c'è Emma, ma questa che vuole? Troppo vecchia per Jacob e anche parecchio volubile visto come cambia idea su Abe per mettersi con il nipote ( da brividi).
    Sono curiosa di scoprire come prosegue questa storia e cosa accade ai bambini ora che non vivono più all'interno dell'anello temporale e non sono costretti a rivivere in eterno lo stesso giorno.

    RispondiElimina
  8. Parto dall'ultima domanda: Zafòn!!! Il suo stile era catarchico e magnifico e credo proverò altro prima o poi! Ma anche Riggs si difende bene. I due autori mi fanno venire di rigustare le loro opere in futuro.
    Bè, per la parte della lettura che dire...Tanta carne al fuoco!!!
    Anche a me Emma e Jacob dicono poco. Comunque secondo me sono una coppia "segnata". Anche se sa che JAcob non è Abe, Emma è influenzata dalla loro somiglianza. E lui ha decisamente gli ormoni in subbuglio, poco da fare. Che ci sia feeling naturale non lo nego. Lui è spontaneo e lei di più visto il temperamento focoso. Però.. Li sento artificiali. Sbaglierò?
    Quanto ci sono rimasta male per il cattivo!!! Ecco cos'è che ci puzzava di lui, mamma mia!!!!! Ho ancora la rabbia addosso!!!
    Io credo che il padre di JAcob credesse davvero di sognare. Non a caso ultimamene "beveva un pò"? Credo che anch'io discuterei bene la scelta con mio figlio dovesse andare via. Però come dire sono circostanze particolari le loro e comunque i genitori di Jacob sono anomali già di loro, eh! Signora Perfettina e Papà svampito direi, mica possiamo pretendere troppo! MA spero possa rivederli....
    Per Miss Peregrine secondo me c'entra il contatto con gli Spettri che l'ha indebolita/condizionata.. Non a caso non erano in passato ymbryne o comunque Speciali? Probabilmente c'è un nesso. E spero troveremo più risposte nel sequel!
    Io intanto vedo di leggermi per gusto personale la graphic novel!

    RispondiElimina
  9. Pronta a commentare l'ultima parte del romanzo. Per quanto mi riguarda è stata la parte che più mi ha coinvolta..avvincente, intrigante, fitta di misteri e di misteri svelati e di scelte. Certo il finale lascia con il fiato sospeso e non si può far altro che cominciare (finalmente!!!) a leggere il successivo romanzo. Sono troppo curiosa di vedere come gli speciali affronteranno i mostri e gli Spettri, e come sopravviveranno ora che hanno lasciato la loro dimora.
    Per quanto riguarda la tua domanda, ovviamente i due autori non sono paragonabili..i romanzi sono entrambi avvincenti. Nel caso di Zafon ho adorato il primo, molto meno mi sono piaciuti i successivi, eccetto il prigioniero del cielo che però non è riuscito ad eguagliare la magia dell'ombra del vento. Vedremo nel caso di Riggs se sarà capace di mantenere alta l'attenzione, come con il primo capitolo di questa avventura.

    RispondiElimina