#Recensione,

Recensione - Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero

sabato, agosto 11, 2018 Baba_Books Desperate Bookswife 4 Comments

Il libro
Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero
Editore: Newton Compton Editori| Pagine: 352| Pubblicazione: luglio 2018 | Prezzo 9,90€| Trama Qui
Genere: romantico
Notizie sull'autrice
Bianca Marconero
È lo pseudonimo di una scrittrice di Reggio Emilia. Ha lavorato come redattrice per periodici per ragazzi e poi è approdata alla scrittura creativa. Già autrice di una saga fantasy, con la Newton Compton ha pubblicato La prima cosa bella, L’ultima notte al mondo, Ed ero contentissimo, Un altro giorno ancora e Non è detto che mi manchi.
Recensione 
e mezzo

Siamo a Milano e ci sono quattro tizi che si inseguono: Alessandro corre dietro ad Alice che sbava per Pietro che a sua volta è innamorato di Gaia. Poi arriva Emilia. Fermi fermi stop, facciamo un passo indietro, respiriamo e ricominciamo.
Pietro Foscarini, per gli amici Fosco, è un super informatico nerd, bello come la notte d'estate, inconsapevole come il più tremendo degli ingenui. Una famiglia famosa alle spalle, una laurea in ingegneria informatica e un lavoro da redattore in una rivista di videogame. Fosco non ha grandi ambizioni, se non quella di rendere felice la sua compagna, la perfida Gaia.
Emilia è una star dei social, ha solo ventuno anni, di una bellezza prorompente, un pio di tette da far impallidire il latin lover più esperto e una malizia sprigionata senza remore. Questa donzella da infarto si trasferisce a Milano per tre mesi poichè è stata ingaggiata per una rubrica settimanale all'interno di una rivista per teenagers.
Dovete sapere che a Milano c'è un palazzo di dieci piani all'interno del quale sono contenute moltissime redazioni. Ogni piano è dedicato ad una rivista. Il proprietario è uno solo, Alessandro, il Golden Boy milanese, lo scapolo lombardo più ambito dalle modelle e attrici italiane. Sì, avete intuito bene, la rivista più amata dei nerd abita nello stesso palazzo di quella realizzata per le fungirl. E quindi? Disastro! Perchè l'informatico che vive su di una nuvola di zucchero filato incontrerà la ragazza più googlata e non mancheranno gli equivoci e le figure di cioccolata!
In questa divertente commedia si alternano i punti di vista di Fosco e di Emilia, i due protagonisti indiscussi del romanzo. La Marconero non inserisce mai troppi personaggi, ma quelli ai quali affida un ruolo sono indispensabili. C'è Alessandro, il proprietario di tutta la baracca, cugino di Fosco e anche suo migliore amico. Questo ragazzo mi ha fatto sorridere ripetute volte, i siparietti insieme ad Alice sono unici. Quest'ultima lavora per la rivista LollyPop, da tre anni migliore amica di Fosco e forse anche sua fan; per tre mesi deve dirigere i lavori che vedono Emilia come indiscussa protagonista. Gaia, perfida, arrivista, manipolatrice,  falsa e arrogante fidanzata di Fosco; non mancheranno le sue sorprese, fino alla fine.
Questo romanzo non può non far venire gli occhi a cuore. Punto. Fatevene una ragione. Ma non è così semplice da spiegare, comunque ci provo.
Innanzi tutto le capacità comunicative dell'autrice sono formidabili, a partire dalla facilità con la quale costruisce e struttura i periodi. Questo libro - come tutti gli altri che ho letto fino ad ora firmati Marconero - è bello da leggere perchè leggero, divertente, romantico, irriverente ma scritto con cura. Le descrizioni sono esaustive, l'ambientazione curata, lo stile è ricco e colto nonostante sia di semplice lettura e i personaggi...quelli sono proprio il suo forte. Loro si prendono lo spazio, riempiono il palco e catturano tutta la luce, ad un certo punto non importa più nulla, basta che non smettano di parlare; e per fortuna Bianca ci accontenta e con le sue 352 pagine non ci fa mancare proprio niente (anche se...lei lo deve sapere, io voglio conoscere quello che succederà, e se succederà, tra Alessandro e Alice).
Volete un libro che vi tenga inchiodati alla poltrona? Avete bisogno di evadere pensando ad un ragazzo dai pettorali da rivista e gli occhi blu come l'oceano? Oppure ad una tizia che scalda il bassoventre anche solo pronunciando le due parole "Nove bit"? Volete ridere ( io l'ho fatto da sola almeno quattro volte) grazie ai siparietti recitati da questi ineguagliabili personaggi? E la storia d'amore?  Ma sopratutto, oltre a tutte queste bellissime cose, non desiderate un libro qualitativamente valido? Allora andate, la strada la conoscete, perchè "Non è detto che mi manchi" vi aspetta in libreria. Siete ancora in tempo prima di partire per le ferie!
Punti forti
- I personaggi. Ancora una volta l'autrice ci incanta grazie a delle persone che non esistono purtroppo, ma sembrano vere. Ho terminato il libro ed è stato come spegnere il televisore al termine di una serie Tv strepitosa: io quelli lì li conoscooooooooo, uscite fuori che voglio andare cena insieme a voi! In quel ristorante, quello in galleria!
- Lo stile e l'ironia non mancano nemmeno questa volta, come non mancano nuovamente le bugie, sempre in agguato nei romanzi di Bianca.
- L'ho scritto e lo ripeto: io voglio una storia tutta di Alice (che adoro) e Alessandro. 

You Might Also Like

4 commenti:

  1. Concordo su tutto! Adoro Bianca e il suo modo di scrivere e anche io voglio sapere cosa succederà e se succederà qualcosa tra Alessandro e Alice!

    RispondiElimina
  2. La Marconero mi perseguita. Devo decidermi a leggere qualcosa di suo!

    RispondiElimina