#gruppo di lettura,

Gruppo di Lettura - Il giardino d'estate - Tappa 3

mercoledì, gennaio 30, 2019 Baba_Books Desperate Bookswife 4 Comments



IL LIBRO


Titolo: Il giardino d'estate
Autrice: Paullina Simons
Casa Editrice: Bur rizzoli
Pagine: 663
Prezzo: 13,00€
Pubblicazione: 2008

TRAMA: Si erano incontrati alla vigilia dello scoppio della seconda guerra mondiale, a Leningrado. Si erano amati fra gli stenti, la desolazione e le bombe di un assedio terribile, con la speranza di poter vivere un giorno altrove, in pace. Ora, 20 anni più tardi, davanti a un incerto futuro, quell'amore è messo alla prova. Tatiana e Alexander si sono miracolosamente riuniti in America, la terra dove tutto è possibile, e contano di ricostruirsi una vita insieme. Ma si devono confrontare con le ferite, il dolore, le fatiche che si portano dietro. Nonostante abbiano un figlio meraviglioso, Anthony, si sentono estranei l'uno all'altra. Ex capitano dell'Armata Rossa, Alexander vive con disagio il clima di paura e di sospetto della Guerra Fredda e Tatiana non riesce a ritrovare con il suo Shura l'intimità di un tempo. E quando pensano di essersi definitivamente lasciati alle spalle gli incubi della guerra, ecco che i fantasmi del passato tornano a minacciarli: Anthony, in conflitto con i genitori, si arruola volontario in Vietnam e scompare. Il seguito del libro "Il cavaliere d'inverno" e di "Tatiana & Alexander" della stessa autrice.

Ecco come funziona:
1-  09 gennaio 2019 - oggi - : sui nostri due blog vi presentiamo l'intero GDL, al quale potrete iscrivervi lasciando un commento

2-   16 gennaio 2019 - Nadia  (Desperate Bookswife): discuteremo la parte che avrete letto, ovvero da pag. 0 a pag. 204 quindi tutto il libro primo -  La terra del lupino e del loto ; QUI

3-  23 gennaio 2019 - Un libro per amico: commenteremo da pag. 207 a pag. 328 ovvero tutto il libro secondo - Itaca; QUI

4-   30 gennaio 2019 - Baba (Desperate Bookswife): commenteremo da pag. 331 a pag. 478 quindi tutto il libro terzo - Dissonanza;

5-  06 febbraio 2019 - Un libro per amico: commenteremo da pag. 481 a pag. 619  ovvero tutta il libro quarto - Moon Lai.



6-  13 febbraio 2019 : ultima parte (da pag 623 alla fine del libro) + più mini recensione di tutte noi tre su entrambi i blog.

COMMENTO - A CURA DI BABA - 


Abbiamo appena seppellito un cadavere. Il sangue è ancora ben impresso nella mente dei nostri protagonisti e Alexander non vede l'ora di poter costruire una casa per la sua famiglia. Tatiana però è ferma sulle sue posizioni: inizieranno i lavori quando aspetteranno un bambino.

Il tempo passa, succedono molte cose, il nostro caro Shura si è messo in proprio e costruisce molte case, è diventato Architetto, le persone lo stimano, lui e sua moglie ballano talmente vicini da essere diventato un'unica cosa da tempo ma...la cicogna continua a non volare sopra al loro tetto. Credevano che il peggio fosse passato ma si sbagliavano di grosso.
Tatiana decide di lavorare ancora di più, immerge nell'ospedale tutte le sue energie, cercando però di non far mancare niente alla sua famiglia. Tania si sbaglia di grosso. Alexander sospetta una tresca, un certo dottore con il viso pulito sincero nasconde qualcosa e la risata così limpida di Tatiana mentre lo ascolta è rivelatrice. Alexander è distrutto, i superalcolici diventano suoi amici, ha bisogno di sua moglie, la vuole, necessita del suo tempo ma Tania è sempre meno a casa, nonostante cucini, sia gentile e si conceda a lui senza riserve. Una sera Alexander incontra Carmen, una brunetta provocante dal petto che non passa inosservato e dalle avance inequivocabili. Lui resiste, per un po'. La tentazione fa l'uomo ladro e la fine è quasi assicurata. Shura non sa mentire a Tatiana e lei è una super donna. Il disastro. L'apocalisse. La guerra spostata nel giardino di una casa mobile. Tremate gente tremate perché i due coniugi sono inarrestabili. non solo a letto.

Questa parte del romanzo mi ha fatto molto sorridere. Ma anche arrabbiare. Allo stesso tempo mi ha donato un leggero sollievo: questi due sono umani, hanno dei problemi anche nella vita vera, insomma non sono due travestiti da terrestri.

Ho sorriso perché il sesso è veramente divertente, per non parlare di quello tra i due occasionali amanti. La donna che non riesce a tenere tette all'interno del reggiseno mi ha svoltato la giornata.

Mi sono arrabbiata perché Alexander non avrebbe mai perdonato Tatiana mentre pretende la sua assoluzione. Perché lei sembra una rammollita, poi fa la dura (ho esultato, non immaginate quanto io abbia esultato) e poi lo perdona nel giro di poche ore. Ora, non dico che volessi la famiglia sfasciata, però nemmeno perdonarlo immediatamente. Lo vuole uccidere, lo investirebbe, lo picchia, lo insulta insomma succedono cose irripetibili e poi? E niente, Tatiana non può vivere senza di lui. Ah giusto, aspettavano un bambino. Però c'è da dire un'altra cosa, visti gli anni, non mi stupisco che il loro matrimonio stesse andando a rotoli: una donna che lavora quando il marito ha un'ottima occupazione non era concepibile. Erano gli anni cinquanta, le donne benestanti stavano a casa, organizzavano feste di beneficenza, si trastullavano accudendo i bambini, organizzavano i pomeriggi Tupperware e sfornavano torte. Io non sto a sindacare se questo fosse giusto o sbagliato, ma in quegli anni era abbastanza normale che ciò accadesse e quindi le pretese di Alexander che lei lavorasse pochissimo (perché a lei faceva piacere) mi sembrano lecite in quel contesto. Alla fine lui si è fatto scappare la situazione di mano e si meritava una discreta lezione ma lei non è proprio la santa che vorrebbe far credere.

Insomma, io sono arrabbiata con entrambi, per svariati motivi: il loro atteggiamento verso la vita, le loro sfuriate becere, il modo di trattare Anthony, il darsi per scontati (e non basta del buon sesso per questo). Ma sono arrabbiata come lo sarei nei confronti di amici di vecchia data, nei confronti di persone alle quali sono affezionata. questa è la grande rivelazione di questa tappa. Adesso aspetto voi! Spoilerrrrrrrrr.



You Might Also Like

4 commenti:

  1. Volevo più "azione" e sono stata accontentata! Finalmente la pacifica (e un po' noiosa, diciamocelo) vita dei coniugi Barrington è stata stravolta, dopo tante pagine un po' di movimento era necessario. Come hai notato anche tu, Tatiana e Alexander appaiono normali, mostrano i loro difetti, litigano e si tradiscono (odiosa Carmen). Da un punto di vista personale non ho apprezzato il loro comportamento ma ammetto che ai fini della trama è stata una bella svolta, peccato che Tania abbia ceduto subito al perdono. Mi dispiace tantissimo per Anthony, è ormai adolescente ma viene trattato ancora come un bambino, sono curiosa di capire come evolveranno le cose ora che è nato Pasha.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica, oh hai pienamente ragione, finalmente un po' di azione di coppia. Ho tremato molto quando ho capito dove si sarebbe finiti, ma almeno abbiamo dato uno scossone alla monotonia (va bene che questi due hanno vissuto un incipit della loro storia tutto tranne che noioso, però che palle per noi lettori!). Carmen è odiosa, lei e la sua mania. Ma nel male almeno Alexander la mette a posto trattandola per quello che è. E adesso non ci resta che aspettare ancora un po' e continuare a leggere.

      Elimina
  2. Ciao ragazze, la cosa più bella di questo libro è poterlo commentare insieme a voi! Sono d'accordo con quello che scrivete, tranne il fatto che per me 'sti due non sono diventati vecchi amici ma continuo a volerli stirare con la macchina ahahah ;) volevo solo aggiungere che la cosa che mi ha dato più fastidio anche in questa parte è la mancanza di dialogo tra i due. Dicono di amarsi da morire ma non ce la fanno proprio a parlarsi se non quando il danno è pressoché irreparabile. Se Alexander avesse dato voce ai suoi sentimenti ammettendo che non riusciva a stare neanche una notte a settimana senza Tatiana nel lettino che gli teneva la manina, se le avesse esternato le sue paure sul dottorino non avremmo forse avuto il tradimento e la successiva scena da tammurriata napoletana con spintoni e labbra gonfie che mi ha veramente disgustata (va bene tutto ma le botte anche no). Insomma, 'sti due possono sembrare due cavolo di supereroi, ma alla fine rimangono dei disadattati, resta solo il dubbio se la colpa sia davvero tutta della guerra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio Nadia muoio ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah mi fai morire! ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah Io alla fine sono una sentimentale e mi ci sono affezionata a sti due disgraziati anche se mi fanno arrabbiare da morire. Con questo non voglio dire che leggerei altro eh...può bastare, ma ormai fanno parte della mia vita da troppo tempo! Scherzi a parte, un po' disadattati sì. Ti abbraccio

      Elimina