Corbaccio,

Recensione: "Volevo solo una vita tranquilla" di A. Talò

mercoledì, luglio 29, 2015 Baba Desperate Bookswife 9 Comments

Adesso vi presento un romanzo che ho letto letteralmente sotto l'ombrellone, un regalo che ho ricevuto tempo fa, ma che non ho mai deciso di iniziare E' bastata una vacanza, mare, sole e una pupa da far addormentare in spiaggia (all'ombra eh...tranquilli!!). Risultato: un bell'otto in pagella!!











Titolo: Volevo solo una vita tranquilla
Autore: Anna Talò
Casa Editrice: Corbaccio
Pagine: 192
Prezzo: 14,90€


SINOSSI: Qui sito Corbaccio

NOTE SULL'AUTRICE:Anna Talò è autrice, giornalista, traduttrice. Ha scritto per Corbaccio «Le vere signore non parlano di soldi» e «Meditazioni per donne sempre di corsa». «Volevo solo una vita tranquilla!» è il suo primo romanzo. Si può raggiungere su http://meditazioniperdonnesempredicorsa.blogspot.it


VOTO:



COMMENTO:


Teresa alias Lucilla è una scrittrice, ama la solitudine del suo appartamento a Marina Lombarda, è single convinta, risponde a domande del cuore su di una famosa rivista e...nel tempo libero si dedica al suo blog, ma nessuno sa chi si celi dietro allo pseudonimo "Lucilla" e nemmeno lo sospetterebbe!

La dolce e composta Teresa si trasforma nella cinica e impulsiva Lucilla, tanto da scatenare le ire di un anonimo maniaco Il Vendicatore del Testosterone. Commenti poco velati sul blog fino alle minacce più spietate come nei migliori thriller cinematografici, il Vendicatore comincia ad incutere timore a Teresa e a tutti gli abitanti del condominio. Per fortuna a proteggerla, lo zio Michele e l'affascinante barista della porta accanto.

Devo dire che la Talò è stata in grado di farmi sorridere e rabbrividire un pochino, il tutto in nemmeno duecento pagine. Lucilla...sono io (se non fossi sposata con Burro, ma questi sono dettagli), il carattere è identico - per fortuna però io non ho una Vendicatrice Ovarica - e il fatto di essere blogger anonime (o quasi) ci accomuna.
Una storia diversa, insospettabile con un colpo di scena proprio sul finale. Una pagina tira l'altra, proprio come le patatine, perché la curiosità di svelare l'identità del vendicatore è troppa.

Io e la protagonista siamo entrate in sintonia dalle prime battute: il suo carattere estroverso, nonostante la scelta di vita ritirata, mi ha incuriosita e la lingua tagliente di certe risposte sul blog mi hanno fatto morire dal ridere. Alcune persone affrontano un problema se coccolate e consigliate, mentre altre vanno scosse, prese a calci nel sedere, punte sul vivo: ecco che nasce la figura di Lucilla, spietata blogger dalla penna biforcuta che colpisce e affonda senza nemmeno versare una lacrima.
Poi c'è lo zio Michele, unico parente in vita di Teresa, che dalla Calabria si è trasferito in Lombardia per stare vicino alla nipote e per provare a costruire un rapporto trascurato da troppo tempo. Nonostante la facciata burbera, l'affetto è palpabile, una figura stabile, una colonna portante nella vita della giovane donna, che nonostante si intestardisca di aver bisogno dei suoi spazi, necessita di calore umano sincero e disinteressato.

L'ho letto tutto d'un fiato e sono soddisfatta sia della scelta, sia del periodo (dopo la serie di letture poco convincenti dei mesi scorsi, necessitavo di una storia leggera ma non frivola).

Cosa ho maggiormente apprezzato:

  • Il personaggio principale è azzeccatissimo: l'ho amata e rispettata per tutto il romanzo, mai e poi mai ho pensato: "noooo cosa stai facendo/dicendo".
  • Lo stile scorrevole e la storia particolare hanno dissetato la mia gola arsa a causa di troppi libri scontati e simili l'un l'altro.
Cosa mi è piaciuto meno:
  • Leggerlo in e-book? Si può dire? Mi è stato regalato quando ho comprato il kobo, ma la cover e il titolo hanno ritardato la mia decisione. Adesso lo vorrei cartaceo!!!!
Voi lo avete letto? Vi siete immedesimate nella protagonista come è capitato a me? 

Salvia

You Might Also Like

9 commenti:

  1. Ricordo bene questa lettura, spensierata e divertente.

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. si :-) io ci ho rivisto una mammix single ah ah ah

      Elimina
  3. Risposte
    1. Si, se dovesse capitarti tra le mani, leggilo, è davvero piacevole!!

      Elimina
  4. Avevo visto questo libro tempo fa in sconto al 40% su Mondadori store, ma non ne avevo sentito mai parlare e alla fine ho comprato Il richiamo del cuculo che volevo da tempo, ma in futuro spero di avere di nuovo la possibilità di accaparrarmelo perché sembra davvero carino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beth, peccato...è davvero molto molto carino, ma il richiamo del cuculo lo adoro, quindi comunque ottimo acquisto!!

      Elimina
  5. è nella mia WL da tempo!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina