#Recensione,

Keep Calm and Read Nadia #45 - Recensione di Mosaico Napoletano - Daniela Carelli

sabato, maggio 25, 2019 Baba Desperate Bookswife 11 Comments



Buongiorno lettori, ecco a voi Nadia! Oggi ci parlerà di un romanzo tutto italiano, scritto da Daniela Carelli. Lo conoscete? Si intitola Mosaico Napoletano. 
Buongiorno lettrici e lettori, come state?

Io, dopo le grandi emozioni regalatemi da Libri al Leu, a cui ho partecipato nel ruolo di moderatrice, torno oggi per parlarvi di un libro che è stata una vera sorpresa: sto parlando di Mosaico napoletano di Daniela Carelli, edito da Segmenti editori. Innanzitutto ringrazio l’autrice che mi ha dato la possibilità di leggerlo e la mia amica Daniela del blog Un libro per amico che mi ha incuriosita consigliandomelo. Eccovi quindi il mio pensiero!

Il romanzo ci presenta immediatamente i suoi due personaggi principali: un uomo di nome Giuseppe e… Napoli. Sì, perché se Giuseppe è la voce narrante, che lascia scorrere nella sua mente, ricordo dopo ricordo, la storia della sua vita fino a questo momento, Napoli è l’unica altra presenza fissa e incrollabile nel romanzo: la sua forza evocativa si avverte in ogni pagina, in scene ora allegre ora struggenti, ma sempre vive e piene di colore. 

Proprio i colori scandiscono e caratterizzano le diverse parti di questo libro: rosso, giallo, blu, verde, grigio si declinano nelle loro diverse sfumature e si ricollegano a momenti importanti della vita di Giuseppe. Dall’infanzia, quando il rossetto “rosso passione” della mamma è quasi il simbolo dell’innamoramento di un bimbo nei confronti di quella che, a cinque anni, è ancora l’unica donna della sua vita; all’adolescenza, con il giallo ocra che ricorda il colore preferito del primo amore; dalla giovinezza spensierata e un po’ sbruffona al primo, grande dolore. 

Insieme a Giuseppe vive e si erge prepotente a protagonista la città di Napoli: con le sue contraddizioni, la sua bellezza paesaggistica, i suoi problemi ma anche il suo grande cuore, le sue tradizioni e, indifferente alle emozioni umane, il suo mare che è parte profonda di ogni abitante della città.

L’autrice a mio avviso è stata bravissima a raccontare la storia di una persona “normale”, con le sue gioie e i suoi dolori, in modo davvero speciale. Sì, perché la vita di Giuseppe ci entra dentro, si insinua nella nostra anima e riesce a farlo non tanto per gli avvenimenti che lo coinvolgono, ma per la maestria con cui la Carelli li racconta. I personaggi “minori” costituiscono quasi un coro attorno al protagonista e ogni episodio è vivido e brillante, ricco di quei colori che compongono, appunto, il “Mosaico napoletano”.

Ho apprezzato tantissimo come la Carelli è riuscita a mescolare senza soluzione di continuità la vita di Giuseppe con la vita di Napoli: la tradizione del presepe, il terremoto, il miracolo del sangue di San Gennaro sono solo alcune delle sfaccettature di un luogo che è parte integrante della storia di Giuseppe, un ragazzo come tanti, che apprezza John Lennon e i Led Zeppelin, ma quando ascolta Pino Daniele si sente vibrare dentro, all’unisono con l’anima della sua città.

Lo stile della Carelli è scorrevole e piacevole; ho trovato inoltre dei dialoghi davvero realistici, particolare non da poco che denota a mio avviso una grande cura nella scrittura. Se devo trovare un difetto in questa storia riguarda forse qualche scelta di tempo verbale che mi ha lasciata un po’ stranita, ma è veramente poca cosa.

Il finale mi ha spiazzato, non me l’aspettavo ma l’ho trovato una perfetta conclusione per questa storia. In conclusione, un libro acceso di colori e di emozioni, che credo mi rimarrà dentro a lungo e che mi ha fatto venire voglia di rivedere la meravigliosa Napoli!

You Might Also Like

11 commenti:

  1. Me ne ha parlato Daniela, adesso leggo anche il tuo parere. Lo segno, poi quando uscirò da questo tunnel ( e tu sai quanto impegnativo 😂) lo leggerò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah dai, che un tunnel affrontato in compagnia sembra meno lungo e impegnativo!

      Elimina
    2. La tua recensione è toccante.
      Grazie di cuore, cara Nadia.

      Elimina
    3. Grazie a te per aver scritto questo libro, Daniela! <3

      Elimina
  2. Ma quanto sono contenta che tu l'abbia amato proprio come l'ho amato io! Libri belli che sanno ancora stupire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Dany! Grazie ancora di avermelo consigliato!

      Elimina
    2. Daniela, sei un tesoro di donna!

      Elimina
  3. Cara Nadia, da oggi la tua recensione è presente sulle home page dei siti:
    http://www.mosaiconapoletano.it/
    http://www.danielacarelli-books.it/
    Grazie ancora❣️

    RispondiElimina