#gruppo di lettura,

GDL Leggendo serialmente #4 - Il tempo dell'attesa - Terza tappa

venerdì, ottobre 20, 2017 Baba_Books Desperate Bookswife 14 Comments

Buongiorno a tutti, come state? Eccoci nuovamente schierati sulla linea di partenza, i Cazalet sono arrivati nelle nostre mani, siamo entrati nel loro salotto della casa di campagna e abbiamo conosciuto quasi tutti i membri della famiglia. Abbiamo letto 892 pagine, fino ad ora!!! Ci stiamo addentrando insieme in quello che è il gruppo di lettura seriale più impegnativo dell'anno e lo abbiamo lasciato proprio alla fine, quando forse vi aspettavate un epilogo più leggero. 


Vi ricordo che potete iscrivervi quando volete e non siete obbligati a leggerli tutti. Per chi invece partecipa anche alla challenge organizzata da me e Un libro per amico, le regole sono diverse:
Se commenterete tutte le tappe (avete tempo per rimettervi in pari entro la fine del libro in corso) otterrete 5 punti.
- Se commenterete un solo libro otterrete 1 punto, due libri 2 punti, tre libri 3 punti. 

Ecco il calendario:

GLI ANNI DELLA LEGGEREZZA
30 settembre 2017 - Desperate Bookswife: discuteremo la parte che avrete letto, ovvero da pag. 0 a pag. 266 (ovvero tutta la parte prima). Link QUI
10 ottobre 2017 - Un libro per amico: commenteremo insieme da pag. 269 a pag. 604 (ovvero fino alla fine del libro). Link QUI



IL TEMPO DELL'ATTESA
20 ottobre 2017 - Desperate Bookswife: commento da pag. 0 a pag. 288, (fino a "La famiglia autunno - inverno 1949" escluso).
30 ottobre 2017 - Un libro per amico: commenteremo insieme da pag. 289 a pag. 638 (ovvero fino alla fine del libro).



CONFUSIONE

10 novembre 2017 - Desperate Bookswife: commento da pag. 0 a pag. 318, (ovvero parte prima + seconda).
20 novembre 2017 - Un libro per amico: commenteremo insieme da pag. 321 a pag. 526 (ovvero fino alla fine del libro).




 ALLONTANARSI
30 novembre 2017 - Desperate Bookswife: commenteremo da pag 13 a pag 278 ( prima parte)
10 dicembre 2017 - Un libro per amico: commenteremo insieme da pag. 281 a pag. 501 (seconda + terza parte).
20 dicembre 2017 - Desperate Bookswife: commento da pag 505 fino a pag. 669 ( fino alla fine del romanzo).



------ATTENZIONE SPOILER-----

Ordunque, eccoci nuovamente insieme, dopo dieci giorni esatti, a discutere riguardo i fatti narrati all'interno del secondo romanzo scritto dalla Howard. Scoppio imminente della guerra, due Cazalet su tre si arruolano e Hugh si vede costretto a casa a causa della sua precedente mutilazione. La famiglia è sempre riunita ad Home Place, il posto ritenuto più sicuro al momento. Lo sconforto è tangibile, la noia, nonostante il momento così delicato e cruento, è presente, perchè quelli che restano possono solo aspettare il lento susseguirsi dei giorni, uno dopo l'altro, senza poter fare nulla di utile per la patria, con l'angoscia di ricevere una telefona, che purtroppo arriverà, contenente dei freddi "mi dispiace" oppure "comprendo il vostro dolore", "non perdiamo la speranza". 
Ma cosa succede esattamente?
- Zoe partorisce, ma il bambino muore dopo circa una settimana. Se da una parte la perdita causa dolore alla madre, dall'altra la tranquillizza poichè il suo infimo tradimento è al sicuro e un estraneo non crescerà all'interno della famiglia sotto forma di menzogna.
- Louise cresce, a scuola conosce una nuova amica, Stella Rose, una ragazza molto intraprendente e senza peli sulla lingua. La sua famiglia le sembra all'avanguardia e sicuramente meno noiosa della sua, ma una sera, a teatro, scorge suo padre Edward con una donna che non è sua madre. Lei stessa non sa come gestire la situazione.
- Clary è colei che deve prendersi cura di tutti, la matrigna nuovamente gravida, un fratello di difficile gestione, poiché sua madre morì molti anni prima e il padre è impegnato a combattere. Adesso, ahimè si ritrova con una sorellastra e un papà disperso, visto che la sorte ha deciso che proprio lei rispondesse al telefono del Generale, spacciandosi per Zoe, scoprendo così, senza filtri, il triste accaduto. 
- Polly invece è una ragazzina insicura, gentile e accomodante non vuole mai infastidire nessuno. La sua sensibilità la rende fragile e un facile bersaglio per chi spesso ha la necessità di sfogarsi, come Clary o Christopher. Sua madre è malata, lo scopre per sbaglio, e anche questo segreto mal celato le butta addosso responsabilità che non vorrebbe e preoccupazioni che la scagliano nell'oblio. In più ha scoperto che Villi si vede con un uomo misterioso, chi mai sarà?

Se vi state domando quanto mi sia piaciuta questa prima parte...beh vi rispondo moltissimo. Innanzi tutto, nonostante apparentemente non accada nulla, succedono un sacco di cose, ma sono raccontate senza l'esplosione di fuochi d'artificio e senza nemmeno incessanti spargimenti di lacrime, scorrono, come d'altronde sono volate queste ottocento e rotte pagine. Indubbiamente, chiacchierando con Daniela, ci sono saltati all'occhio alcuni fatti che sono diventati spunti di riflessione: avete notato quanto il sesso sia assolutamente disdicevole per una donna di buona famiglia? Ovvero alle donnine senza troppe regole morali piace assai avere dei rapporti sessuali e addirittura sono costoro particolarmente intraprendenti, mentre alle mogli di un certo ceto sociale non piace per nulla, è un obbligo morale ed è assolutamente sconveniente parlarne. Ma credo anche che se a qualcuna di loro piacesse, se ne guarderebbe bene dal dirlo, perchè il marito potrebbe forse prenderla per poco seria? Però perchè allora loro vanno a cercare la compagnia di fanciulle esperte disinibite? L'unica ad essere "normale" dal punto di vista sessuale è Zoe, ma diciamo che non è il miglior personaggio della storia (anche se a mio avviso si è riscattata, mostrando le sue debolezze ed uscendo allo scoperto, ma sopratutto facendo un enorme lavoro su se stessa). 
Ho apprezzato tantissimo Louise, della quale non avevo tantissima stima, invece leggendo la parte che l'autrice le ha dedicato, ho compreso le sue paure, il suo sentirsi sempre messa in discussione dalla madre, il voler apparire a tutti i costi. Tratta con sufficienza le cugine minori, ma forse è l'unico modo che ha per darsi importanza e sentirsi qualcuno. Mi piace il suo rapporto con Stella, anche se non approvo la loro amicizia, la signorina Rose ha qualcosa che non mi piace e la sua troppa intraprendenza potrebbe essere nociva. Ma sopratutto perchè Louise agli occhi del mondo esterno appare modesta mentre all'interno delle mura domestiche si mostra come una diva del cinema? 
Detto questo, la figura che mi è piaciuta meno è proprio Clary, nonostante i suoi problemi familiari, non giustifico il fatto che se la prenda con i più deboli o con coloro che non possono risponderle a tono. Anche se credo sarà uno dei personaggi più complessi dell'intero libro. Staremo a vedere
Aspetto i vostri pareri, con ansia!!!!

You Might Also Like

14 commenti:

  1. Mi è piaciuto molto l'espediente di far narrare i fatti di questa prima parte alle tre ragazze della famiglia, in questo modo riusciamo a guardare ciò che accade attraverso i loro occhi e allo stesso tempo scopriamo di più delle loro personalità, molto diverse tra loro.
    Anche a me Stella non ha fatto una buona impressione, mi è sembrata un po' antipatica e parecchio "autoritaria" nel suo rapporto con Louise. Quest'ultima appare combattuta tra il suo volersi mostrare ed emergere e la sua condizione morale che la vede cresciuta in una famiglia dai principi sani - o meglio che devono apparire tali, vedi appunto il discorso sul sesso che giustamente facevate tu e Dany. Nonostante i suoi sforzi, mi è sembrata molto ingenua.
    Clary a me è piaciuta e l'ho rivalutata rispetto al libro precedente: qui viene messa in primo piano e mi è dispiaciuto che abbia dovuto subire lo shock della telefonata che le portava brutte notizie sul padre. Mi piace la bella amicizia che ha costruito con Polly e anche il modo in cui ha imparato ad accettare Zoe, cercando di metterla a suo agio. Quest'ultima mi è sembrata sottotono ma concordo nell'affermare che il personaggio è più amabile, probabilmente grazie al suo rapporto con Juliet e alla sua presenza nella famiglia che sembra finalmente averla accettata.
    Particolare il rapporto tra Polly e Christopher (all'inizio pensavo fossero cugini e mi sembrava un po' strano, poi ho realizzato che non esiste una parentela diretta!), chissà se evolverà in qualcosa di più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica, secondo me ci sarà succederà qualcosa tra Polly e Christopher, come tra Louise e il fratello di Stella. Adesso leggo un altro libro e poi ricomincio a leggere la tappa di Daniela!

      Elimina
  2. Sisterrrr maciniamo pagine senza neanche rendercene conto ahahahahha
    Comunque, anche a me questa parte è piaciuta molto. Le tre ragazze sono emerse in tutte le loro caratteristiche e, a differenza tua, ti dirò che Clary in questa parte mi è piaciuta. Il suo modo di reagire alla notizia del padre disperso facendo mappe ed inventandosi storie sul suo ipotetico rapimento e poi sul viaggio per tornare a casa mi ha fatto una tenerezza incredibile. Come fanno tutti ad appoggiarsi su di lei senza capire quanto lei stia soffrendo...
    Sul discorso Stella ti dirò che ho sperato, e ancora spero, in un innamoramento tra suo fratello e Louise.
    Polly poverina mi ha fatto un sacco di tristezza; la sua consapevolezza che la sua casa sempre sperata prima o poi finirà di essere arredata e lei si ritroverà senza uno scopo è veramente triste. Chissà se troverà un marito adatto e avrà finalmente quello che desidera.
    Louise non so... non sono ancora riuscita a inquadrarla.
    Per il resto sono curiosa di sapere con chi si vede Villy e cosa abbia veramente Sybil.
    Vado a leggere che è meglio!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooooooo! Hai visto quante pagine? Io sono anche curiosa di capire se Rupert sia veramente defunto oppure no? Avremo un ritorno stile soap opera? Adesso, ti dico la verità, ho paura di incontrare nuovi personaggi e di dover imparare i loro nomi!!!

      Elimina
  3. Ho letto questo volume più volentieri del precedente, mi sembra più dinamico ma forse solo perché già conosco i personaggi .
    Ho apprezzato l'evoluzione delle tre Cazalet junior.
    Louise credo che a casa vorrebbe essere apprezzata e che quindi ecceda nei comportamenti proprio per questo motivo. Fuori invece non può per timore e perché sa di conoscere il mondo meno degli altri. D'altronde con la mamma denigrante che ha o veniva fuori vittima al 100% o un po montata.
    Però ho amato tantissimo stella. Mi è piaciuta, fa vedere a Louise che ci sono altri modi di vedere le cose. II l'ho trovata senz'altro positiva.
    Clary e Polly non sono le mie favorite, ma sono anche messe alla prova in maniera insolita rispetto alla loro età. Proviamo coi ragazzi di adesso!
    Purtroppo il sesso ancora oggi che sembra tanto sdoganato è oggetto di pregiudizi. Figurarsi all'epoca.
    L'uomo in realtà era incoraggiato a fare così perché doveva pur sfogarsi secondo le concezioni di quegli anni.Per la donna di buona famiglia era considerato diverso.
    Certo, Zoe non è così*a proposito è incredibile e splendido il livello di maturazione raggiunto nonché il nuovo rapporto con Clary ). Ma nemmeno del tutto sybil. Nel primo volume ci è stata abbastanza volentieri quando ci hanno detto del periodo prima della gravidanza di William. E che appunto sesso per lei era sinonimo di gravidanza e dunque dell'impegno di un altro figlio. Quella terrorizzata dal sesso è Villy! È un miracolo che abbia fatto quattro figli!
    Aspetto la prossima tappa. Sto andando avanti perché ho molte sfide,impegni, progetti e gruppi di lettura da incastrare, altrimenti non riesco a stare al passo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera! MA dai, a te è piaciuta Stella! ma sai cosa? Io faccio fatica ad accettare i caratteri troppo autoritari: mi mettono ansia e anche un po' di nervosismo. Se però aiuterà Louise a formarsi...ben venga assolutamente. Non ci resta che attendere. Lo dice anche il titolo

      Elimina
    2. Nella realtà anche a me! Ma Stella non la percepisco così despota.

      Elimina
    3. Secondo me Stella sarà un grande aiuto per Louise, in fondo ha solo lei per poter essere veramente se stessa! Spero che prima o poi si confidi con lei anche sull'atteggiamento del padre.

      Elimina
  4. Eccomi ragazze! Anche io ho apprezzato molto il fatto che la Howard abbia lasciato molto spazio alle ragazze in questa prima parte del romanzo, mi è servito a rivalutare il personaggio di Clary, che era forse quello che mi convinceva meno al termine del primo libro. Il suo modo di reagire alla telefonata che riguarda Rupert mi ha davvero commossa, soprattutto dopo quello che ha dovuto passare con la morte della mamma quando era piccola. Per quanto riguarda Stella Rose non ho un'opinione particolare, se non che credo che a Louise serva un'amica con una storia famigliare molto diversa dalla sua: i Cazalet tendono a starsene per conto proprio, e questo non è del tutto positivo per delle ragazze che devono crescere e dovrebbero confrontarsi con il mondo. L'atmosfera di attesa e noia è resa benissimo, così come la cappa di incertezza per le sorti della guerra, che aleggia anche in campagna. Vedremo come si evolverà la situazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovo d'accordo su quanto dici sul bisogno dei ragazzi di confrontarsi con una realtà esterna alla famiglia.

      Elimina
    2. Ciao Nadia, si, hai ragione, i Cazalet sembrano un circolo chiuso. Però a me piace questa famiglia, nel senso che io sono figlia unica e non immagino nemmeno lontanamente cosa voglia dire avere tanti parenti così tanto affiatati tra loro, ovviamente tra alti e bassi, antipatie e simpatie.

      Elimina
  5. pronta! dunque, questo secondo capitolo mi sta piacendo veramente tanto..come hai detto tu, sembra non accada nulla, invece succede di ogni, dal bimbi di Zoe che muore, alla nascita della seconda figlia, dalla scomparsa di Rupert alla scoperta del tradimento di Edward da parte di Louise, dalla malattia di Sybil al presunto tradimento di Villie. Insomma un sacco di cose, raccontate con pacatezza e fluidità, senza picchi e colpi di scena, ma come se un'amica raccontasse giornate di vita vissuta..continuo a detestare Edward, ma a questo punto non mi piace affatto nemmeno Villie, anche per il comportamento che tiene con la figlia. Louise, invece si è riscattata molto, anche se ha un attegiamento poco corretto nei confronti delle cugine, così come Clary, che ho trovato abbastanza antipatica. Mi piace molto Polly, che trovo dolcissima!
    L'espediente di raccontare i vari eventi dalle ragazze, secondo me, è stato davvero vincente, e loro raccontano i fatti in maniera semplice e diretta, e si riescono ad intuire i sentimenti di ognuno di loro.
    Vado avanti a leggere, perchè sono veramente curiosa di scoprire cosa succederà. Alla prossima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, sono sempre più contenta! Questo Gruppo di lettura si sta dimostrando molto interessante!

      Elimina