Basso,

SalTo 2016 Parte Prima: Sabato - nuovi incontri e vecchie conoscenze

lunedì, maggio 16, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 23 Comments



In un paesello dimenticato da Dio lontano lontano, situato esattamente al centro del Piemonte ma egualmente distante da ogni città degna di nota, abita una diversamente giovane blogger, Baba the Desperate Bookswife.
Questa donzella esce dalla sua dimora lo stretto indispensabile, ma in occasione del Salone Internazionale del Libro, punta la sveglia alle sei del mattino - per poi svegliarsi alle cinque e messaggiare con la Comare Libridinosa che in quanto a stoltezza pre-incontro la eguaglia -  e si imbarca sulla corriera che la porterà alla stazione dove prenderà un treno che la scaricherà in un'altra  stazione, per poi finalmente arrivare a destinazione ( ecco, se avesse preso la sua macchinina avrebbe impiegato la metà del tempo, ma a lei piace complicarsi la vita per poi scrivere post sul suo blog).

Ore 8:25: Baba è davanti all'ingresso e attende con trepidazione l'arrivo della Ropolo e della Libridinosa, ma nel frattempo è stata accerchiata da uno stormo di piccioni e lei si è sentita come la piccola fiammiferaia.

Ore 9:30: Arriva Chiara (la Ropolo), che è una vera sorpresa perchè è una donna magnifica, si mettono in fila per superare il difficile scoglio del metal detector - strano che a Baba non abbiano fatto togliere anche le scarpe, solitamente all'aeroporto la prendono quasi sempre per una terrorista.

Ore 10:00: dopo aver atteso la Libridinosa e aver già lanciato qualche improperio al telefono con la Libridinosa stessa, si incontrano, si sputano in un occhio ma poi si abbracciano.



Ok adesso basta parlare di me in terza persona che la parte l'ho fatta e mi sento più sciocca del previsto.

La giornata parte in quinta, incontrando Monica Coppola. La nostra autrice era impegnata a presentare una raccolta di racconti edita dalla casa editrice Book Salad " Dai un morso a chi vuoi tu". 

Poi con mia grande gioia abbiamo conosciuto Barbara Fiorio, la donnina che ha scritto "Qualcosa di vero" e alcuni altri romanzi, come "Buona fortuna"e "Chanel non fa scarpette di cristallo".  Barbara è una personcina a modo e assolutamente alla mano, disponibile e pronta a chiacchierare con noi come se fossimo amiche di vecchia data.


 Le grosse risate sono giunte non appena è entrata nel gruppo Alice Basso (Scrivere è un mestiere pericoloso, Garzanti 2016). Codesta fanciulla ha la capacità di mettere di buon umore chiunque, la sua vitalità e la parlantina notevole la rendono positivamente contagiosa, così tra una battuta e una scherzo ci avviciniamo all'ora di pranzo.

Grazie al cielo la Libridinosa Family ha preparato la PIZZA. Si, nonostante i chilometri la Laura, non fidandosi delle mie abilità culinarie - in effetti la penultima volta che ho acceso il forno ha dato fuoco alle istruzioni che ho dimenticato all'interno, avevo paura di perderle, così ho fatto che abbrustolirle - Unica pecca...abbiamo mangiato con il lato B appoggiato sul basso gradino di un marciapiede.


Si, si, si, finalmente l'incontro immortalato per benino è avvenuto: parte delle LGS incontrano la , si, quella con il Blog a Pois, la ragazza che come me legge Topolino, che apprezza molto Malvaldi, che mi ha fatto conoscere Bartolomei e che nonostante le nostre letture, a parte quelle appena elencate, siano differenti, mi fa morir dal ridere con la rubrica "Casa Rampante"!

Lettrice Rampante


E adesso? Beh la presentazione di Marone (La tristezza ha il sonno leggero, Longanesi 2016), che la Libridinosa ha seguito per mezza Italia come solo le migliori stalker sanno fare, ma per me era la prima volta. E da chi era accompagnato? Ohhhh ma da lui: Fabio Genovesi - Chi manda le onde, Mondadori 2015-, ( cara Lea, se stai leggendo non odiarmi, ma credo che avessi ragione, dev'essere proprio un Grande!!) Ma proprio mentre eravamo in attesa che arrivassero questi due pezzi grossi e noi eravamo buttate per terra come predatori stanchi dopo la caccia, arriva Sonia Graziano, del blog Il salotto del Gatto Libraio e.... SORPRESAAAAAA!!! E così siamo state cazziate come scolarette disgraziate - in effetti abbiamo prodotto una discreta quantità di  rumore -, ma ne è valsa la pena. 

Ormai siamo stanche, abbiamo conosciuto l'autore che scrive divinamente ma che non vorrei mai come marito (ah ah ah non appena leggerete Terapia di coppia per amanti concorderete con me) Diego De Silva, abbracciato autori, saltellato per gli stand come se non ci fosse un domani, fotografato la Ropolo con scettro e corona, fatto fare la dedica a Burro da Mauro Corona, sgomitato al Libraccio, ecc ecc, ci avviamo ad uno stand e mentre sto per comprare i trasferelli per mia figlia, la Libridinosa urla: Babaaaaaaaaaa c'è Malvaldi!!ohhhh, andiamo!!!
Ecco, mi presento - e con grande soddisfazione l'autore mi fa notare che mi conosce, tanto da ricordarsi la mia assenza alla sua ultima presentazione a Chivasso, che io nemmeno sapevo di aver saltato. E son soddisfazioni. E poi..arriva lei, si, sempre la Libridinosa e me lo indispone, perchè lui si ricorda molto bene la sua "bellissima recensione negativa", ma Marco è sportivo, la prende bene e le stringe la mano, però cara Laura, scusa se te lo dico, la prossima volta che decidi di stroncare uno dei miei autori preferiti, almeno presentati dopo la foto, altrimenti poi il risultato è questo:



Beh, la mia prima giornata al salone è terminata: mi sono stancata terribilmente ma ho riso un sacco, ho conosciuto Flavia - la moglie gnocca dell'autore-, comprato libri, incontrato amici "vecchi" e nuovi, gironzolato, bruciato calorie, rassodato i glutei, mi sono procurata calli e vesciche, ma fa tutto parte del gioco, perchè per me il salone è magia, le favole mi piacciono e una volta all'anno ne faccio parte anche io, un po' da protagonista, un po' da spettatrice, ma l'importante è esserci. 
Mi sono mancate Daniela e Laura, che anche quest'anno non sono riuscite ad unirsi a noi, ma erano a Torino con il pensiero e con il cuore, io le ho sentite.

Domani vi racconterò la mia domenica al Salone con Menta, mentre mercoledì vi parlerò di Ivan Caldarese, del suo romanzo e alcuni progetti di una casa editrice partenopea. 

A presto





You Might Also Like

23 commenti:

  1. Più persone conoscono e apprezzano i libri di Fabio Genovesi e più io sono contenta!
    ;-)
    Magari però il prossimo anno chissà... potrei assaggiare anche io la pizza di casa libridinosa.
    Bacione te e aspetto la seconda parte del post.
    Notte
    Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leuccia bella, tesoro del mio cuore, ti assicuro che Babina, al momento, di Fabio apprezza doti che non riguardano affatto la scrittura!!

      Elimina
    2. Ma che scema!!!!! l'ho sentito parlare e mi sono incantata :-)

      Elimina
  2. Ciao Baba!
    Con il cuore c'eravamo anche noi, lì in mezzo alle DisperatamenteLibridinoseRampantiGattolibraie. Il prossimo anno Laura dovrà venire con un trolley solo per la pizza, perchè la voglio mangiare anch'io, lì con voi, anche con le chiappe spalmate su di un gradino spigoloso!
    Baci da Bacci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco Bacci, questo elemento mi piace. Il prossimo anno ci consumiamo le chiappe insieme ungendoci le mani di pizza, bellissimo!!!!!

      Elimina
  3. Sono morta dal ridere nel leggere questo resoconto! xD

    RispondiElimina
  4. A volte provo a immaginare la blogosfera senza quei due vulcani in piena attività che siete tu e Laura ... e niente, no, non ci riesco proprio!
    Grazie per la vostra simpatia e la vostra passione.
    Adesso aspetto di sapere cosa avete combinato tu e Menta (quanto mi manca la sua Soffitta!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa!!! uhhh in effetti siamo due donnine, anzi due api operose. Per la maggior parte del tempo ci facciamo i dispetti, però in fondo ci vogliamo bene ah ah ah
      EHhhh domenica è stata una giornata più tranquilla, meno saltellante (anche perchè se no lei mi picchia, ed alta!!) però è stata bella!!! Un bacio

      Elimina
  5. Buongiorno! Ho appena sputato latte su iPad per le troppe risate! Per la cronaca, sappi che abbiamo evitato per un pelo la figura di merda 2.0, visto che, a pochi metri da noi, subito dopo Malvaldi, c'era Mr Caccolibro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno a te Mammix!! noooo iPad non si sporca per la miseria, contieniti. MA che davvero??? Oh signur, mister caccolibro e noi non lo abbiamo visto?? Meno male va...

      Elimina
  6. Aahahahaha ma tu eri al Lingotto alle 8:25 del mattino?? Fantastica, sei la mia nuova eroina!:-D
    Sappi che sono invidiosissima per la foto con Malvaldi, io non ho mai il coraggio di farmi avanti accidenti! Comunque, che memoria deve avere questo uomo, prende nota di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm Nadia...sono arrivata alle 8.25, ma mi sentivo un po' scema. Poi no Malvaldi non ha una buona memoria è che probabilmente ha pensato: " ohhh meno male, non è venuta quella rompiballe che ogni anno mi consegna gadget sulle iniziative pazze di suo marito e pretende foto ogni volta" ah ah ah ecco credo che sia andata proprio così!!
      Un bacione :-)

      Elimina
  7. Risposte
    1. Il prossimo anno vengo a prenderti a casa con il sidecar

      Elimina
  8. Sarei tanto voluta venire di sabato, purtroppo ho fatto solo venerdì. Comunque il tuo racconto mi ha fatto troppo ridere! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O mannaggia, allora non ci siamo incrociate per un solo giorno, che sfortuna :-(
      Ma tu di dove sei??
      Eh grazie, la butto sul ridere che è meglio ah ah ah bacio

      Elimina
  9. è stata una giornata magica, bellissima e divertente e voi siete una forza della natura! Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Chiara, sei stata in grado di inserirti perfettamente all'interno del nostro rapporto e ti assicuro che Laura non è così alla mano come si potrebbe pensare. Hai una marcia in più e una carica di allegria formidabile. Il piacere è stato tutto nostro :-)

      Elimina
  10. Credo che non ci sia una sola di noi che vi segue, che non avrebbe voluto accompagnarvi.
    La vostra simpatia ed energia schizza fuori da questo schermo ed arriva fino in Spagna!
    un abbraccio grande

    RispondiElimina