Garzanti,

Recensione - L'uomo che inseguiva i desideri di Phaedra Patrick

sabato, ottobre 01, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 11 Comments

Siete pronti? Oggi vi parlerò della storia di un quasi anziano signore, rimasto vedovo a sessantotto anni. Un uomo che di iniziative ne ha sempre prese poche, abituato a farsi cullare dalla dolce metà. Arthur Pepper invece intraprenderà un viaggio, che ricorderà per il resto della sua vita.






Titolo: L'uomo che inseguiva i desideri
Autore: Phaedra Patrick
Casa Editrice: Garzanti
Pagine: 288
Prezzo: 16,90€
Pubblicazione: Settembre 2016
Genere: Narrativa contemporanea




Notizie sull'autrice:
Phaedra Patrick ha lavorato come artista del vetro, come organizzatrice di festival cinematografici e come responsabile della comunicazione. Vive a Saddleworth, nel Nord dell'Inghilterra, con il marito e il figlio.

E se un giorno scopriste che la persona con la quale avete condiviso felicemente gli ultimi quarant'anni della vostra vita vi avesse tenuto nascosto il suo passato? Cosa fareste? No, troppo facile, inutile che mi rispondiate "chiedo alla persona in questione di darmi una spiegazione", perchè la compagna della vostra vita è morta. Un anno fa.
Ancora peggio, vero? Il vostro stomaco si contrae con una certa energia perchè vi assale la consapevolezza che le risposte voi non le avrete. No, non vi arrabbiate, non servirà a niente. Nemmeno piangere o chiudersi tra le vostre quattro pareti. Adesso mi scriverete che innaffiare Frederica, che è una felce per la miseria, vi stimola e vi rende vivi. Allora fatevelo dire, avete
proprio toccato il fondo. Come prego? Cattiva, io? No, no amici, siete fuori strada, io sono realista. Pensate ai momenti belli che avete vissuto e a quelli che ancora devono arrivare. Per quanto riguarda l'innocente omissione di vostra moglie...beh potete partire dal braccialetto, quello con i ciondoli d'oro. Magari potete darvi una svegliata e iniziare ad infrangere le abitudini, che sono proprio quelle a tenervi incollati al pavimento, ma anche quelle che non vi permettono di sorridere più.

Arthur Pepper ha sessantanove anni e lo scorso anno sua moglie Miriam è trapassata a causa di una terribile e inaspettata polmonite. Mentre cerca di superare la perdita e provare a gestire quello che rimane della sua vita, trova una scatolina a forma di cuore, che al suo interno cela un braccialetto d'oro, al quale sono appesi diversi ciondoli. Lui non aveva mai visto quel gioiello al polso della consorte e comincia a chiedersi perchè lo nascondesse all'interno di uno stivale.  

Inizia così il suo viaggio, ma non uno "on the road", classico e già visto, lui inizia ad investigare, a fare telefonate, cercare su Bookface (no, non è la dislessia tranquilli) e pian piano a scoprire la vita della sua tranquilla moglie prima del matrimonio. Oltre ad essere distrutto a causa della perdita, il povero Arthur è anche parecchio confuso, ora pensa di non conoscere affatto la persona che ha tanto amato.
Questa è una storia dolce, tenera e stracolma di speranza. Il protagonista è un quasi anziano signore che non sembrerebbe pronto a niente, invece con la giusta tranquillità, riesce a scoprire di che pasta è fatto. Un uomo che ha trascorso la vita travolto dalle confortevoli abitudini, esce dagli schemi e si mette in gioco, anche a costo di farsi prendere per matto.
A parte il figlio maggiore Dan (con quale non riesco ad empatizzare), i personaggi sono carismatici e portano sulle spalle un bagaglio di esperienze notevoli, da condividere solo con chi è disposto ad accoglierli senza giudicare: la vedova della porta accanto che si prende cura delle cause perse, il vicino chiacchierone, Lucy, la sensibile e affettuosa figliola che per non dar dispiacere al padre ormai solo, affronta le brutture della vita in silenzio e nessuna spalla sulla quale appoggiarsi.
Un libro che ha intenerito il mio animo scorbutico, perchè quando l'amore è così forte e potente, che arriva al punto di cambiare un uomo ormai stanco solo per ottenere delle risposte, quando sarebbe più semplice arrendersi e prendere le cose per quelle che sono: "mia moglie è morta, è inutile scervellarsi, tanto è ormai tardi per capire"... beh, quando il sentimento è così tremendamente vero, e il libro così bello, non si può fare altro che amarlo e riporlo in un posto speciale, al sicuro da chi magari non potrebbe comprendere.
Un libro consigliatissimo, al cento per cento, dalla copertina ai ringraziamenti.

VOTO:
Punti forti:
  • Sicuramente la trama ricca: una storia tenera, che contiene anche un po' di mistero e la giusta dose di avventura.
  • I personaggi hanno un ruolo fondamentale, a partire dalla defunta Miriam, che nonostante non ci accompagni fisicamente durante il viaggio, è al nostro fianco e sembra quasi di percepire il suo respiro profumato.
  •  Lo stile dell'autrice è dolce, per tutta la lettura io avevo solo il desiderio incontenibile di prendere un volo, attraversare di corsa il giardino e abbracciare i membri della famiglia Pepper.   
Adesso vi propongo anche il Booktrailer:






You Might Also Like

11 commenti:

  1. Un romanzo di quelli che toccano il cuore! Sono contenta che tu lo abbia apprezzato :) Ora voglio anche io un bracciale con ciondoli che parlino di me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna! uh vero? Ho pianto tanto :-) Ecco, anche io! Lo voglio, anche se non d'oro, mi accontento, un bacione.

      Elimina
  2. Forse già sai, per me rapido ma indolore.
    Peccato. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, mi ricordo. Peccato. Io mi sono emozionata, come mi accade di rado. E' proprio vero che i libri sono soggettivi! A presto, un abbraccio

      Elimina
  3. Originale ed interessante, bella recensione!
    xoxo

    RispondiElimina
  4. Nonostante tutto, questo Arthur non m'ispira nemmeno un po', sarà il periodo. Aspetto le tue impressioni su Alice. Ciao Baba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cecilia, oh :-( peccato. L'ho quasi finito! Lunedì o martedì la recensione!! bacione a te

      Elimina
  5. ok ok ho capito, lo leggo! E' piaciuto a tutti e mi fido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara? Cosa stavi aspettando??? La benedizione divina? MAnnaggia queste blogger moderne, quanta fatica che bisogna fare. Ah ah ah ah. Ti mando un bacio super

      Elimina
  6. E' piaciuto molto anche a me questo libro

    RispondiElimina