Blogtour,

6° Tappa del Blog Tour Missione a Manhattan- tour di New York: i luoghi citati

sabato, dicembre 17, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 10 Comments












Trama:
La 25enne Penelope Pinto ha ormai trovato la sua strada nel mondo editoriale. Dopo aver pubblicato il suo primo romanzo con la prestigiosa Martin & Cooper di Londra, è stata assunta nella casa editrice come addetta al marketing: le sorti dei più noti autori di bestseller - dopo l'impietoso editing dello spocchioso collega Edmund Zum Thor - passano per le sue mani. Tra party letterari e serate modaiole con l'amica inglese Olivia Parker-Kensington, e il rapporto con Robin, aitante space-clearer con la mania per l'ordine, la vita di Penny scorre tranquilla, con l'obiettivo di un suo nuovo romanzo e di un probabile avanzamento di carriera. Finché la sparizione di importanti documenti dal computer di Edy Thor non mette in discussione il futuro della casa editrice e, con esso, la promozione di Penelope! Non resta che mettersi sulle tracce del misterioso hacker, attraversando l'Atlantico fino a Manhattan per incontrare uno scrittore del Bronx, un politico rampante, una stagista arrivista, in una corsa contro il tempo: riuscirà Penelope a smascherare i colpevoli, a salvare la casa editrice e ad arrivare in tempo al matrimonio della sorella Carmela a Sorrento?

Vi ricordo che questa è la seconda avventura vissuta da Penelope, la prima è narrata nel libro 
"Cocktail di cuori", ovviamente sempre scritto da Chiara Santoianni. La recensione potete leggerla Qui.
Ordunque carissimi lettori, ridendo e scherzando siamo giunti alla mia tappa. Dopo aver letto diverse recensioni e interviste all'autrice, adesso bighellonerete con me in giro per la Grande Mela. Essendo una potenziale viaggiatrice (scappo tutte le volte che riesco, ma essendo un hobby un tantino dispendioso ed avendo una famiglia, non sempre riesco a mettere in pratica i miei desideri) ho accolto con entusiasmo la proposta di scrivere un Tour di New York. Tra l'altro è una di quelle città che visiterò, costi quel che costi, non importa.
Iniziamo con lo scrivere che Penny ha un modo tutto suo di visitare la città, non lo fa mica con un sano criterio! Però bisogna spezzare una lancia in suo favore: lei è a New York in missione speciale, per il mondo intero è a casa in infortunio, in più deve scoprire delle cose importantissime, insomma non può girare con una Lonely Planet in mano, questo è certo. Però insieme a Robin qualcosina riescono a combinare.

LA DIMORA DA SOGNO:
Innanzi tutto grazie all'ingegno del suo ragazzo alloggeranno in un hotel di lusso Il Waldorf-Astoria Hotel.È stato ospitato in due edifici storici caratteristici: il primo, ideato dall'architetto Henry J. Hardenbergh, si trovava nella Fifth Avenue. La nostra simpatica protagonista aveva affittato una stanza in un posto molto più alla mano, così il suo premuroso fidanzato ha deciso di barattare qualcosa...in cambio dell'alloggio. Grande Robin, mi piaci!



COSA VISITARE:

Il Greenwich Village è un quartiere prevalentemente residenziale situato nella zona occidentale del centro del distretto di Manhattan e loro non possono non andare a ficcare il naso, a New York non ci si va mica tutti i giorni. e poi una passeggiata tra viali alberati e casette un po' più basse è sempre piacevole. Rilassa la vista!
Lower Manhattan è un quartiere centrale di New York, che tradotto in italiano significa Bassa Manhattan, riferendosi alla punta meridionale dell'omonima isola. È famoso per essere il centro finanziario maggiore della città. E' una zona molto romantica, sopratutto se vista da lontano. Si ammirano i grattacieli e di notte è da film, ma cosa ve lo scrivo a fare!
Battery Park è un parco pubblico di circa 8,5 ettari situato all'estremità meridionale dell'isola di Manhattan a New York. Lo potete vedere anche nella foto qui sopra, quella macchiolina verde, che finisce direttamente in mare. Ma vicino a quei palazzi così alti sparisce letteralmente.
La Statua della Libertà, inaugurata nel 1886, è un monumento simbolo di New York e degli interi Stati Uniti d'America, uno dei monumenti più importanti e conosciuti al mondo. E' situata su di un'isola, ed è visitabile anche all'interno.

La Bowery Street, più comunemente detta “the Bowery”, è una celebre via della “circoscrizione” di Manhattan, a New York. Approssimativamente delimita i quartieri di Chinatown e Little Italy su un lato, mentre dall'altro il Lower East Side.





Il Bronx è una delle cinque suddivisioni amministrative in cui è divisa la città di New York. Situato a nord di Manhattan, il suo territorio corrisponde a quello dell'omonima contea. Ha una popolazione di quasi un milione e mezzo di abitanti. Proprio in questa zona senza sfarzi abita lo scrittore che Penelope sta cercando. Possiede  una casa modesta e lontano dalla zona turistica, ma senza dubbio ha un suo fascino.

New York City Hall (Municipio) è posto al centro del City Hall Park, nella zona di Lower Manhattan tra Broadway, Park Row e Chambers Street. Il palazzo è il più vecchio municipio degli Stati Uniti che ancora è adibito alla sua funzione originaria.Chissà cosa farà la nostra ragazza (che come sappiamo è sempre in grado di stupirci) in questo edificio. Una semplice visita oppure si candiderà alle prossime elezioni?
Lo zoo di Central Park è uno zoo situato a Central Park, nella città di New York, nello Stato di New York, USA. Realizzato nel 1934, copre un'area di circa 6 ettari e mezzo.
Times Square è uno dei maggiori incroci del distretto newyorkese di Manhattan, all'intersezione tra Broadway e la Seventh Avenue Seventh Avenue. E' colorato, caotico, rumoroso, pieno di smog . Le luci sono abbaglianti e non si può non rimanere a bocca aperta, sentendosi piccoli piccoli.



Il ponte di Brooklyn, completato nel 1883 su progetto dell'ingegnere tedesco John Augustus Roebling, è il primo ponte costruito in acciaio e ha rappresentato per lungo tempo il ponte sospeso più grande al mondo. Questo è un altro simbolo della città, unisce le due parti e lo fa con stile. 


DOVE TOGLIERSI LA FAME:
Buddakan: è un ristorante dall'ambientazione particolare. I tavoli sono molto lunghi, arredamento curato, luci soffuse e candele come se non ci fosse un domani. La frequentazione elegante gli dona uno stile alla moda, in più è stata girata una scena del famoso "Sex and the city". Pensavate davvero che non si facesse un salto anche qui?



Chinatown è un quartiere della città statunitense di New York City, enclave etnico abitato da immigrati cinesi. Little Italy è un famoso Quartiere con popolazione di origine italiana di New York negli Stati Uniti, situato nella Lower Manhattan, la parte meridionale del distretto di Manhattan. I quartieri si assomigliano un po', entrambi caratteristici e colorati. Il cibo poi, sopratutto quello di strada è da provare. Penelope e Robin fanno grosse scorpacciate, sopratutto di prelibatezze italiane.

Allora che ne dite? Approvate questo giro per la città? Sono anni che vorrei comprare un volo senza pensarci troppo e atterrare nella città che ha ospitato tanti film che ho amato alla follia e ha ispirato autori che stimo. La lettura di questo romanzo ha ravvivato la fiammella e adesso ho iniziato a rompere le scatole a mio marito, facendogli gli occhi dolci. Ammetto che la maggior parte dei posti che vorrei visitare sono stati toccati con mano da Penelope. Va bene, quando si parte? Fate il tifo per me, magari nel 2017 realizzerò il mio sogno.

Adesso vi ricordo le regole per partecipare al Giveaway (in palio una copia cartacea del romanzo) e non dimenticate il modulo che troverete in fondo a questo post:

 - seguire i blog che partecipano al BT
- condividere l’evento sui social network o sul proprio sito
- mettere “Mi piace” alla pagina del libro sul profilo Facebook della Casa Editrice Cento Autori
- diventare follower dell’autrice su Goodreads
- mettere “Like” alle citazioni del libro su Goodreads
- lasciare l'e-mail per essere contattati in caso di vittoria.

Ed ecco il modulo da compilare:

Grazie a tutti voi, alla Casa Editrice Cento Autori e a Chiara Santoianni. Il giorno 20 dicembre non perdete l'ultima tappa, perchè sul blog Fantasticando sui libri si parlerà dei personaggi e ovviamente non mancherà la recensione. A presto!

You Might Also Like

10 commenti:

  1. Sono subito andata a vedere alla voce "dove mangiare": sono senza speranza.
    Comunque il libro l'ho trovato molto carino e l'ho decisamente preferito al primo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beth, hai visto che posticino :) Anche a me è piaciuto di più, anche se il primo lo avevo comunque gradito. Un abbraccio a te :-*

      Elimina
  2. bello il giro per la città sarebbe bello correre a comprare il biglietto..potrei accontentarmi però del libro ih ih
    grazie dell'opportunità
    dilorenzomarianna07@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marianna! Eh compriamo un biglietto subito. Uh allora speriamo e sono contenta che tutto questo ti piaccia, a presto!

      Elimina
  3. Che bella New York..il mio desiderio che come tale resterà...non mi resta che leggere il libro..li si che posso sognare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Isabella! Non smettere mai di sognare, chissà :-) Comunque il libro, per il momento mi sembra un ottimo compromesso. A presto

      Elimina
  4. mamma mia sono dei luoghi bellissimi, io poi sogno sin da bambino di andare a new york!
    Luigi Dinardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luigi, anche tu sei una potenziale vittima di New York... mi sa che dovremo affittare un intero aereo. Ma si, vedremo :-) buona giornata

      Elimina
  5. New York e' magica! Questi posti sono bellissimi, tutti da sognare perché vederli dal vivo è molto improbabile!
    lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura :-) io ci spero, in fondo sognare non è peccato!

      Elimina