#Nadia,

Keep Calm and Read Nadia #5 - Gli autori scandinavi

martedì, luglio 25, 2017 Baba_Books Desperate Bookswife 12 Comments

Buongiorno bella gente, oggi è nuovamente martedì, quindi lascio la parola a Nadia, che ci intratterrà parlandoci dei suoi autori nordici preferiti, voi ne leggete? 


Tre autori al prezzo di uno, ovvero: il thriller scandinavo che piace a me!
Ciao a tutti amici lettori!
Oggi, visto che è tempo di saldi, anche il mio post si adegua e vi presenta tre autori di gialli/thriller che a me piacciono molto. Chissà se li conoscete già o se qualcuno di questi vi farà l’occhiolino e vi incuriosirà!
Andiamo per cominciare in Svezia, terra di origine di quella che è forse l’autrice di thriller scandinava più
conosciuta qui in Italia: mi riferisco a Camilla Lackberg, autrice della serie di Erica Falck e Patrick Hedström. La Lackberg è un’autrice abbastanza prolifica e qualche settimana fa è uscito il suo ultimo romanzo, dal titolo La strega. I thriller della Lackberg hanno la caratteristica di essere dei veri e propri “page turner”: lei è una maestra nel tenere alta la tensione, è in grado di passare dalle vicende di un personaggio a quelle di un altro lasciando sempre il lettore con il fiato sospeso. Le pagine di quest’autrice sono talmente piene di cliffhanger che a volte mi ritrovo a inveire contro di lei, cosicché il mio compagno ha la certezza che qualche rotella mi manca davvero! Molti rimproverano alla Lackberg di farcire troppo le sue storie con la vita privata dei suoi protagonisti: a me invece piacciono i momenti prosaici in cui Patrick cambia i pannolini ai figli o Erika è depressa perché non riesce a calare di peso: fanno parte della vita quotidiana e aiutano a stemperare la tensione del giallo vero e proprio. Tra l’altro, vedendola nella foto potreste pensare che sia una specie di vamp: io ci ho scambiato qualche parola due o tre anni fa al Salone di Torino, e l’impressione che ne ho avuto è stata di una ragazza dolcissima e semplice!
Se volete seguirmi prendiamo il volo, passiamo il confine e facciamo un salto a Oslo, dove troviamo il
grandissimo (sempre secondo me, ovviamente) Jo Nesbø. Io mi sono avvicinata a questo autore leggendo i libri in cui è protagonista il tostissimo detective Harry Hole, ma se non avete voglia di imbarcarvi in una serie ci sono anche gli adrenalinici e autoconclusivi Il confessore e Il cacciatore di teste, consigliati a chi ama le emozioni forti e non disdegna di sconfinare nell’hard-boiled. Una delle caratteristiche che più apprezzo in Nesbø è la sua capacità di portarti a credere quello che vuole, per poi smontare tutte le tue convinzioni e dimostrarti che non avevi capito niente. Sì, avete ragione, da Nesbø mi piace farmi prendere per il naso, lo ammetto!

Il terzo scrittore del mio personale “consiglio tre, pagate zero” è il danese Jussi Adler-Olsen, autore dei romanzi con protagonista Carl Mork e la sua Squadra Q. Carl e compagni si dedicano alla risoluzione di “casi freddi” dai risvolti spesso inquietanti nell’apparentemente civilissima Danimarca. Adler-Olsen è un maestro nell’analisi sociale del suo Paese, ma la mette in atto senza annoiare, anzi: tutti vorremmo lavorare con gente come Assad e Rose! Se vi va di conoscere Carl Mork il primo romanzo della serie si intitola La donna in gabbia: se volete un thriller crudo quanto Uomini che odiano le donne siete sulla strada giusta, senza contare che Adler-Olsen è anche capace di battute ironiche, il che non guasta mai!

Spero di avervi dato delle belle idee per rinfrescarvi in spiaggia con qualche brivido… fatemi sapere se conoscevate già questi autori o se darete loro una possibilità!

You Might Also Like

12 commenti:

  1. Ciao Nadia! Io adoro la Lackberg, mentre degli altri due...non ho letto nulla,anche se Nesbo mi ispira abbastanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Baba! Sono sicura che Nesbo ti piacerebbe, così come il suo personaggio Harry Hole!

      Elimina
  2. Ciao Nadia! Anch'io apprezzo molto i nordici, sanno tenere il lettore con il fiato sospeso e sono abilissimi nel portarti a credere di aver capito tutto per poi farti vedere che non hai capito proprio niente. Insomma, come ci pigliano in giro loro, pochi altri riescono.
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah è proprio così Stefy! E ti dirò, sarò matta, ma farmi prendere in giro da loro è già la metà del divertimento! :-) un bacio a te!

      Elimina
  3. Ciao! Ho letto il primo della Lackberg ma non mi ha conquistato e mi sono fermata. Gli altri non li ho mai letti ma magari seguirò il tuo consiglio.
    Il mio giallista nordico preferito è Hanning Mankell con il suo Commissario Wallander. Lo hai mai letto?

    RispondiElimina
  4. Ciao Dany! Sì, di Mankell ho letto diverso tempo fa Assassino senza volto, La falsa pista e Delitto di mezza estate: come vedi, scioccamente non sono mai andata in ordine. Mi ripropongo sempre di ripartire dall'inizio, perché comunque questi tre romanzi mi hanno coinvolta parecchio, ma non sono ancora riuscita a farlo. Tra l'altro è un vero peccato per la letteratura che sia mancato così presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha anche io li ho letti a caso! Dai che magari ci mettiamo d'accordo e ricominciamo insieme! ;)

      Elimina
  5. Ciao, sono una nuova followwer! Complimenti per il blog, questo è il mio www di oggi sul mio blog, se ti va ti aspetto come lettriec fissa!
    http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2017/07/www-wednesday.html

    RispondiElimina
  6. Ciao Nadia, con questo caldo l'idea di andare al Nord è stuzzicante 😊
    Per me Mankell forever e non solo x il suo commissario Wallander. Un ritratto storico/sociale della Svezia che fa testo.
    Come pure i genitori del giallorosso svedese sjowall wahloo.
    Della Sig.ra Camilla lessi solo il 1° con Par ed Erika, ma poi mi sono persa x strada. Nulla letto degli altri 2 osannati autori nordici.
    Ultimamente ho sentito molto parlare di dahl... chissà?
    Il problema è sempre il tempo tiranno e i molti libri e/o autori che si vorrebbero leggere 😉

    Visto che abbiam parlato del Nord magari rinfresca pure, hai visto mai!!

    Ciao, Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Marina, il tempo è davvero tiranno e libri meritevoli ce ne sono un'infinità! Dahl e la coppia svedese ancora mi mancano, ma fanno parte di quegli scrittori che mi riprometto di avvicinare nel breve termine! Spero davvero che qui rinfreschi, io riparto per il caldo, spero di non sciogliermi prima di Ferragosto! Un abbraccio, a presto!

      Elimina