AAA...Autori Emergenti,

AAA...Autori Emergenti: Recensione "Lie4me - professione bugiarda" di Mariachiara Cabrini

lunedì, settembre 28, 2015 Baba_Books Desperate Bookswife 3 Comments



Buongiorno mondo e buon lunedì. Come state? Io sono tornata ieri sera da una gita in Liguria, io e la mia famiglia siamo andati a trovare Ste, proprio il marinaio della rubrica "Le Pillole di Ste". E' stata una piacevole giornata che mi ha permesso di iniziare bene la settimana, quindi ti ringrazio amico. Bene, vi lascio alla mia recensione, oggi vi parlerò di un libro leggero e piacevole di una giovane autrice italiana, Mariachiara Cabrini.


Titolo: Lie 4 me - professione bugiarda
Autore: MariaChiara Cabrini
Casa Editrice: Harlequin Mondadori 
Prezzo: 3,49€
Formato: digitale
Pubblicazione: 31 agosto 2015



Notizie sull'autrice:

Mariachiara Cabrini si definisce una lettrice compulsiva, ormai da sette anni gestisce, con il nickname WEIRDE , un blog dedicato alle sue letture "L'arte dello scrivere...forse" , e si è anche cimentata nella scrittura, pubblicando i romanzi: "Imprinting love" (Zerocentoundici Editore, 2010) , "La fiamma del destino" (Lulu.com Editore , 2011) , "Le rocambolesche avventure di una lettrice compulsiva" (Ilmiolibro.it , 2012) , "I colori della nebbia" scritto a quattro mani con Francesca Cani (Harlequin Mondadori, 2013).


VOTO:

COMMENTO

Sarò molto onesta da subito con tutti voi: scrivere questa recensione è stato complicato e lo stesso vale per la scelta del voto assegnato. Volete saperne di più??? Curiosoni. 

Partiamo dal principio, Mariachiara scrive un genere di romanzo un po' particolare, è una sorta di Chick Lit tutto italiano, con all'interno una vena mystery. La protagonista si chiama Alice, ha da poco superato i trenta e, per professione...racconta balle. Si, avete capito bene, la sua agenzia, che si chiama L.F.M. Lie for me (menti per me) si occupa di aiutare i clienti, attraverso qualche bugia, ad ottenere ciò che desiderano. Vi faccio un esempio: il marito fedifrago vuole convincere la moglie della sua innocenza? Chiama la LFM. Il nipote scapestrato vuole ammaliare la vecchia zia morente per accaparrarsi l'eredità? Chiama la LFM, e così via.
Peccato che la vita della nostra stramba protagonista si tinga di giallo, la vettura che il suo fidanzato Edoardo le ha prestato, salta in aria poco prima che lei ci infili dentro un piede. sarà un caso oppure qualcuno l'ha proprio presa di mira? Che le sue menzogne abbiano ferito a tal punto da meritare di morire? Lei e il Commissario Thomas, tra un bisticcio, un insulto e una fuga, cercheranno di capirci un po' di più.

Lo devo ammettere, ero partita un po' titubante, non sono una grande ammiratrice dei romanzi rosa, chick lit e compagnia bella, ho addirittura abbandonato la mia cara Kinsella tempo addietro ma...l'autrice mi ha contatta e mi ha convinta con una frase: prometto di farti morir dal ridere. Ok, ha azzeccato il momento giusto, perchè quel giorno avevo proprio bisogno di una notizia del genere, allora ho accettato.
Aveva ragione: ho riso, e di gusto anche. Alice è antipatica, presuntuosa e crede che il mondo potrebbe crollare senza di lei, il suo fidanzato è una versione figa e fashion dello spaventapasseri che ho vicino a casa e lei lo comanda come fosse un bimbo di cinque anni, Giulia, la sua segretaria riesce ad essere ancora più antipatica, ma i loro battibecchi sono credibili e divertenti e infine i suoi clienti sono il top, con la cornuta moglie dell'omino che non riesce a tenere il serpente all'interno delle mutande mi aveva già conquistata. L'ho letto in meno di ventiquattrore, ne avevo bisogno, era il romanzo giusto al momento giusto - quando dico...che culo!- 

Le indagini sono simpatiche e la collaborazione "bugiarda - poliziotto" è particolarmente azzeccata, i due personaggi padroneggiano e entusiasmano il lettore, che non si rende conto delle pagine che volano sotto ai suoi occhi.

Ma...c'è un ma. Il finale.

Ok il finale purtroppo non mi ha convinta, probabilmente l'autrice ha voluto calcare troppo la mano, non lo so, ma è stato troppo lungo, quando già si sapeva il "colpevole", ma sopratutto il come sarebbe andata a finire. Mi ha lasciata un po' di stucco, non mi aspettavo questa svolta improvvisa e non mi è piaciuta. Per un paio d'ore mi son detta: caspita...questo romanzo bellissimo macchiato dal finale. 


Cosa ho maggiormente apprezzato:
  • La freschezza della trama, l'autrice mi ha regalato ventiquattrore di spensieratezza.
  • I personaggi: sono terribili, dal primo all'ultimo, ognuno dotato di una dose di antipatia, ma proprio questo li ha resi adorabili ai miei occhi.

Cosa mi è piaciuto meno:
  • Purtroppo, come ho ampiamente motivato, il finale non ha fatto al caso mio. Anche se non ha influito sul complesso della storia.






You Might Also Like

3 commenti:

  1. mi hai incuriosita tantissimo!! mi sa che lo leggerò (anche se con il terrore della delusione sul finale....) perchè se c'è una vena di mistero io non so tirarmi indietro ;-)
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo che avrei potuto stuzzicarti :-) No non temere, comunque non rovinerà quello che hai letto prima!!!

      Elimina
  2. credo lo prenderò. di chick lit all'italiana ho letto solo quelli della centoautori ma mi hanno divertita così tanto che sto cercando altri titoli. grazie della segnalazione!

    RispondiElimina