Oggi sono io

L'aumento del calore è direttamente proporzionale al calo del desiderio?

giovedì, luglio 16, 2015 Baba_Books Desperate Bookswife 27 Comments




Siete tremendi, avete già pensato male? Perchè il sesso deve sempre essere il primo argomento nella lista delle possibilità?? Scostumati, mi stavo riferendo al calo di desiderio si...ma per quanto riguarda le letture.
 Perchè sto scrivendo questo post? Ve lo spiego: da un mese a questa parte in Piemonte ci sono sempre all'incirca 34 gradi all'ombra con un tasso di umidità del 150% - no dai, non proprio, ma non andiamo molto lontano-. Non è che io mi voglia lamentare a tutti i costi, ma fare la doccia 4 volte al giorno, cambiarsi altrettante, affrontare un discorso serio è impossibile perchè il solo impegno psicologico crea un rivolo di sudore che infidamente scorre lungo la colonna vertebrale. Voi direte:" E....chissene..." Grazie, bravi, no ma siete di sostegno morale, per la serie "Ognuno per se e Dio per tutti".
Il problema però non è solo il caldo afoso legato ad una pressione che un morto mi fa: we ripigliateeee, il problema è che se prendo materialmente un libro in mano...lo bagno, perchè le mie dita sudano e quindi si rovinano le pagine, allora cosa fa Salvia? Accende il Kobo, ma immancabilmente l'effetto serra che si è creato nel suo salotto la accompagna in un sonno quasi chimico, il tepore la stordisce, se avete problemi di insonnia non preoccupatevi, andate a casa sua, in cambio di un cestello di ghiaccio vi cede il posto sulla sua Poang. -che figo è scrivere il terza persona?-


Questa premessa per chiedervi: ma secondo voi, il calo delle mie letture è legato all'aumento dell'afa? Se mi trasferissi domani in Congo...chiuderei il blog e i libri li userei per farci gli aeroplanini? Capita anche a voi? Non mi vergogno di comunicarvi che per ora (mese di luglio)  ho letto solo tre libri, facendo una fatica enorme, combattendo contro un sonno innaturale, la sensazione di appiccicaticcio che mi perseguita ogni qual volta io appoggi il sedere da qualche parte, contro la mia testa che pensa solo a : Norvegia, Alaska, Lapponia, Pinguini, Ghiaccio, Stalattiti.

Non vi allarmate, non sto girando in tondo per poi comunicarvi brutalmente che non ho più intenzione di scrivere recensioni sul blog, cerco solo un modo ironico per scusarmi, ho letto poco e recensito poco, anche le rubriche stanno latitando ma io combatto quotidianamente una guerra Calda contro il termometro, CAPITEMI PLEASE!!!!

Il condizionare non lo amo, il ventilatore mi provoca la secchezza delle fauci, troppi ghiaccioli mi scombussolano lo stomaco, insomma sono anziana, abbiate pietà. Ma a questo punto la mia curiosità scimmiesca si è scatenata: c'è un periodo dell'anno in cui anche voi faticate a leggere? Che ne so, siete imparentati con i lupi mannari e durante la luna piena divorate letteralmente i libri, i rigidi inverni vi congelano le attività celebrali oppure le zanzare risucchiano anche le vostre energie?  Fatemi sapere, aiutatemi a sentirmi meno sola...





Nel frattempo metto la testa a mollo sperando che la mia cervicale non ne risenta troppo.







Salvia

You Might Also Like

27 commenti:

  1. Ciao tesoro! Io se non avessi il climatizzatore credo che sarei una larva sul divano per tutto il tempo -_-
    Anche io ho notato un calo delle letture e la voglia di non stare al pc( il mio emana calore puro)... al momento alterno momento dove divoro pagine e altri dove non apro libro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lu! uffa, non è una battuta, ma quando scendo dalla macchina climatizzata ho già il mal di testa...quindi in casa per ora non l'ho messo :-( e anche il mio pc assomiglia più ad una stufa che ad un computer, mi piace il caldo, ma questo mi taglia le gambe. spero passi presto.... Bacio :-)

      Elimina
  2. Caaaaaldo...fa caaaaaaldo...Vabbè, tu lo sai bene che io odio il caldo più di qualunque altra cosa al mondo. E dopo 4 anni vissuti ai piedi delle Alpi, mi rendo conto di quanto la pianura padana incida negativamente sulle mie letture. Quindi anch'io sto andando molto a rilento. Anche perché sotto la doccia i libri si bagnano e il mio kobo non è impermeabile.
    E tira via la testa da lì, che poi quest'inverno che viene ti lamenti dei dolori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah lo hanno fatto il kobo impermeabile ma tu non l'hai voluto. Brutta storia. vedi dovrei leggere e invece sto commentando . nulla togliere a te, per intenderci, ma anche oggi....nada -

      Elimina
  3. Cara la mia vecchina...dolcezza mia sai che la mia condizione ideale è il caldo tosto, quello che col cacchio che quando esci la sera porti il golfino ( in Valtellina non esiste quel tipo di caldo li), ma l'afa, quella che in questi giorni ci attanaglia ha sbattuto a tappeto anche me...ti consiglio l'acqua termale spray! Da una sensazione di freschezza molto piacevole, la tieni in borsa con il kobo e....puff puff rinfrescatina :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cuore!!! dai l'acqua termale, interessante, non la conoscevo, credo che rimedierò subito!!! voglio davvero andare al frescooooooooo ti abbraccio forte forte

      Elimina
  4. Bimbe non odiatemi, ma io vivo in Maremma tra la pineta e il MARE, im uno dei golfi più ventilato del mondo, tanto piacevoli in estate quanto deprecabili in inverno. C'è davvero da camminare con i sassi nelle tasche qui quando c'è vento da mare, cioè più o meno tutti i giorni! Comunque in questi giorni di caldo africano io non soffro tanto, a lavoro c'è l'aria condizionata che io spengo tanto apro le porte e bada che venticello e in pomeriggio sono al mare con la bimba fino alla sera, poi si mangia e poi sì, il caldo arriva anche in casa mia, ma a quel punto una giratina sul lungo mare e poi si dorme con il balcone spalancato. Tutto questo per dire io sto leggendo tanto, in inverno invece soffro tanto il freddo che anche cacciare le dita dai maglioni per girare pagina mi dura fatica! ☺️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela!!!! Posso però dirti: tanta invidia?? amo la Toscana e il mare e la pineta e, e , e ....quante cose potrei aggiungere??
      Ma purtroppo, nonostante io non sia piemontese ho sposato un Barbera Doc e qui mi tocca stare, ma non è detto che prima o poi non decida di cambiare vita e di trasferirmi con tutta la famiglia a Lanzarote, che farà sicuramente caldo ma....a quel punto apro la finestra e penso: wow questa si che è vita ;-)

      Elimina
    2. A vivere sul mare forse non ora, ma in futuro chissà, te lo auguro... quello che posso sicuramente fare è invitarti al mare da me! Lo sai che il mio lavoro è proprio ospitare! :)
      PS Lanzarote mi dicono essere un po' deludente, non ci sono mai stata, ma bramo.

      Sono nata sul mare e cresciuta con panorami aperti e cristallini, non credo di poter mai vivere in una città dove non c'è il mare. Devo sapere che c'è, è qualcosa di intrinseco nella mia esistenza. Come non lo so, un frigorifero. Dai per scontato di averlo. Buona domenica Salvia.

      Elimina
  5. Ciao Salvia non disperarti lo stesso capita anche a me. Vivo si in un posto di mare ma il caldo talvolta mi soffoca e le mie letture e il blog ovviamente sono i primi a risentirne. In questo periodo faccio molto fatica a leggere purtroppo, perché desidero tanto leggere di più e tanti sono i libri che stuzzicano il mio interesse. Inverno arriva prestoooooo!!! Un bacio Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! Grazie per avermi consolata, sto trascorrendo un periodo un po' infelice, per quanto riguarda le letture, non mi concentro e spero che sia davvero una cosa passeggera. Però mi piacerebbe tanto vivere al mare :-)
      A presto, un abbraccio

      Elimina
  6. Cara salvia, sono moolto più anziana di te..e vivo a Verona, che teoricamente tra lago e monti dovrebbe avere un clima temperato, invece è sempre in pole position in quanto a record di calore. Leggo meno anch'io, sì, ma soprattutto ho un rifiuto per il pc. E lui pure si ribella. Lui si impalla, io mi aggroviglio il neurone. Lui scalda come una stufa a pellet, a me sudano i garretti sui quali lo poggio inopinatamente.
    son certa che se vivessi in un posto dove fa sempre così caldo...il blog non lo avrei nemmeno aperto!
    ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah grande Tessa!! Ti sudano i garretti :-) Ecco io ho sempre affermato di voler bene al caldo...ma non a questo caldo. Io ho un'amica di santo Domingo e lei stessa mi chiede: "ma come fate a resistere qui?? Gli inverni sono infernali e le estati ancora peggio. Da noi ci sono 25 gradi secchi tutto l'anno!"
      Ecco io vorrei QUEL caldo lì.
      Lasciamo perdere i dispetti del pc...odio, odio odio, va pure al rallentatore, manco avesse caldo davvero anche lui grrrrrrrr.
      Va bè...a presto, un bacio.

      Elimina
  7. Ciao, è la prima volta che capito nel tuo angolino piacere di conoscerti :)
    Purtroppo anch'io vivo in Piemonte e proprio come te sto lentamente morendo di caldo, giorno dopo giorno, sembra non esserci fine a quest' afa asfissiante. E cala di desiderio di fare qualunque cosa XD Anche le letture ne risentono, soprattutto ho notato di irritarmi molto più facilmente verso alcuni personaggi che normalmente mi sarebbero stati indifferenti!
    E vabbè... passerà^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, benvenuta!!!! Piacere mio :-) Uhhh un'altra piemontesina bella :-) Spero che ti troverai bene qui!
      Comunque concordo con te, anche io sopporto molto meno, e non solo i personaggi dei romanzi, ma le persone in generale. Uffa....e devo tenere duro lavorando a contatto con la gente ehhhhh quindi non immagini i mozziconi che mi do sulla lingua!!! A presto e grazie per essere passata a casa della lettrice disperata!

      Elimina
  8. Anche io abito in Piemonte ed è vero, il caldo afoso debilita, anche se io lo resisto abbastanza bene, a differenza del freddo altrettanto umido dei nostri inverni... però in questo periodo ho sempre sonno, dormirei tutto il tempo! Per quanto riguarda le letture di luglio finora sono a 5, diciamo nella media... leggere è l'unica cosa che riesco a fare, perché comporta movimenti molto limitati :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia!! Non sapevo abitassi in Piemonte anche tu :-) , ma quante scoperte oggi!!! Si, gli inverni li patisco moltissimo anche io, mi si congelano le ossa, diciamo che l'autunno e la primavera sono le mie stagioni preferite e comunque la pioggia incessante proprio non va giù. Wow cinque libri, grande, tanta invidia, io sto combattendo con il quarto, che per quanto mi piaccia...non riesco a farlo nemmeno partire, ne avrò letto il 20%. Dai che settembre arriva presto :-) Un abbraccio

      Elimina
  9. oh mamma io aspettavo di venire a casalb al "fresco" per fare scorpacciate di libri! scherzi a parte, io resisto di giorno ma la sera se fa troppo caldo preferisco stare fuori che non in casa a leggere.... e faccio fatica soprattutto a stare al pc che d'estate sembra un piccolo fornetto!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmm Casalborgone e fresco purtroppo non sono compatibili! Probabilmente troverai più pace e tranquillità, ma da qui ad agosto magari le cose possono ancora migliorare!! Evvai, mi sento sempre più normale, ieri, mentre scrivevo questo post ero immersa nel mio stato di diversità :-)

      Elimina
  10. Non sai quanto ti capisco! Io soffro il caldo da sempre, quindi per me quest'anno è terribile, se poi ci aggiungiamo che soffro di eritema solare e sono allergica a quasi tutte le piante che fioriscono e crescono da maggio a settembre e ovviamente abito in aperta campagna... No, lasciamo stare!
    Ormai io leggo praticamente solo ebook, di notte, al buio, durante le lunghe ore d'insonnia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. >ohhh Beth, ma povera allora sei messa peggio di me :-( , no io almeno non sono allergica, cioè si lo sono, ma a cose più anomali, tipo ai peperoni e al ferro.
      Quindi hai tutta la mia comprensione. Anche io sto leggendo grazie al mio Kobo, il libro cartaceo in mano è faticoso!!!!

      Elimina
  11. Odio l'estate, con tutto il cuore, se potessi mi trasferirei in Islanda. Se a questo aggiungi che abito in zona da turismo di massa (brutta massa).... si insomma, sto impazzendo! E il caldo non solo influisce sulle letture, le distrugge! Perché un libro finisce che me lo trascino per giorni e mi viene a noia... Io me ne vado in Islanda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ohhhhh partiamo insieme dai!!!! sono quasi certa che mi troverei bene :-)

      Elimina
    2. ohhhhh partiamo insieme dai!!!! sono quasi certa che mi troverei bene :-)

      Elimina
  12. Altra piemontesina a rapporto e altra nemica del caldo, io odio proprio l'estate, odio il cado, l'afa, il mare, la gente che va mezza nuda in città come se fosse in spiaggia..!
    Letture rallentate anche per me, il mio habitat naturale è il freddo invernale con chili di maglioni addosso, sciarpa lunghissima e thé sempre alla mano!!
    Non vedo l'ora che finisca perchè mi stanca talmente tanto che non sento nemmeno la voglia di leggere, un disastro... XD
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pila!!! Wow sto scoprendo un sacco di piemontesine :-)
      A me il mare piace, ma dev'essere deserto, anche a me piacciono le sciarpe lunghissime e il te sempre in mano, di qualsiasi gusto.
      Che dici vieni in Islanda anche tu?

      Elimina
    2. Ciao Pila!!! Wow sto scoprendo un sacco di piemontesine :-)
      A me il mare piace, ma dev'essere deserto, anche a me piacciono le sciarpe lunghissime e il te sempre in mano, di qualsiasi gusto.
      Che dici vieni in Islanda anche tu?

      Elimina