AAA...Autori Emergenti,

AAA...AUTORI EMERGENTI - Il segreto del Vicolo della Serpe di Luisa Mazzocchi - Recensione

venerdì, novembre 13, 2015 Baba_Books Desperate Bookswife 2 Comments


Buongiorno amici, vi chiedo scusa, ieri nella frenesia del venerdì ho pubblicato questa recensione in maniera approssimativa e ho sbagliato l'immagine di copertina. Ma che abbia già bisogno di vacanze? No dai...non ci potrò andare fino al prossimo natale, più di un anno!!!! Devo reggere. Eccovi qui la recensione corretta di questo libro, con la giusta copertina e le giuste informazioni.






Titolo: Il segreto del vicolo della serpe
Autore: Luisa mazzocchi
Casa Editrice: self
Pagine: 171
Prezzo: 11,00 €
Pubblicazione:  2014

Sinossi: qui


Notizie sull'autrice: 
Luisa Mazzocchi, autrice dei romanzi di successo "Doric Hotel" e "Puoi chiamarmi Luca", è laureata in giurisprudenza. Vive con marito e due figli ad Ancona, la città dei suoi romanzi.
www.luisamazzocchi.com

VOTO:











Laura ed Ezio sono una coppia apparentemente felice: lui un medico di successo e lei un'insegnate di lettere al liceo, i soldi non mancano e figli danno soddisfazione. Cene di gala, vestiti eleganti, fino a che... Laura non scopre che suo marito è fedifrago, quindi un essere privo di morale, simile a tanti altri uomini con la doppia vita da nascondere e le rose regalate alla moglie il giorno dopo. 
Laura non si da pace, dov'è l'uomo che ha sposato tanti anni fa? Deve trovare un modo per non far soffrire i suoi figli, non vuole sbatterlo fuori di casa finchè non è certa che sia la soluzione migliore, ma tra una lacrima e un mal di stomaco si ritrova a chattare su Facebook con un suo vecchio compagno delle superiori... 

L'autrice ha scritto precedentemente due romanzi, ma questo per me è il primo e devo ammettere che ha messo parecchia carne al fuoco! Questa storia racchiude molti generi, ed è difficile intuire quale prevalga sugli altri: all'interno si cela una storia contemporanea con una piccola vena gialla e una spolverata di thriller, una parte storica e per finire del sovrannaturale, legato alla leggenda delle Sibille.
Andiamo per gradi, non appena l'autrice mi ha contattata, a parte la gentilezza e l'educazione di Luisa, mi ha colpito la cover, che trovo a dir poco adorabile, il titolo poi mi ha incuriosita e la sinossi è stata misteriosa abbastanza da volerne sapere di più. La Mazzocchi scrive molto bene, la sua penna culla il lettore e riesce a far incrementare la sua curiosità da subito - io dopo tre pagine stavo già divorando il libro - . Il profilo di Laura è ben definito nonostante le poche pagine e anche quello del marito nonostante non sia un protagonista della vicenda; si riesce a leggerle nel pensiero ancor prima che la donna possa compiere un'azione. 
C'è solo un "però" per quanto mi riguarda: credo che la parte mitologica, quindi con la Storia delle Sibille sia stata un po' di troppo in un romanzo del genere, sopratutto per la sua brevità. In qualche modo distoglie l'attenzione del lettore, che è talmente preso dalle vicende all'interno della storia che si sente "disturbato" come con la pubblicità in televisione durante un bel film. 

E' un libro che mi sento di consigliare, sono convinta che questa autrice farà strada, la vena più "fantasy" che io non ho amato non è detto che gli appassionati del genere non possano apprezzarla. I gusti letterari sono così soggettivi che è difficile accontentare tutti, sopratutto se si mischiano più generi all'interno dello stesso romanzo.

Cosa ho maggiormente apprezzato: 
  • La trama avvincente e come viene narrata. La storia di Laura mi ha convinta e dopo poche pagine è riuscita ad attirare la mia attenzione
  • La scelta di temi attuali e dolorosi come la violenza sulle donne, l'infanticidio, e i problemi di coppia.
Cosa mi è piaciuto meno:
  • ho meno apprezzato questo mix di generi in così poche pagine, credo che se la parte sovrannaturale fosse stata tralasciata, questo romanzo sarebbe stato impeccabile.


Alla prossima, un abbraccio

Salvia


You Might Also Like

2 commenti:

  1. Sai che ti dico Salvia? Che a me intriga un sacco questo libro, anche se il sovrannaturale non sempre mi piace nei libri, però credo valga la pena leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cuore!! Scusa ma avevo sbagliato la cover, ieri sera ero proprio out. E' proprio carino, spero che ti possa piacere. Un abbraccio

      Elimina