#Recensione,

Anteprima - Recensione - All'ombra di Julius di E. J. Howard

lunedì, aprile 09, 2018 Baba_Books Desperate Bookswife 14 Comments

Il libro
All'ombra di Julius di Elizabeth Jane Howard
Editore: Fazi| Pagine: 328| Pubblicazione:9 aprile 2018 | Prezzo 20,00€| Trama Qui
Genere: narrativa 
Notizie sull'autrice
Elizabeth Jane Howard
(Londra, 1923 – Bungay, 2014). Figlia di un ricco mercante di legname e di una ballerina del balletto russo, ebbe un’infanzia infelice a causa della depressione della madre e delle molestie subite da parte del padre. Donna bellissima e inquieta, ha vissuto al centro della vita culturale londinese della seconda metà del Novecento e ha avuto una vita privata burrascosa, costellata di una schiera di amanti e mariti, fra i quali lo scrittore Kingsley Amis. Da sempre amata dal pubblico, solo di recente Howard ha ricevuto il plauso della critica. Scrittrice prolifica, è autrice di quindici romanzi. La saga dei Cazalet è la sua opera di maggior successo. Fazi Editore ha pubblicato il romanzo Il lungo sguardo e i cinque volumi della saga: Gli anni della leggerezza, Il tempo dell’attesa, Confusione, Allontanarsi e Tutto cambia. È attualmente in fase di lavorazione una serie TV basata sui Cazalet dai produttori di Downton Abbey.
Recensione in anteprima

Carissimi lettori, l'attesa è terminata. Da oggi, in tutte le librerie troverete l'ultimo romanzo pubblicato in Italia di Elizabeth Jane Howard, l'autrice che tanto abbiamo imparato ad apprezzare grazie alla famosissima saga dei Cazalet. Udite udite, questo libro venne però pubblicato per la prima volta nel lontano 1965, quindi molto prima della famosissima serie, ma grazie alla casa editrice Fazi, da oggi anche in Italia.

Siamo nella campagna del Sussex, in una magnifica Villa, e trascorreremo un fine settimana in compagnia di una famiglia, quella di Julius, morto eroicamente in guerra da ormai vent'anni.
Già, perchè questo romanzo è ambientato durante gli anni sessanta, ma Julius è morto durante la seconda guerra mondiale e in qualche modo, nonostante il suo corpo stia riposando da parecchio tempo, la sua figura è anche troppo presente. Ha lasciato il segno, e ce ne accorgeremo un po' alla volta, senza fretta, sfogliando il volume pagina dopo pagina.
Incontreremo Esme, moglie di Julius, oggi vedova, che ha trascorso la sua vita alla ricerca di qualcosa, dopo aver perso il marito al quale voleva bene senza però avergli lasciato la parte migliore del suo cuore. É stata prontamente abbandonata anche dal suo giovane amante, Felix, che ha deciso di dare il suo contributo come medico, molto lontano però dalla donna che ha amato segretamente per tanti anni.
Proprio Felix dopo vent'anni, decide di bussare alla porta della donna che lo ha segnato e che gli ha stravolto il ritmo cardiaco.
Cressida è la primogenita di Julius ed Esme, anche lei vedova di guerra, non è ancora oggi in grado di gestire i propri sentimenti e la sua sessualità, che vive in maniera strana, ma sopratutto a comando. Frequenta uomini sposati, ma sostiene di cercare nuovamente un marito con il quale condividere il resto della sua vita.
Poi c'è Emma, che ha solo ventisette anni, non cerca marito, ma ha portato avanti la casa editrice di famiglia nonostante non abbia grandissimi ricordi diretti del suo papà. E' una sognatrice, ma il suo passato non le permette di amare la compagnia maschile, dalla quale fino ad ora è sempre fuggita. Condivide la casa con Cressida, dalla quale comunque non riesce a separarsi. Per questo fine settimana Emma ha invitato un amico, un certo Dan, conosciuto da poco, e viste le difficoltà della secondogenita, tutti sperano nei fiori d'arancio.

Dopo una breve introduzione, ovvero alcuni capitoli scritti per presentarci i personaggi, parte la vera e propria storia, che si svolge in un weekend. Pochissimi giorni. Molto, molto intensi, proprio come la Howard ci ha abituato, e durante questo soggiorno all'interno della residenza di campagna, scopriremo altarini, sorrideremo grazie alla sottile ironia dell'autrice e tutta la nostra attenzione verrà risucchiata.
Nonostante questo romanzo sia stato scritto molto prima della saga, l'autrice non mostra segni di debolezza, ed io sono stata stregata da tutto l'insieme. Parole che si rincorrono, formando frasi meravigliosamente scritte che vanno a formare descrizioni incantevoli. Quello che proprio mi infatua è la semplicità, perchè non c'è nulla di sfarzoso, niente termini ingombranti, nessun periodo strutturalmente complesso, ma si respira armonia, perfezione e naturalezza, che credo sia il termine più azzeccato.
Non c'è un vero e proprio punto forte, la bellezza è l'insieme del tutto: abbiamo dei personaggi, anche questa volta perfettamente credibili, ma sopratutto meravigliosamente delineati, ( ne ho incontrati pochi così); poi ci sono le descrizioni, che sono molteplici, ma mai fuori luogo; ed infine la storia, che l'autrice riesce a sviluppare in così poco spazio temporale, ma con continue immersioni nel passato, e non succede niente, oppure succede tutto, perchè anche questa volta non è tanto quello che accade, ma come cambiano i personaggi nel frattempo e come si muovono all'interno dello scenario. Sono i rapporti umani, i sentimenti, la condivisione ed il confronto. La vita, questa è la vita.

Durante la lettura di questo romanzo ho parlato più volte con la mia amica Daniela - il suo blog Qui - e mentre lei mi diceva che le piacerebbe vedere questo libro sui banchi di scuola, perchè non ha nulla da invidiare ai grandi classici britannici, io le rispondevo che proprio grazie a questa storia avevo il desiderio di riprendere in mano i libri della Austen che ho tanto amato.
Questo è un libro che tutti gli amanti della letteratura di qualità dovrebbero leggere. Esce proprio oggi, e se acquistate due volumi firmati Howard riceverete una favolosa shopper in omaggio.
E adesso? Niente, c'è ancora il lungo sguardo, mi aspetta, sul comodino. Poi si vedrà!
Buone letture a tutti! 

You Might Also Like

14 commenti:

  1. Devo comprare il lungo sguardo, DEVO!!!
    Hai ragione quando dici che succede tutto e niente... è anche questo il bello dell'autrice. E quelle atmosfere, tanto lontane da noi ma che con lei diventano tangibili. Mi mancherà, come i Cazalet!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, credo anche io, mi mancheranno i protagonisti, quella sensazione di sentirsi a casa. Allora sto gruppo di lettura?

      Elimina
  2. Ho conosciuto la Howard proprio con questo romanzo. ho apprezzato il suo modo elegante di narrare con un perfetto equilibrio tra pensiero e azione. Mi piace la caratterizzazione psicologica dei personaggi, l'ambientazione che sembra ferma nel tempo come la vita delle protagoniste. Ora leggerò sicuramente la saga dei Cazalet :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aquila :-) sì, lei è fortissima, ha questa sua capacità unica e inimitabile. La sua eleganza poi è indimenticabile, ed è proprio per questo che ho amato i Cazalet. Sono sicura che non ti deluderanno.

      Elimina
  3. Altro libro, altro successo. La Howard mi ha stupita di nuovo! Però adoro di più i Cazalet.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Vero? Io non saprei, anzi in realtà non saprei dirti, non sono riuscita a paragonarli, mentre ero convinta che lo avrei fatto di continuo!

      Elimina
  4. La Howard ci ha conquistato! Anche a me è piaciuto tanto, anche se i Cazalet hanno un posto speciale nel mio cuore! Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, già, la Howard per me è diventata sacra <3 un abbraccio

      Elimina
  5. Mooolto interessante! Devo ancora iniziare la saga dei Cazalet, ma non vedo perché non infilare anche questo in wish list!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beth, autrice che ti consiglio spassionatamente e spudoratamente

      Elimina
  6. Mi devo assolutamente buttare in questa storia! Uno dei miei prossimi acquisti insieme ai mancanti due volumi della saga dei Cazalet...baci Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! Eh sì, devi assolutamente :-) Ti abbraccio e apresto

      Elimina
  7. Ho cominciato a leggere la Howard grazie alla saga dei Cazalet, ed in poco tempo è diventata una delle mie scrittrici preferite.
    Mi spiace che la saga sia già terminata, ma sono sicura che questo romanzo sarà altrettanto ottimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Sabrina, come ti capisco! La saga è volata. Prova e poi mi dirai :-) A presto!

      Elimina