Chiatto,

Recensione - "Ti amo ma niente di serio" di Anna Chiatto

giovedì, aprile 28, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 9 Comments

Buongiorno miei cari come state? vorrei tanto parlavi del mio periodo NO, ma inizierei e non smetterei e visto che questo è un blog all'interno del quale si parla di libri e non di sfighe che inseguono Salvia, anche se potrebbe apparire comico, mi attengo a quello che è l'argomento principale: LIBRI!!!
Dopo aver conosciuto virtualmente la frizzante e simpatica Anna - che ha un amore per Bruges proprio come me , e lavora al fianco di Brizzi che è il mio idolo - ho deciso di leggere il suo primo romanzo, perchè credo nelle coincidenze e nel destino, nonostante non ne capisca un'H di segni zodiacali. A voi il mio pensiero.






Titolo: Ti amo ma niente di serio
Autore: Anna Chiatto
Casa Editrice: Piemme                                                     
Pagine: 324
Prezzo: 17,50€
Pubblicazione:  12 aprile 2016
Sinossi: Qui sul sito Piemme
                           
       




VOTO:
Notizie sull'autore:

Femmina, napoletana e del cancro. In altre parole un uragano potrebbe prendere il suo nome.
Dice che esistono gli scrittori e quelli che raccontano storie. Lei ha sempre una storia da raccontare. Lascia il suo paesino in provincia di Napoli ad appena diciotto anni e gira il mondo. Oggi vive a Roma, l’unica città capace di adottarla.
Dice sempre quello che pensa. E poi lo scrive nel suo blog Tutti lo pensano ma io lo dico. Le cose di cui non riesce a fare a meno sono tre: la sua nonna, i grassi saturi, viaggiare.
Organizzatrice di eventi e wedding planner, con un trascorso nel meraviglioso mondo dell’editoria.
Ti amo ma niente di serio è il suo primo romanzo.



Chi è Emma? Oh, bene lei è una wedding planner che per riuscire a mantenere il suo appartamento in una zona centrale della Capitale, di notte lavora al bancone del bar all'interno di una discoteca. Di giorno ha a che fare con spose isteriche e madri dalla lacrima facile, mentre quando tramonta il sole infila una maglietta sexy e serve da bere ai marpioni assetati.

La sua efficienza è strabiliante, riesce ad impartire ordini a destra e a manca senza batter ciglio, questa esile biondina non riuscirebbe a spaventarla nemmeno un dinosauro.
E' un esemplare di sesso femminile abbastanza anomalo però: non crede nell'amore. Sì, avete letto bene, organizza matrimoni da paura, riuscirebbe ad ingaggiare persino i sette nani come paggetti ma...non organizzerebbe mai il giorno del suo "sì, lo voglio". Gli uomini non sono affidabili e la presa in giro è sempre dietro l'angolo, così meglio tagliare la testa al toro e far piangere di felicità gli altri, anche perchè le lacrime di contentezza versate in chiesa si moltiplicheranno in maniera esponenziale  qualche anno più tardi davanti ad un avvocato. 
Emma però non è sola, al suo fianco c'è Simone, il miglior amico gay che ogni donna vorrebbe avere al suo fianco, così tra un lavoro insieme e uno scambio di decolletè  tacco 12, la loro vita trascorre indisturbata.

Ma sì suvvia, certo che non finisce a scambi di scarpe e vestiti, si tratta di un romanzo per metà chick lit e per metà rosa, quindi tranquilli, aspettate pure con calma il lieto fine :-). 
Ammetto di non essere riuscita ad empatizzare molto con la protagonista, che mi sembra scappare da se stessa più che dall'amore. Una donna che pretende troppo da se stessa, ma anche dagli altri, non riesce a misurare le cose per quelle che sono, insomma non sarebbe la mia migliore amica ideale, però la storia è carina e godibile, l'ironia all'autrice non manca e se molto probabilmente avrà preso spunto da situazioni che grazie al suo lavoro ha realmente vissuto, questo non può che farle onore, perchè è riuscita a tramutare la sua esperienza in un romanzo divertente e leggero.
Insomma se siete alla ricerca di una storia che vi tenga compagnia a forza di sorrisi e imprevisti, questo romanzo fa per voi, se invece non amate moltissimo le storie d'amore e le donne in carriera... leggete qualcos'altro!! 

Siete pronti a tuffarvi in un mare di confetti e a conoscere la wedding planner più cinica del mondo? Tra un matrimonio medievale  e una sbronza in discoteca passeremo  dalle cime innevate di Saint Moritz per arrivare alla soleggiata Capri - il giro sembra lungo ma ne vale la pena - .

Punti di forza:
  • Indubbiamente Anna Chiatto conosce le sue potenzialità e le sfrutta come una narratrice esperta, questo si percepisce e mi è piaciuto.
  • Ho riso da morire proprio grazie a Simone - che per fortuna esiste davvero -  mi piacerebbe conoscerlo e stringergli la mano: gli Amici Veri allora esistono!!
  • I matrimoni organizzati da Emma non sono stati solo il contorno, ma un ingrediente importante all'interno di un unico piatto.
  • Oddio ma non è che il matrimonio vegano è proprio quello di Brizzi???? ah ah ah 
Punti deboli:
  • Come ho scritto qualche riga più in su non sono riuscita a mettermi nei panni della protagonista e questo ha rallentato  la lettura, togliendo un po' di brio.
  • Alcune parti -  non sono molte -  mi sono sembrate un po' troppo descrittive, e forse un romanzo del genere deve scorrere sempre veloce come il vento.


You Might Also Like

9 commenti:

  1. Mi dispiace per il periodaccio, spero sia di breve durata! Il libro sembra carino, magari per passare con il sorriso un fine settimana di pioggia (qui da noi diluvia da una settimana...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Beth, passerà!!! certo, è carino e tiene buona compagnia!!
      Qui per fortuna c'è il sole anche se fa un po' freddino. un bacio

      Elimina
  2. Allora, con la copertina è stato amore a prima vista e quando ho visto che lo avevi in lettura ho pensato che volevo assolutamente sapere cosa ne pensassi. Devo dire che mi hai incuriosita, è vero ci sono dei punti deboli ma, tutto sommato, gli darò una possibilità.
    Incrocio le dita affinché la negatività si allontani da te e ti mando tanti baci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao Anna! ma certo, è un libro che si fa leggere volentieri e intrattiene durante momenti noiosi o carichi di pensieri!
      Ti ringrazio per l'incrocio, speriamo che tutto passi in fretta. ricambio i baci!! a presto

      Elimina
  3. non mi ispirava molto ma mi hai fatto cambiare idea, sembra divertente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È divertente e di compagnia. Certo non è il libro della vita ma mi ha fatto compagnia nonostante non ami il genere spassionatamente

      Elimina
  4. Sembra divertente e lo segno per quando ne avrò voglia. Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Cecilia, tra un libro impegnativo e l'altro è carino

      Elimina
  5. Ciao!!
    Sembra un bel libro: leggero e divertente!
    Ci farò un pensiero!! ;)

    RispondiElimina