Cebeni,

Recensione - "La ricetta segreta per un sogno" di Valentina Cebeni

venerdì, febbraio 19, 2016 Baba_Books Desperate Bookswife 17 Comments

Buongiorno lettori, come state? Ieri è uscito in tutte le librerie il secondo libro di Valentina Cebeni, edito da Garzanti - che ringrazio infinitamente per avermene mandata una copia in anteprima -. Un volume dalla copertina incantevole e dal titolo invitante. 




Titolo: La ricetta segreta per un sogno
Autore: Valentina Cebeni 
Casa Editrice: Garzanti 
Pagine: 352
Prezzo: 16,90€
Pubblicazione:  18 febbraio 2016

                                                                                          

 VOTO: 


Notizie sull'autrice: 
Valentina Cebeni vive a Roma dal 1985, anno della sua nascita, ma ha il mare della Sardegna dei suoi nonni nel cuore. Appassionata di storie sin dall'infanzia, ha un grande amore per la cucina, nato proprio per riscoprire i legami con le radici della sua famiglia.
Con la casa editrice Giunti ha pubblicato "L'ultimo battito del cuore".






Edda ed Elettra, madre e figlia, nemiche e amiche, una panetteria ormai sul lastrico e il sogno di diventare giornalista infranto. 
Un viaggio verso l'ignoto, un'isola lontana dal mondo, dagli usi e costumi distanti dalla società continentale, il profumo di salsedine e la sabbia che si secca velocemente intorno ai piedi. 
Un monastero ormai in disuso e una comunità di donne affiatate ma diffidenti, lavoratrici instancabili che provano a dimenticare il loro doloroso passato.
Elettra è una donna ormai sola, non ha un compagno di vita accanto e la sua unica amica ha una famiglia alla quale rendere conto, la sua vita è sempre stata al fianco della prorompente Edda, una madre amorevole ma dispotica, un passato del quale non vuole parlare. 
Oggi però Edda è in coma, da un anno ormai, e il tempo delle risposte è terminato. Elettra deve combattere contro ogni rimpianto, dolore e curiosità, l'unico indizio a sua disposizione è il nome di un convento, di una Santa alla quale Edda è devota. Non può fare altro che partire, solo così potrà tessere le fila della sua misteriosa storia.

La storia narrata dalla Cebeni ha tutti gli ingredienti giusti per appassionare e incuriosire il lettore, forse la maggior parte del pubblico potrebbe far parte dell'universo femminile, ma comunque non mancano quel velo di mistero e qualche colpo di scena. 
Il viaggio di Elettra è fondamentale per la sua crescita, riuscire a stare al mondo da sola, senza i consigli o i rimproveri di Edda le formerà definitivamente il carattere. Si scontrerà con la diffidenza delle donne che incontrerà durante il suo cammino, fino a conoscere i segreti più inconfessabili di ogni abitante del convento. 
Conoscerà Lea, donna tutta d'un pezzo che farebbe qualsiasi cosa per salvare la sua dimora, la scontrosa Dominique, la sorridente Nicole, la saggia levatrice Isabelle.

Elettra non si perde d'animo e se da una parte si impegna - nonostante la ritrosia di molte persone - a scoprire chi fosse veramente sua madre, dall'altra impiega tutto il suo tempo libero a escogitare un piano per risollevare il convento. La cucina è il suo mondo, da sempre, e antichi profumi piano piano risvegliano gli isolani più nostalgici...

Un romanzo che si lascia leggere e scoprire piano piano, una storia ricca, intensa, dai profumi ben definiti e dal carattere intenso. Va assaporato poco alla volta, senza fretta, lasciandosi cullare dalle onde del mare. 

Cosa ho maggiormente apprezzato:

  • Le ricette allegate all'interno del romanzo tra un capitolo e l'altro, geniale!!! Le ho già appuntate all'interno del mio quadernetto sgualcito.
  • La storia complicata e corposa che l'autrice è riuscita a costruire, una narratrice promettente dalla fantasia fervida.
Cosa mi è piaciuto meno:


  • Per quelli che sono i miei gusti, alcune volte, determinate descrizioni dello stato d'animo sono state approfondite un po' troppo, rendendo la narrazione un po' lenta. 
Alla prossima,

Salvia




You Might Also Like

17 commenti:

  1. Sono curiosa di leggere questo romanzo, come dici ti la copertina e il titolo sono davvero invitanti.. anche la trama sembra carina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Choolateandbooks, si spero proprio che ti piAccia. Però mi raccomando, è un romanzo da gustare un po' alla volta, va assaporato con calma davanti ad una tazza di tè. Valentina ha uno stile particolare e accurato :-)

      Elimina
  2. Negli ultimi giorni si sta parlando tantissimo di questo romanzo e devo confessare di averlo inserito in WL (che è in continuo aggiornamento grazie a voi LGS!). La tua bellissima recensione è un'ulteriore conferma per cui credo che dovrò decidermi a varcare la soglia della libreria e ad acquistarlo. Mi piacciono le menti la cui immaginazione è davvero fervida! A presto, Anna ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Anna, io non conoscevo Valentina, sapevo del suo precedente romanzo edito da Giunti, ma non l'ho letto. Questo mi ha chiamata e io ho risposto. È scritto in maniera molto accurata, l'autrice mi sembra perfezionista e questo è un bene. Spero ti piacerà :-) a presto

      Elimina
  3. lo sto aspettando anche io, mi incuriosisce molto. adoro l'idea di inserire delle ricette!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amri!! Uhhh allora lo leggerai presto immagino. Sappi che ci sono delle ricette favolose, io sto progettando le focaccine;-)

      Elimina
  4. Isola, convento, solo donne? Una delle protagoniste si chiama Lea? Ricette? Mio!!!!!
    Un caro saluto da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lea!!! Non ti ho detto niente in questi giorni, ma ti ho pensata moltissimo. Speravo che tu leggessi la recensione e commentassi. Lo hai fatto, c'è feeling tra noi :-)
      Se pian piano sto imparando a conoscerti credo che ti piacerà, sopratutto lo stile di questa giovane autrice .
      Un bacione alla MIA Lea

      Elimina
    2. Qua la situazione si è ribaltata! Donna volubile, che in pochi giorni passa con disinvoltura dalla "mia Bacci" alla "mia Lea". Ti perdono solo perché non sei astemia e progetto una bella birra in compagnia! E il libro? Non so se lo leggerò, ma voglio le ricette!!!
      Ciao dalla sedotta e abbandonata Bacci

      Elimina
    3. Mannaggia la pupazza, gestore voi due è un po' come essere al circo, mi sembra di essere un giocoliere 😂😂😂. Comunque cara donnina, le ricette considerale già tue :-)
      Un bacio ad Entrambe le MIE donnine

      Elimina
    4. Salvia: io leggo tutte le tue recensioni! non ti preoccupare, la Stefi scherza e io sono molto facile da gestire ;-) Quello che mi hai scritto me lo assaporo come fosse un lindor.
      notte da Lea

      Elimina
    5. Ah ah ah ma Lea io scherzavo ovviamente!!! Ma mi sembra di essere al circo sul serio e io i diverto come una matta. Lindor? chi ha detto Lindor? Corro a comprarli...

      Elimina
    6. Ta-tta-ta-rara tarattara! Al circo stiamo!
      Anch'io vojo Lindor!
      Baci alla NOSTRA Salvia

      Elimina
  5. Eh sì abbiamo avuto le stesse sensazioni. Bellissime atmosfere, storia avvincente ( o almeno fino ad un certo punto) però tante descrizioni! ;)

    RispondiElimina
  6. Ciao salvia! Ho letto un'altra recensione sempre su questo libro, e sono entrambe positive. L'unica pecca sono le descrizioni troppo lunghe :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stoffe d'inchiostro! Si, hai colto. Molto bello, la storia c'è ma le descrizioni, per quello che è il mio genere, forse un po' troppe, anche se impeccabili :-)

      Elimina