Feltrinelli,

Recensione : "Per Dieci Minuti" di Chiara Gamberale

mercoledì, dicembre 23, 2015 Baba_Books Desperate Bookswife 14 Comments

Eccomi amici lettori, finalmente ho iniziato un paio di sfide di lettura e grazie agli obiettivi assegnati avrò modo di smaltire dei libri che in effetti erano quasi dimenticati sugli scaffali. brutta questa frase, me ne rendo conto, ma quante volte vi capita di comprare un libro e poi appoggiarlo sulla mensola e non trovare mai il momento giusto per iniziarlo? A me spesso purtroppo.
Questo è un libro che ho comprato appena uscito per poi pentirmene subito dopo. Perchè? Ve lo spiego, almeno quattro persone mi ha detto che è il peggiore scritto dalla Gamberale. bene, io non ne ho mai letti, ma se questo è il più brutto...cavoli io sono a cavallo!



VOTO: 

Titolo: Per dieci minuti
Autore: Chiara Gamberale
Casa Editrice: Feltrinelli
Pagine: 192
Prezzo: 16,00€
Pubblicazione: Novembre 2013



Notizie sull'autrice: 
Chiara Gamberale è nata nel 1977 a Roma, dove vive. Ha esordito con il suo primo libro nel 1999 con "Una vita sottile", ha scritto, fra gli altri "La zona cieca" (Premio Campiello Giuria dei Letterati), "Le luci nelle case degli altri" (2010) e a quattro mani con Massimo Gramellini "Avrò cura di te" (2014) E' autrice e conduttrice di programmi radiofonici e televisivi come "Io, Chiara e l'oscuro" (Rai Radio 2) e "Quarto Piano Scala a Destra" (Rai Tre). Collabora con "La Stampa", "Vanity Fair", "Io Donna" e "Donna Moderna".







Chiara ha superato i trent'anni, si è trasferita da un paesello vicino a Roma al centro della Città Eterna insieme a Suo Marito, peccato che dopo pochi mesi Suo Marito l'abbia lasciata per telefono durante un viaggio lavorativo a Dublino.
Non è forte Chiara, non si da pace, vede una psicanalista che le consiglia un gioco: per un mese ogni giorno deve fare una cosa nuova per dieci minuti. Le sembra una pazzia, come potrà risolvere i suoi mille problemi pensando a cosa fare per dieci minuti ogni giorno??
Chiara, Chiara, quante donne al mondo ci sono nella tua situazione? Tantissime: tradite dalla persona che vi ha giurato amore eterno, che invece si è rivelato un calesse.
Ma Chiara gioca e tutti i giorni si impegna e si ingegna, usa la fantasia e tra un pianto e una risata riesce a portare a termine il gioco.

Mi piaci Chiara, sei una donna normale, che ha inondato fazzoletti di muco e lacrime per un uomo che non ti merita, hai offuscato la tua vita per far risplendere quella di Tuo Marito, addirittura hai traslocato nella Grande Città, proprio tu che non ti saresti mai spostata dal paesello e dalle comode certezze. Hai scoperto come ognuno giri intorno a se stesso, come una madre invece, per amore della sua famiglia si eclissi e nessuno le chieda nemmeno come stia, perchè Lei è la Mamma, mica ce n'è bisogno!
Hai capito Chiara, che non ti libererai mai di Tuo Marito finchè non taglierai il cordone e continuerai ad aspettarlo, perchè Tuo Marito, da bravo stronzo 2.0 (già lui ha fatto l'aggiornamento e tu ancora no), sfrutta la tua bontà e si nutre grazie al tuo ossigeno.
Proprio grazie ai dieci minuti quotidiani hai imparato a cucinare, a chiedere, a camminare all'indietro, a scoprire che di amici che ti vogliono bene ne hai tanti. Non smettere ti prego, hai appena imparato ad amarti, a prenderti cura del tuo corpo e dei tuoi nobili sentimenti, ma sopratutto scrivi ragazza, hai un dono e sfruttalo al meglio!

Cosa ho maggiormente apprezzato:

  • Ho sentito parlare bene e male di questa autrice, io, devo ammettere, ho apprezzato tantissimo questa breve storia, che non so se sia autobiografica o meno, - e in effetti poco mi importa - ma scritta con passione e originalità.
  • L'idea è molto particolare, ogni capitolo è dedicato ad un giorno e sopratutto ai dieci minuti di quella precisa giornata.
  • Aver letto questo romanzo alle porte del Natale, che è proprio il periodo trattato nella storia mi è piaciuto, una casualità, che però mi ha ben disposto!
  • Il sottolineare "Mio Marito" ogni volta che Chiara parla del suo coniuge, senza mai chiamarlo per nome è un'idea geniale.


Cosa mi è piaciuto meno:

  • Non c'è nulla che mi abbia infastidita o colpita negativamente, una storia scorrevole che sicuramente consiglierò a chi cerca un romanzo diverso e mai banale. 
Alla prossima, un abbraccio
Salvia


You Might Also Like

14 commenti:

  1. Lo stile della Gamberale di solito non mi fa impazzire, ma la storia sembra carina e deve far riflettere... magari le do una chance!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia, per me è il primo e devo dire che sono contenta di averlo letto. Adesso proverò "arrivano i pagliacci" e vedremo!!

      Elimina
  2. A me la Gamberale, per quello che ho letto, piace e questo romanzo l'ho trovato molto vero, mi sono molto immedesimata!
    Ciao Salvia, auguroni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ciao Tessa! Ho avuto paura perché non ne avevo sentito parlare benissimo e invece l'ho trovato molto fresco e piacevole e nonostante non abbia vissuto una situazione simile l'ho trovato credibile e sentito. Sono certa che leggero' ancora altri suoi titoli. Un abbraccio e buon Natale!

      Elimina
  3. sai che lei la sento sempre nominare ma non l'ho mai letta? devo rimediare...
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amri mi dicono che questo sia il peggiore, ma essendo per me il primo non ho termini di paragone. Posso solo dirti che ho letto un romanzo diverso e ne sono felice :-) a presto.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. Io l'ho letto l'anno scorso il giorno dopo Capodanno, si legge benissimo in poche ore.. è una storia che mi è piaciuta tantissimo, soprattutto per il modo originale in cui la protagonista uscirà dal suo periodo buoi, l'idea di fare qualcosa di nuovo per dieci minuti ogni giorno, prima o poi la proverò pure io ;)

    RispondiElimina
  5. Io non ho mai letto nulla di questa autrice, però mi piace la trama, con questi dieci minuti per potersi reinventare ogni giorno...
    sarà una bella lettura!

    RispondiElimina
  6. ho questo libro in ebook pronto che mi aspetta da tanto, non ho ancora letto nulla di questa autrice, spero che anche a me piaccia molto. Di solito le idee originali le apprezzo

    RispondiElimina
  7. A me la Gamberale piace un sacco ed è vero si vicifera che questo sia il suo peggior libro, ma in fondo chi lo dice? Solo noi possiamo sapere l'effetto che un libro può avere su di noi, e questo succede solo leggendolo! Quindi hai fatto benone a farti una tua idea e sai che ti dico? Che quasi quasi lo spolvero e finalmente lo leggo :-)

    RispondiElimina
  8. Comunque complimenti hai scritto delle bellissime parole...

    RispondiElimina
  9. A me la Gamberale piace un sacco ed è vero si vicifera che questo sia il suo peggior libro, ma in fondo chi lo dice? Solo noi possiamo sapere l'effetto che un libro può avere su di noi, e questo succede solo leggendolo! Quindi hai fatto benone a farti una tua idea e sai che ti dico? Che quasi quasi lo spolvero e finalmente lo leggo :-)

    RispondiElimina