Mondadori,

Recensione: "Il Grande Gorsky" di Vesna Goldsworthy

lunedì, aprile 27, 2015 Baba_Books Desperate Bookswife 8 Comments

Buongiorno, innanzi tutto, dopo i saluti, vorrei ringraziare l'Ufficio Stampa della Casa Editrice Mondadori per avermi permesso di leggere e recensire questo romanzo. Probabilmente in libreria non lo avrei preso in considerazione, forse perchè molto sottile o semplicemente perchè Titolo e Cover non avrebbero catturato in pieno la mia attenzione. Il bello è proprio questo: leggere una storia e scoprirne il valore. Quando leggo un romanzo che a priori so che potrebbe piacermi, e poi, mi garba, è appagante, ma lo è di più scoprire una perla all'interno di una conchiglia che avevo palesemente ignorato.









Titolo: Il Grande Gorsky
Autore: Vesna Goldsworthy
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 168
Prezzo: 16,00€
Pubblicazione: 14 aprile 2015

Sinossi: cliccare qui 

Notizie sull'autrice:  Vesna Goldsworthy è nata a Belgrado nel 1961 e vive a Londra. Scrive in inglese, la sua terza lingua. E' autrice di Memoir, raccolte di poesie e scritti letterari. Il Grande Gorsky è il suo primo romanzo.

VOTO



COMMENTO

Nicholas è un libraio, scappato dalla sua terra d'origine con una laurea in tasca e accompagnato da una solitudine dirompente. E' arrivato fino a Londra, sperando di mimetizzarsi tra la folla per poter vivere una vita normale, lontano dalla guerra e dalle brutture del suo paese d'origine.
.
All'interno della biblioteca dove presta i suoi servigi conosce un certo Gorsky, un russo dal fascino indiscutibile e dal carisma ammaliante. L'alto e biondo cliente sembra arrivare direttamente da un altro mondo, i suoi modi sono aristocratici e il denaro non è un problema. Consegna un assegno con tanti zeri a Nicholas, chiedendogli delle opere molto rare e particolari per arricchire la sua biblioteca.

Un romanzo contemporaneo che ricorda i classici di altri tempi, personaggi dalla bellezza eterea, che sembrano aver letto il Galateo completo, dagli sguardi malinconici e distanti vivono ingabbiati all'interno dei loro personaggi. Tra una riga e l'altra si percepisce la sofferenza dell'io narrante, quasi l'invidia per un amore che non possiede e non è in grado di trasmettere a qualcun altro . Quell'amore, che invece si è impossessato in maniera devastante del cuore di Gorsky, che, guidato ciecamente dalla passione, sembra vivere solo grazie alla speranza e alla certezza che la sua donna tornerà da lui, nonostante gli anni, nonostante abbia ormai una famiglia, insomma... nonostante tutto. 

Un romanzo breve e delicato, scritto da una mano esperta, nonostante sia il suo esordio letterario. Pagine cariche di sentimenti contrastanti, di passione, di tragedia, ma tutto questo è descritto in maniera distaccata e composta, coinvolge il lettore senza straziarlo, come la differenza tra un caldo abbraccio e uno stritolamento invadente. Descrizioni minuziose e dialoghi brevi ma di sostanza caratterizzano questa storia d'amore, raccontata da una terza persona, che ha direttamente assistito  passo dopo posso lo svolgersi degli avvenimenti.

Cosa ho maggiormente apprezzato:
  • l'autrice nutre una passione per la letteratura russa e questo spicca moltissimo, all'interno del romanzo sono citati dei grandissimi e intramontabili autori, ho trovato questa scelta molto gradevole.
  • La caparbia di Gorsky, la sua ossessione, forse spinto dal rifiuto o dal desiderio verso qualcosa che al momento non può possedere e non può comprare.
  • I riferimento a " Il Grande Gatsby".


Spero che il mio umile commento possa avervi ispirati, per ora vi abbraccio, alla prossima,
Salvia

You Might Also Like

8 commenti:

  1. E' piaciuto anche a me, a dispetto della prima impressione, la cover lo penalizza assai! quella originale è uguale..ma cambiano i colori e forse è più azzeccata (non è più accattivante, ma almeno c'è un richiamo immediato alla cultura russa e alla protagonista femminile).
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! ho sentito tante ragazze che sono partite prevenute e invece ne sono uscite bene ;-) , io non ho una grande passione per i russi, però questa donna scrive benissimo.
      Baci

      Elimina
  2. che bello quando un libro sorprende in positivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara si!! leggere un libro che sai già che ti piacerà...è bello, ma leggerne uno senza aspettative e scoprire il suo fascino, non ha prezzo!! Baci

      Elimina
  3. Lo volevo già ma la tua recensione mi ha convinta proprio. Spero di poterlo leggere presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhh grazie!! Da quel poco che che ti conosco sono quasi certa che ti piacerà! Un bacino

      Elimina
  4. Ciao ! Scusa se è "fuori argomento" ma non sapevo dove scriverlo. Ti abbiamo nominata nel nostro Booktag! Un saluto !

    www.thecurlyhairedreaders.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. a me questo romanzo non è piaciuto molto, sono partita con grandi aspettative e invece.... bhe i gusti sono gusti no?

    RispondiElimina